Citroën presenta C4 Hybride HDi

CitroënMotori

C4 Ibrido HDI, una soluzione per ridurre in modo significativo i consumi e le emissioni di CO2
Citroën C3 Bi Energy M
Citroën presenta il dimostratore C4 Hybride HDi, che associa una catena di trazione ibrida e un motore HDi. Abbina quindi il rendimento eccezionale del motore Diesel HDi (riduzione del 20 % dei consumi rispetto ad un motore benzina), utilizzato nella gamma di funzionamento migliore, e i vantaggi del motore elettrico, adatto principalmente ai percorsi urbani.

C4 Hybride HDi consente eccellenti risultati a livello di consumi (3,4 l per 100 km) e di emissioni di CO2 (90 g/km), senza penalizzare il piacere di guida riconosciuto alle motorizzazioni HDi, con l’aggiunta dei vantaggi specifici della catena di trazione ibrida (ad esempio, funzionamento in modalità totalmente elettrica a bassa velocità). Il dimostratore si fonda sulle tecnologie di punta già commercializzate nella gamma Citroën : motorizzazione HDi, filtro antiparticolato (FAP), Stop & Start e cambio manuale pilotato. Tutte queste tecnologie si completano e si abbinano per favorire la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. A tutto questo si aggiunge lo stile di C4, caratterizzato da un vantaggio strutturale determinante: la gestione dell’altezza del veicolo, garanzia di aerodinamismo e ottimizzazione dei consumi.

Le altre qualità di C4, sia in termini di stile, che di tecnologia o di comportamento su strada, sono svariate. Nel 2005, nell’Europa occidentale, sono stati venduti oltre 200 000 esemplari, in un segmento di mercato che rappresenta un terzo delle vendite totali di auto. Di conseguenza, C4 Hybride HDi rappresenta, a medio termine, la soluzione Citroën in grado di proporre la vera svolta,
destinata al grande pubblico, in termini di consumi e di emissioni di CO2 in un mercato europeo in cui il Diesel è oggi fortemente radicato.

C4 Hybride HDi
Una tecnologia ibrida HDi per un modello destinato al successo

La tecnologia ibrida HDi, una scelta mirata C4 Hybride HDi associa una catena di trazione ibrida ad un motore Diesel HDi, per una vera svolta in termini di consumi ed emissioni di CO2. La tecnologia ibrida benzina, infatti, non permette differenze significative per consumi ed emissioni di CO2 rispetto al Diesel HDi.

Gli studi effettuati dal gruppo PSA Peugeot Citroën hanno permesso di dimostrare che, a parità di caratteristiche (massa, Scx, dimensioni,…) i consumi di una versione ibrida benzina sono vicini a quelli ottenuti da un veicolo termico diesel e che, per quanto riguarda le emissioni di CO2, la riduzione di consumi della versione benzina è limitata al 10 %. Tuttavia, il prezzo della versione ibrida benzina sarebbe nettamente superiore rispetto a quello di un veicolo Diesel equivalente.

Dalla fine degli anni 90, il successo delle motorizzazioni Diesel ad alta tecnologia (HDi) prosegue incessante sul mercato europeo. Per le autovetture, la motorizzazione Diesel rappresenta oggi, in media, una vendita su due, contro una su quattro del 1998. In alcuni Paesi, tra cui la Francia, la quota di Diesel venduti ha raggiunto nel 2005 il 70 %. Questo sviluppo continuo dimostra le forti aspettative che ripongono i consumatori nei veicoli a basso consumo, che non sacrifichino nulla al piacere di guida, e si rivelino compatibili dal punto di vista economico con il postere d’acquisto dei consumatori.

Con i vantaggi del filtro antiparticolato (FAP), le motorizzazioni Diesel offrono inoltre un bilancio ecologico estremamente positivo. Finora, Citroën ha venduto oltre 260 000 veicoli dotati di filtro antiparticolato. Questo contesto spiega logicamente il numero ridotto di vendite di veicoli ibridi benzina sul mercato europeo, nonostante i notevoli vantaggi fiscali accordati dai vari stati membri dell’Unione Europea.

I vantaggi del motore HDi

C4 è un veicolo destinato ad un utilizzo misto, da usare in città, fuori città e in autostrada. Con l’abbinamento della trazione ibrida e del motore HDi, associa il rendimento eccezionale del motore Diesel HDi (riduzione dei consumi del 20% rispetto ad un motore benzina), utilizzato nella gamma di funzionamento migliore, ai vantaggi del motore elettrico, adatto principalmente ai percorsi urbani.
I vantaggi dell’ibridazione nell’utilizzo urbano ed extra urbano consentono un reale passo avanti in termini di riduzione dei consumi (3,4 l per 100 km in ciclo misto) e di emissioni di CO2, con 90 g al km. La riduzione, rispetto ad un veicolo similare dotato di catena di trazione ibrida benzina, è dell’ordine del 25 %, pari a 1 litro ogni 100 km su ciclo misto, determinando un incremento significativo dell’autonomia. Nella guida in autostrada, le qualità intrinseche del motore HDi, utilizzato da solo, e abbinato al cambio manuale pilotato, che presenta eccellenti rendimenti, consentono di ottenere anche una riduzione dei consumi del 25 %. Tutto questo senza pregiudicare il piacere di guida, che rimane una delle aspettative fondamentali degli automobilisti, e
che su C4 Hybride HDi è stato potenziato, per offrire agli utilizzatori ulteriori vantaggi in due ambiti:
In città, e a bassa velocità, attraverso la modalità “stand by” del motore termico, e il funzionamento
completamente elettrico (ZEV : Zero Emission Vehicle), per consentire al veicolo un elevato confort acustico e di
eliminazione delle vibrazioni,

Con riprese notevolmente migliorate rispetto ad un veicolo termico, di potenza equivalente, durante le sollecitazioni del conducente. Rispetto quindi al motore termico, utilizzato da solo, il conducente beneficia in
qualunque momento di un ulteriore apporto di potenza fornito dal motore elettrico, che può arrivare fino a 23 kW.

C4, un modello dall’aerodinamismo e dalle qualità mirate

C4 Hybride HDi rappresenta a breve termine per Citroën la soluzione in grado di proporre a tutti una vera svolta in termini di consumi e di emissioni di CO2. C4 si configura come il veicolo più adatto della gamma Citroën per lo sviluppo della tecnologia ibrida HDi. Questo veicolo, orientato alla famiglia, è destinato ad un utilizzo polivalente (tragitti urbani, extra urbani e autostrada) e si colloca nella fascia centrale del mercato europeo. C4, con oltre 200 000 esemplari venduti nell’Europa occidentale nel 2005 nel segmento di mercato più denso, rappresenta oltre il 30 % delle vendite totali di auto. Inoltre, il design di C4 è stato particolarmente curato, soprattutto in termini di aerodinamismo, uno dei valori tradizionali della Marca. C4 beneficia di un eccellente coefficiente di penetrazione nell’aria che, per la versione coupé, scelta per il dimostratore C4 Hybride HDi – può scendere fino a 0,28. Tale valore può contribuire in modo diretto alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2. Infine, C4 offre numerose caratteristiche vincenti, per rispondere alle aspettative diversificate della clientela.

Con C4, Citroën propone una berlina e un coupé, due proposte che presentano ognuna uno stile forte e specifico, pur condividendo la stessa abitabilità generosa. La berlina privilegia le forme arrotondate, il coupé mostra tratti più decisi. L’abitacolo di C4 favorisce il confort e la serenità, con lo stile interno all’insegna della sobrietà high-tech, caratterizzata dal cruscotto dallo stile lineare, e da innovazioni che favoriscono la semplicità d’utilizzo e l’ergonomia.
Il volante con comandi centrali fissi raggruppa a portata di mano le principali funzioni di confort ed assistenza alla guida. E’ abbinato ad un quadro strumenti inedito, che visualizza le informazioni su un display fotocromatico, posto al centro del cruscotto.

Oltre ad un comportamento dinamico particolarmente sicuro, C4 propone numerosi equipaggiamenti moderni ed efficaci di assistenza alla guida, come i fari bi-Xeno ad orientamento intelligente, il rilevatore di bassa pressione pneumatici, e ancora l’Avviso di Superamento involontario della Linea di carreggiata (ASL) che rileva, in autostrada o su vie a scorrimento rapido, il superamento involontario delle delimitazioni di carreggiata continue o tratteggiate, se l’indicatore di
direzione non è attivato. Per quanto riguarda la protezione degli occupanti, C4 ha ricevuto 5 stelle nei crash test effettuati da EuroNCAP. E’ dotata di sei Airbag e propone, in prima mondiale, un Airbag lato guida ottimizzato nella forma, grazie alla parte centrale fissa del volante, per una migliore protezione del torace del conducente. Inoltre, per la protezione contro gli urti ai
pedoni, C4 ha ottenuto un eccellente risultato, con 3 stelle (su un massimo possibile di 4 stelle), e 4 stelle (su un massimo di 5) anche per la protezione dei bambini. Su C4 Hybride HDi le tecnologie di punta della gamma Citroën C4 Hybride HDi si fonda in gran parte su tecnologie di punta già commercializzate nella gamma Citroën : motorizzazione Diesel HDi, filtro antiparticolato (FAP), Stop & Start e cambio manuale pilotato. A questi elementi si aggiungono un motore elettrico, un convertitore, un gruppo batterie ad alta tensione e un sistema di frenata a recupero.
Tutte queste tecnologie si uniscono e si completano, per favorire la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti.

Motore HDi e FAP

C4 Hybride HDi è equipaggiata di motore Diesel 1.6 HDi da 66 kW CEE (92 cv DIN) a 4 000 giri/min, che offre una coppia di 215 Nm a 1 750 giri/min. Per rendere questo motore compatibile con una catena di trazione ibrida, sono state realizzati adattamenti specifici. In particolare, il pilotaggio del motore è specifico, ed avviene attraverso impostazioni coordinate direttamente dal
supervisore della catena di trazione, che includono in particolare gli avviamenti/arresti del motore, garantendo la coppia richiesta dal conducente. Inoltre, per garantire un livello di emissioni di riferimento, il motore è dotato di filtro antiparticolato (FAP) di ultima
generazione, che garantisce prestazioni superiori a quanto previsto nella norma Euro IV.
La libertà che l’ibridazione è in grado di offrire ha permesso di ottimizzare il compromesso Nox-consumi. Le possibilità offerte dal motore elettrico hanno permesso di utilizzare nel migliore dei modi il motore termico, con una gestione ottimale dei tempi di arresto del motore.

Cambio manuale pilotato
C4 Hybride HDi trae vantaggio dalla riduzione dei consumi realizzata dal cambio manuale pilotato. Questo tipo di cambio, il cambio SensoDrive, viene già proposto su tutti i veicoli della gamma compatta : C1, C2, C3 e C3 Pluriel. Il cambio manuale pilotato a 6 rapporti su C4 Hybride HDi, è caratterizzato dall’assenza del pedale della frizione, e si fonda sul principio di automatizzazione del cambio manuale. Il pilotaggio idraulico del cambio ottimizza i tempi d’inserimento delle marce, potenziando il confort d’utilizzo. Allo stesso tempo, offre la gestione permanente della catena
di trazione, mediante la selezione, in tempo reale, del punto di funzionamento ottimale. Questo cambio permette quindi il miglior compromesso tra consumi, accelerazione, frenata, confort, protezione dell’ambiente, lasciando al conducente la possibilità di scegliere la modalità automatica o la modalità sequenziale d’inserimento delle marce.

Sistema Stop & Start
Anche su C4 Hybride HDi, come su C3, è previsto il sistema Stop & Start che, nella catena di trazione ibrida, assicura il riavviamento del motore termico. Su C3, la tecnologia Stop & Start è caratterizzata dall’arresto del motore subito prima e mentre il veicolo è fermo (ai semafori, negli ingorghi di traffico…), fintanto che il conducente tiene premuto il pedale del freno. Il motore viene riavviato immediatamente e in modo automatico, quando il conducente riparte e rilascia il pedale del freno. Questo veicolo microibrido segna riduzioni nei consumi e nelle emissioni di CO2 nell’ordine del 10 % in ciclo urbano, e del 6 % in ciclo misto. Su C4 Hybride HDi, il sistema Stop & Start dispone di una potenza motrice superiore del 40 % alla prima generazione, per permettere l’avviamento del motore HDi 92. E poi, se su C3 la funzione Stop & Start è applicata esclusivamente nelle fasi di arresto e riavviamento del veicolo, per C4 Hybride HDi, la funzione “stand by” del motore può intervenire in qualunque momento, secondo l’uso del veicolo, quando la velocità scende sotto i 60 km/h. Quando l’accelerazione è sostenuta, il sistema Stop & Start riattiva istantaneamente e automaticamente il motore
termico.

Motore elettrico e convertitore
Il motore elettrico sviluppa una potenza di 16 kW in continuo, con una coppia di 80 Nm. Offre una potenza di cresta di 23 kW, con 130 Nm di coppia, per rispondere alle sollecitazioni del conducente. Il compromesso strutturale coerente tra ingombro e prestazioni permette la compatibilità con l’utilizzo urbano. La potenza è stata determinata per garantire l’utilizzo in modalità elettrica pura con velocità inferiori o pari a 50 km/h, che rappresentano tipicamente le condizioni di
utilizzo urbano di un veicolo. Il sistema di controllo della catena di trazione ibrida opta per questa configurazione ogni volta che le condizioni lo permettono, in particolare lo stato di carica delle batterie. Il motore elettrico è di tipo sincrono a magneti permanenti. Questa tecnologia offre attualmente il miglior rapporto prestazioni/compattezza. Abbinato al convertitore, il motore funziona entro una gamma di tensione compresa tra 210 e 380 Volt. Le prestazioni realizzate dal motore elettrico e il convertitore non permettono, per l’ingombro ridotto che è stato previsto, di utilizzare il circuito convenzionale di raffreddamento del motore, la cui temperatura normale è nettamente troppo alta. Il raffreddamento con acqua viene quindi realizzato con un radiatore specifico e un circuito a bassa temperatura, a 60°C. Il convertitore agisce sulla coppia del motore elettrico, regolando la corrente proveniente dal gruppo batterie, come avviene per la pompa a iniezione con il carburante proveniente dal serbatoio, quando risponde ad una richiesta
d’accelerazione del conducente.

Gruppo batterie ad alta tensione
Il gruppo batterie ad alta tensione è situato nel bagagliaio di C4, al posto della ruota di scorta, grazie ad un leggero adattamento della forma dell’alloggiamento. L’aggiunta di batterie non pregiudica la capacità del bagagliaio, che resta inalterata. Il gruppo batterie ad alta tensione è composto da 240 elementi di tipo Ni-MH (Nickel Metallo Idruro). La potenza di scambio – restituzione e assorbimento – è di 23 kW con una tensione nominale alta di 288 Volt. Il raffreddamento è assicurato da dispositivi specifici che recuperano l’aria dell’abitacolo, usufruendo della regolazione di temperatura di quest’ultimo. Il gruppo batterie ad alta tensione si aggiunge alla batteria classica a 12V, che continua a svolgere le funzioni abituali.

Frenata a recupero pilotato
In determinate fasi, di decelerazione o di frenata del veicolo, il dispositivo di frenata pilotato ottimizza la trasformazione dell’energia cinetica in energia elettrica, immagazzinata nel gruppo batterie ad alta tensione. Questa energia potrà essere utilizzata successivamente in modalità elettrica pura, o a supporto del motore termico in fase d’accelerazione. Questo recupero permette dunque di utilizzare un’energia “gratuita” e di ridurre i consumi in proporzione.

Principio di funzionamento di C4 Hybride HDi

Funzionamento semplice
La messa in tensione del veicolo con la chiave di contatto abituale si effettua senza avviare il motore termico. Premendo il pedale dell’acceleratore, e secondo la sollecitazione esercitata, il solo motore elettrico è in grado di spostare il veicolo. Il motore termico subentrerà, se necessario, in caso di forti accelerazioni. L’utilizzo del cambio manuale pilotato permette di usufruire del rendimento di un cambio manuale, ma c on l’automatismo necessario al pilotaggio della catena di trazione ibrida. La decisione e l’inserimento delle marce si effettua automaticamente, senza azioni da parte del conducente, a meno che questo non scelga la modalità sequenziale.
Tutte queste operazioni sono coordinate, senza che il conducente si accorga di nulla, dal sistema di controllo della catena di trazione e frenata denominato PTMU : Power Train Management Unit. Per privilegiare i bassi consumi il PTMU seleziona, in funzione delle sollecitazioni del conducente, la migliore modalità di funzionamento. Questa si ottiene grazie all’utilizzo del solo motore elettrico, a bassa velocità e in fase di decelerazione, oppure con il solo motore termico, durante la guida su strada extra urbana e in autostrada, oppure con i due motori insieme, in caso di decise accelerazioni.

Gestione intelligente della frenata
Tra le funzioni della trasmissione ibrida è prevista la possibilità di recuperare l’energia cinetica del veicolo, e di riutilizzarla successivamente. Quando il conducente solleva il piede dal pedale dell’acceleratore ad una velocità inferiore a 60 km/h, il motore termico viene messo in stand by ed escluso. In questo caso il motore elettrico assicura la funzione freno motore e recupera l’energia cinetica del veicolo. Il PTMU permette di stoccare questa energia nelle batterie, fino alla loro completa ricarica. Quando il conducente frena, il PTMU gestisce la ripartizione della frenata, suddivisa tra frenata elettrica (a recupero) e idraulica (a dissipazione), assicurando principalmente le funzioni di sicurezza, e ottimizzando il recupero dell’energia a
vantaggio della riduzione dei consumi.

Schermo di controllo NaviDrive
Il conducente di C4 Hybride HDi è costantemente informato, in tempo reale, del funzionamento della catena di trazione ibrida, attraverso il grande schermo a colori 16/9 del sistema telematico NaviDrive. Lo schermo mostra in modo immediato e comprensibile i trasferimenti d’energia tra i due motori, termico ed elettrico, il gruppo batterie e le ruote. Sono inoltre disponibili altre informazioni, come lo stato di carica delle batterie, e ancora il livello di potenza che il
conducente chiede ai vari motori. Questo strumento, che consente una migliore comprensione del funzionamento del veicolo, contribuisce ad una guida che riduce al minimo i consumi d’energia.

Citroën C3 Bi Energy M

Funzioni specifiche

Modalità elettrica pura: la scelta di una guida ZEV (Zero Emission Vehicle- veicolo a emissioni zero). Il pulsante “ZEV” posto sul frontale della console centrale, permette al conducente di accedere ad una modalità elettrica “estesa”, che ottimizza la gamma d’utilizzo del veicolo disponibile in modalità soltanto elettrica. Questa ottimizzazione permette di percorrere distanze maggiori, e di raggiungere velocità più elevate rispetto a quelle che si ottengono senza scollegare il motore termico in modalità ibrido normale. L’attivazione del motore termico è in questo caso riservato alle fasi di maggiore accelerazione. Questa funzione offerta al conducente trasforma C4 Hybride HDi nella vettura da città per eccellenza, per l’assenza di emissioni inquinanti e sonore all’esterno del veicolo, migliorando notevolmente il confort acustico del conducente e dei suoi passeggeri. Questa modalità viene disattivata automaticamente quando la carica delle batterie ad alta tensione non è più sufficiente, oppure manualmente premendo il pulsante specifico.

Modalità sequenziale e modalità dinamica
Il conducente può decidere di attivare la modalità sequenziale con la leva del cambio manuale pilotato, decidendo quindi, agendo sulla leva del cambio, il rapporto da inserire e il momento in cui inserirlo, per anticipare situazioni di cui solo lui può essere a conoscenza (come ad esempio, per scalare per un sorpasso su una brevissima distanza). In questi casi, i cambi di marcia sono ottimizzati in termini di durata, e il motore termico è sempre in funzione. La funzione “boost”», aggiunta della coppia del motore elettrico a quella del motore termico, è sempre disponibile.
Il conducente può privilegiare il dinamismo del veicolo selezionando il tasto dedicato alla modalità dinamica (“Dy”), posto alla base della leva del cambio. L’informazione del pedale dell’acceleratore viene trascritta, per privilegiare una presenza immediata di coppia. Allo stesso tempo, la durata dei cambi di rapporto è ridotta al massimo delle capacità meccaniche del sistema. In questo caso, i cambi di rapporto avvengono automaticamente, senza azione da parte del conducente.

C4 Hybride HDi : un veicolo autonomo in qualunque circostanza
Quando il gruppo batterie ad alta tensione è scarico, come ad esempio dopo un lungo periodo di immobilizzo del veicolo, C4 Hybride HDi è comunque in grado di ripartire e di circolare, contrariamente ad altri sistemi ibridi in cui il veicolo resta immobilizzato. Il sistema Stop & Start di C4 Hybride HDi, installato sul motore Diesel, permette l’avviamento con la batteria a 12V, e di generare potenza attraverso l’alternatore. Il veicolo rimane quindi autonomo, con la modalità 100 % termica denominata “limitata”. Le prestazioni complete vengono recuperate in meno di 10 minuti di guida, tempo richiesto per avviare la ricarica del gruppo batterie ad alta tensione. Analogamente, se una grave anomalia (che riguarda ad esempio la sicurezza elettrica) impone di scollegare le batterie ad alta tensione, C4 Hybride HDi può continuare a circolare esclusivamente in modalità termica. Questa modalità di funzionamento, denominata “di emergenza”, offre la possibilità
al conducente di raggiungere un centro riparazioni, in totale sicurezza.

Citroën e le tecnologie utili
Nell’ambito di una strategia globale di protezione dell’ambiente, Citroën sviluppa da molti anni una gamma di soluzioni efficaci, accessibili e mirate alle aspettative dei vari utilizzatori.
I dimostratori tecnologici come Berlingo Dynavolt, prototipo di veicoli elettrici, Xsara Dynalto, equipaggiata di alternatore-motorino d’avviamento, Xsara Dynactive, veicolo ibrido, e ancora l’attuale C4 Hybride HDi, permettono alla Marca di presentare sempre nuove proposte che aprono la strada al futuro.

Con Xsara Dynalto, esposta al salone di Ginevra nel 1998, Citroën ha proposto una soluzione industrializzabile, che consente un risparmio nei consumi dell’ordine del 10 % (su ciclo misto normalizzato) e di conseguenza una riduzione in proporzione delle emissioni di CO2. Questi vantaggi derivano in particolare dalla funzione “Stop and Go”, che autorizza l’interruzione e il riavviamento automatico del motore negli ingorghi di traffico, durante la sosta al semaforo o nel corso di un arresto prolungato. Questa funzione annulla i fastidi delle emissioni sonore, in particolare in ambiente urbano. Questa innovazione si è concretizzata con l’immissione sul mercato di C3 Stop & Start, primo livello d’ibridazione accessibile al grande pubblico. La riduzione dei consumi offerta dal sistema Stop & Start è del 10 % in utilizzo urbano, del 6 % in ciclo misto, e può arrivare al 15 % in situazioni di traffico intenso.

Presentato al salone di Ginevra del 1999, Berlingo Dynavolt ha proposto una variante del veicolo elettrico e dell’ibrido di serie. Il principio prevede di aggiungere all’energia elettrica prelevata sulla rete EDF e stoccata nelle batterie, l’energia elettrica prodotta da un gruppo elettrogeno ausiliario. Grazie alla gestione intelligente delle fonti d’energia, il motore elettrico può essere parzialmente alimentato da questo gruppo nelle zone extra urbane.

Xsara Dynactive, presentata al salone di Ginevra del 2000, esplora una nuova via dell’ibridazione parallela. Concepita con motore termico benzina da 55 kW (75 cv) e con motore elettrico da 25 kW (34 cv), dispone di cambio automatico. L’originalità di questa struttura offre a Xsara Dynactive una modalità ZEV particolarmente performante in circolazione urbana (autonomia prossima ai 20 km) grazie alle demoltiplicazioni del cambio automatico.

C4 Hybride HDi – Scheda tecnica

Caratteristiche tecniche

Veicolo Piattaforma 2 Citroën C4
Massa totale a vuoto 1390 kg
Di cui massa della sola
« Ibridazione »
110 kg
Capacità serbatoio 60 litri
Freni Sistema idraulico convenzionale e frenata a recupero con motore elettrico.
Controllo elettronico combinato dei 2 sistemi, per ottimizzare il recupero d’energia.
Motore termico Tipo : Diesel 1,6 litri turbo
4 cilindri in linea, in posizione trasversale nella parte anteriore
66 kW (92 cv.) a 4000 giri/min – 215 Nm a 1750 giri/min
Avviamento con alternatore- motorino d’avviamento reversibile (Sistema Stop & Start)
Motore elettrico Tipo : Sincrono a magneti permanenti
16 kW (22 cv) continuo – coppia di 80 Nm
23 kW (32 cv ) potenza di cresta – coppia massima di 130 Nm
Convertitore Gamma di tensione di funzionamento : 210 a 380 Volt; raffreddamento liquido.
Batterie
ad alta tensione
Tipo : Nickel- metallo Idruro.
Tensione nominale : 288 Volt
Capacità : 6,5 Ah
Autonomia del veicolo in modalità elettrica : 5 km
Convertitore Conversione dell’alta tensione ai 12 Volt, per l’alimentazione della rete di bordo in modalità elettrica.
Modulare : 3 tranche da 500 W, pilotabili separatamente.
Trasmissione Tipo : cambio manuale pilotato
Numero di rapporti : 6
PTMU
Power Train Management Unit : Supervisore della catena di trasmissione ibrida. Effettua la commutazione tra le varie
modalità di funzionamento (elettrico, termico, o ambedue) per ottimizzare i consumi.
Prestazioni e consumi
Veicolo C4 C4 Hybride HDi
Tipo di motore termico
Diesel
1,6 l (80 kW) – 110 cv
Diesel
1,6 l (66 kW) – 92 cv
Tipo di cambio Manuale 5 rapporti Manuale pilotato 6 rapporti
Velocità massima (km/h) 192 181
Da 0 a 100 km/h (s) 12,4 12,4
Da 0 a 400 m (s) 18,5 18,4
Da 0 a 1000 m (s) 33,7 33,9
30-60 km/h (s) 5,8 3,5
80-120 km/h (s) 13,0 10,6
Consumi (l/100 km) 4,7 3,4
Emissioni di CO2 (g/km) 125 90
Ciclo MVEG
Norme
CEE 1999-100 Scarto rif. HDi in % Rif – 28 %
Consumi (l/100 km) 5,4 3,0
Ciclo Urbano Emissioni di CO2 (g/km) 145 80
Scarto rif. HDi in % Rif – 45 %

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *