Gran Premio d’Italia, Dunlop vince in pista e tra il pubblico al Mugello

DunlopSport

Dunlop vince in pista e tra il pubblico nel Gran Premio d’Italia disputato sul suggestivo circuito del Mugello. Tanti gli appassionati che sono accorsi allo stand della Casa di pneumatici per vedere i nuovi pneumatici e fare incetta di gadget decretando così un enorme successo tra il pubblico. In pista invece i tecnici hanno lavorato sodo e in modo proficuo per dare ai piloti di Moto2 e Moto3 pneumatici performanti su uno dei tracciati più difficili del Campionato per la sua conformazione, che vanta un lungo rettilineo di oltre un chilometro, una serie di curve dalle diverse pendenze e temperature molto elevate.

Fin dalle prove è risultato evidente il lavoro dello staff Dunlop. In Moto3 per la prima volta in prova, i piloti hanno girato sui tempi della 125 confermando dunque l’aumento di prestazioni di moto e gomme. In Moto2 invece, Espargaro (1’52”369) ha abbassato di un secondo il precedente record appartenuto a Bradl.

A infiammare il pubblico italiano ci hanno pensato i piloti della Moto3, i primi a scendere in pista. Vinales, Fenati e Cortese a suon di giri veloci hanno preso il largo nei confronti del gruppo guidato da Antonelli, giocandosi così il successo. Ultimo giro da cardiopalma con Fenati bravo a prendere il comando alla violenta staccata della San Donato. Vinales ha risposto all’Arrabbiata 1 e si è riportato al comando, precedendo di 20 millesimi Fenati che ha tenuto alle spalle Cortese, terzo. Quattordicesimo Calia, alfiere Dunlop nel CIV Moto3 e wild card al Mugello.

La Moto2 ha invece visto Iannone protagonista. L’italiano ha recuperato dalle retrovie, si è agganciato al gruppo in lizza per la seconda piazza e poi a tre giri dalla fine ha completato la sua rimonta attaccando e passando Espargaro, in fuga. Andrea Iannone ha sfruttato al meglio le sue Dunlop ATR05 con mescola 3838 tenendo un passo gara velocissimo e costante fino alla fine, consentendogli di vincere il GP d’Italia davanti ai suoi tanti tifosi accorsi e abbassare il record sulla distanza della gara rispetto allo scorso anno a conferma dell’ottimo lavoro svolto da Dunlop. Sul podio con l’italiano Espargaro, secondo, e Luthi, terzo.

Nelle due categorie monofornitura Dunlop, Cortese comanda la Moto3 con 164 punti, nove in più di Vinales. In Moto2 leadership confermata per Marquez, 163 lunghezze, seguito da Espargaro e Iannone a 129 punti. Il prossimo appuntamento con la Moto2 e Moto3 è previsto il prossimo 19 agosto a Indianapolis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *