Buon test per la Yamaha Motor Italia a Brno

MotoriPirelliSportYamaha

La Yamaha Motor Italia è stata impegnata a Brno nei test sviluppo del fornitore unico Pirelli. Brno è un tracciato ideale per collaudare nuove coperture in vista della nona prova del Mondiale Superbike che si correrà proprio sul tracciato della Repubblica Ceca il 22 luglio. Nel 2006 a Brno Noriyuki Haga fece la pole e il miglior giro in gara mentre Troy Corser qui ha vinto tre volte ed ha conquistato due Superpole.

L’obiettivo principale era collaudare coperture evoluzione ma anche trovare un valido assetto in vista della prossima gara. Nonostante condizioni meteo insolitamente instabili, con temperatura fredda e pista a tratti umida, Haga il primo giorno ha fatto 2’01″0, un secondo e mezzo meglio dei suo miglior giro 2006. Corser ha concluso la prima giornata con il tempo di 2’02″3.

Il secondo giorno Haga e Corser si sono concentrati su prove sulla distanza nonostante la temperatura non abbia superato i 20°C, una decina in meno rispetto a quelli attesi per la gara del 22 luglio. Corser e Kagayama hanno fatto lo stesso tempo, 2’00″4 con coperture dure e soffici. Haga non ha utilizzato la soffice concludendo il lavoro in anticipo per il dolore al polso infortunato nell’incidente di Misano.

La Yamaha Motor Italia tornerà in pista il 7-8 luglio a Vallelunga nei test organizzati dalla FGSport in preparazione al penultimo round del Mondiale (30 settembre). Il campionato riprende il 22 luglio a Brno.

HA DETTO TROY CORSER – “E’ stata una buona occasione per provare gomme nuove e sperimentare varie tarature di sospensioni. E’ stato un test positivo per me ed ho girato più forte dello scorso anno sia con gomme dure che da qualifica. E’ stata una buona preparazione per la gara nonostante il brutto tempo del primo giorno non ci abbia aiutato. Le basse temperature hanno creato anche difficoltà alle gomme che sono state studiate per condizioni molto più severe attese a Brno.”

HA DETTO NORIYUKI HAGA – “Mi sono concentrato solo su test di gomme Pirelli. Il problema è stata la temperatura molto più bassa del normale che non ci ha permesso di provare sulla lunga distanza. Non sappiamo se i dati raccolti ci potranno essere utili per la gara. L’assetto della moto è buono e abbiamo un altro test a disposizione tra poco più di una settimana. Come se non bastasse, ho avuto dolore al polso destro infortunato a Misano. E’ passato poco tempo e sono guarito all’80%, per cui a fine giornata avevo molto dolore. Non ero al massimo del potenziale ma per la gara tornerò al 100%”.

HA DETTO MASSIMO MEREGALLI – “Sono sicuro al 99% che per la gara non ritroveremo queste condizioni meteo. Quindi molte cose che abbiamo visto durante i test cambieranno nei giorni della gara. Siamo comunque molto soddisfatti del potenziale della Yamaha YZF-R1 su questo tracciato. Nori ha finito in anticipo per il dolore al polso ma è comunque riuscito a trovare un buon assetto e una copertura posteriore che dovrebbe essere ideale per il caldo. Anche Troy è andato forte trovando una valida soluzione di gomma. Lui ha provato anche novità per la ciclistica restandone soddisfatto. La Yamaha è molto competitiva e siamo davanti in ogni condizione e in ogni circuito. La squadra e i piloti hanno lavorato sodo per raggiungere questo obiettivo.”

I tempi

Kagayama: 2’00.4 (gomma gara); 2’00.4 (gomma qualifica)
Corser: 2’00.4 (gara); 2’00.4 (qualifica)
Haga: 2’00.8 (gara)
Toseland: 2’00.9 (gara); 2’00.3 (qualifica)
Lanzi: 2’01.0 (gara); 2’00.4 (qualifica)
Bayliss: 2’01.1 (gara); 2’00.2 (qualifica)
Biaggi: 2’01.2 (gara)
Nieto: 2’01.6 (gara); 2’00.8 (qualica)
Rolfo: 2’01.7 (gara); 2’01.4 (qua lica)
Laconi: 2’01.8 (gara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *