La nuova Audi TT Coupé

AudiMotori

Una vettura di culto, un’icona. La Audi TT subito dopo il suo debutto, nell’autunno 1998, ha conquistato il segmento delle coupé sportive e conferito nuova intensità al profilo del marchio Audi.
Audi TT Coupé
La seconda generazione di questo modello di successo è sinonimo di puro dinamismo: nel design, nelle prestazioni dei motori e nella guida su strada.

Il design degli esterni

La prima generazione della TT ha rappresentato una pietra miliare per il design automobilistico. Le sue linee tracciavano geometrie pure, chiare e rigorose. I motivi centrali erano il cerchio e gli archi descritti dalla linea del tetto, dal muso e dalla coda. Questa architettura senza tempo ha garantito alla Audi TT grande popolarità e ha rappresentato un momento decisivo nell’evoluzione del marchio Audi nel suo insieme.

La Audi, pur restando fedele al codice genetico messo a punto allora, ha ulteriormente perfezionato lo stile della vettura. Nella nuova TT i corpi geometrici si fondono e confluiscono l’uno nell’altro. I cristalli stretti e bassi, sorretti da montanti slanciati, poggiano su spalle larghe e forti. La carrozzeria sottostante trasmette un’impressione di compattezza, superiorità e forza.

Il frontale esprime, più che mai, una personalità forte e determinata. L’elemento stilistico di spicco è la griglia del radiatore single frame. Le generose prese d’aria lasciano intuire quale sia il potenziale dei motori; i fari dal taglio obliquo e le linee filanti sottolineano il temperamento dell’auto.

Audi TT Coupé

La parte posteriore della vettura, tipicamente TT, esprime con i suoi larghi passaruota potenza e dinamismo. I gruppi ottici, di cui è caratteristica anche la struttura interna, risultano di spiccata tridimensionalità. I possenti terminali di scarico, il largo diffusore e il retronebbia centrale richiamano il mondo delle gare.

A vettura ferma lo spoiler posteriore elettrico della nuova Audi TT Coupé assume l’aspetto di una discreta aletta. A 120 km/h si solleva automaticamente, aumentando così la deportanza sull’asse posteriore, per poi rientrare quando la velocità scende sotto gli 80 km/h. Anche la configurazione del sottoscocca contribuisce a ridurre la portanza.

Gli interni

Già la primissima TT risultò essere una delle poche coupé sul mercato con un design degli interni da vera sportiva. Anche nella nuova TT il dinamismo degli esterni trova riscontro nell’abitacolo.

Una linea slanciata unisce il rivestimento interno della porta con il cruscotto. Il cockpit riprende più volte il classico motivo circolare della TT, ad esempio nelle tre bocchette di aerazione. Tutte le linee si ricongiungono nella strumentazione del cruscotto con le sue due grandi scale che indicano velocità e numero di giri. Nuovo è il grande indicatore digitale della velocità nel display del sistema di informazione per il conducente.

Il nuovo volante sportivo di serie favorisce una presa perfetta. La robusta corona, rivestita in nappa finissima, è appiattita nel segmento inferiore, come nella Audi RS 4 e nello studio di vettura sportiva Le Mans quattro. I sedili sportivi per conducente e passeggero anteriore sono ancora più bassi rispetto al modello precedente e garantiscono una posizione di seduta molto sportiva e una salda tenuta laterale. Anch’essi naturalmente, così come il piantone dello sterzo, sono regolabili in lunghezza e altezza e offrono a ogni conducente una posizione di seduta perfetta e sportiva.

La carrozzeria

Anche la nuova Audi TT è una Coupé 2 posti + 2; la Roadster seguirà in un secondo momento. Il dinamismo che esprime è dovuto anche alle proporzioni modificate. Rispetto al modello precedente la Coupé è cresciuta di 137 mm in lunghezza e di 78 mm in larghezza, ma di soli 6 mm in altezza. Ora è lunga 4.178 mm, larga 1.842 mm e alta 1.352 mm. Il passo della TT è pari a 2.468 mm.

Audi TT Coupé

L’aumento di dimensioni è andato anche a vantaggio dell’abitacolo: in lunghezza è cresciuto di 75 mm, arrivando a 1.577 mm, mentre la larghezza anteriore e posteriore alle spalle è aumentata rispettivamente di 29 e di 23 mm, raggiungendo davanti i 1.352 e dietro i 1.206 mm complessivi. Il bagagliaio dotato di un ampio portellone offre 290 litri di volume. Abbattendo gli schienali posteriori giunge a 700 litri; la sua lunghezza di 1,70 m offre spazio per due sacche da golf. Con queste qualità pratiche la TT Coupé impone nuovi standard nella sua categoria.

La carrozzeria della nuova Audi TT è in struttura leggera ASF, acronimo di Audi Space Frame: si tratta dell’innovativa tecnologia per la realizzazione di carrozzerie in alluminio che la Audi ha creato agli inizi degli anni ‛90 per la prima serie della A8. La carrozzeria ASF unisce per la prima volta alluminio e acciaio. Rispetto alla carrozzeria l’alluminio costituisce il 69 percento del peso. I componenti in acciaio completamente zincati si trovano soprattutto nella zona posteriore del gruppo pianale. Le portiere e il portellone sono anch’essi in acciaio. Così si ottiene una distribuzione ottimale dei carichi sugli assi e in questo modo un ulteriore miglioramento di handling.

La carrozzeria grezza della TT pesa 206 chilogrammi, suddivisi in 140 kg di alluminio e 66 kg di acciaio; una struttura completamente in acciaio peserebbe il 48 percento in più. Il peso ridotto della carrozzeria è un fattore chiave per l’elevato dinamismo che caratterizza la nuova Coupé. La massa a vuoto della TT 2.0 TFSI non supera i 1.260 chilogrammi – un record nella sua categoria. Nella 3.2 quattro la massa a vuoto è di soli 1.410 chilogrammi.

Il nuovo ASF della Audi TT ha qualità degne in tutto e per tutto di una vettura sportiva. Rispetto al modello precedente la sua rigidità torsionale è aumentata del 50 percento circa. Anche per quanto riguarda la sicurezza in caso di impatto la nuova TT non ha accettato compromessi di sorta.

La tecnologia propulsiva

I due motori a benzina della nuova Audi TT, un quattro cilindri e un V6, sono montati trasversalmente. Entrambi garantiscono una ripresa potente e prestazioni eccellenti: grazie al loro rendimento questa Coupé può vantare prestazioni di marcia impressionanti.

Audi TT Coupé

Il cambio opzionale a doppia frizione S tronic e la trazione quattro per la motorizzazione V6 – entrambe le tecnologie sono uniche nel segmento delle coupé sportive – scaricano la potenza sull’asfalto in modo magistrale.

Il quattro cilindri contraddistinto dal logo TFSI eroga la sua potenza da una cilindrata di 1.984 cm3. Una giuria internazionale specializzata lo ha eletto due volte di seguito, nel 2005 e nel 2006, “motore dell’anno”: un riconoscimento che rende onore all’innovativo pacchetto tecnologico che lo caratterizza. La tecnologia TFSI unisce l’iniezione diretta di benzina FSI creata dalla Audi (e che sui circuiti con la R8 ha dimostrato in modo impressionante la propria superiorità) alla sovralimentazione: un’accoppiata vincente.

Il quattro cilindri reagisce brillantemente ai comandi dell’acceleratore ed è estremamente docile. Già a 1.800 giri sviluppa 280 Nm di coppia che rimangono costanti fino a 5.000 giri. La potenza nominale di 147 kW (200 CV) viene erogata, invece, tra i 5.100 e i 6.000 giri. Il 2.0 TFSI porta la Audi TT Coupé da 0 a 100 km/h in soli 6,4 secondi (nella versione con cambio a doppia frizione S tronic) per poi spingerla alla velocità massima di 240 km/h. I consumi sono in media di 7,7 litri di carburante ogni 100 chilometri.

Con i suoi 3.189 cm3 di cilindrata il V6 fornisce una potenza ancora maggiore. Sviluppa una coppia massima di 320 Nm, disponibile tra 2.500 e 3.000 giri, ed eroga una potenza di 184 kW (250 CV) a 6.300 giri.

Audi TT Coupé

Due le caratteristiche particolari di questo motore a corsa lunga: la regolazione continua di entrambi gli alberi a camme (di 52 gradi sul lato aspirazione e di 42 gradi sul lato scarico) e l’angolo tra le bancate estremamente ridotto, pari a soli 15 gradi.

Durante la marcia il V6 3.2 rivela una potente ripresa e una spiccata elasticità. Affascina inoltre, a ogni regime, con le sue piene sonorità che sottolineano soprattutto l’acustica prodotta dal propulsore in fase di aspirazione. La TT 3.2 quattro accelera da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi (con S tronic). La velocità massima è di 250 km/h (autolimitata) e i consumi medi sono di 9,4 litri per 100 chilometri.

Quanto alla trasmissione, di serie è previsto un cambio manuale a sei marce con scatola a peso ridotto, in magnesio. Una delle più importanti caratteristiche della TT, che le assicura una posizione di rilievo tra le concorrenti, è il cambio opzionale a doppia frizione S tronic. Grazie alla tecnica della doppia frizione, i cambi marcia non interrompono il flusso della forza motrice e avvengono in appena 0,2 secondi. Il conducente può intervenire manualmente sui cambi di marcia premendo leggermente la leva del cambio oppure tirando a sé uno dei bilancieri dietro il volante, come nelle macchine da corsa.

La TT con motore a quattro cilindri è a trazione anteriore; la versione con motore V6, invece, è dotata di trazione permanente quattro che si serve di una frizione a lamelle a gestione elettronica e azionamento idraulico. Per migliorare la ripartizione del peso tra gli assi, la frizione è posizionata nella parte posteriore della vettura. Rispetto al dispositivo montato sul modello precedente sono stati perfezionati la struttura meccanica e la regolazione. In condizioni normali la frizione scarica l’85 percento della coppia sulle ruote anteriori, ma in casi estremi può trasferire anche il 100 percento della forza a uno solo dei due assi.

Il telaio

Anche l’assetto sportivo della nuova TT Coupé esprime un elevato dinamismo. Le ragioni vanno individuate, oltre che nel baricentro ribassato di 9 mm, nel sofisticato layout. Il telaio dinamico Audi è il risultato di una nuova calibratura. Gli obbiettivi perseguiti erano l’allargamento dell’interasse, una maggiore sezione delle ruote per diametri da 16 a 19 pollici e ampie modifiche delle caratteristiche di elastocinematica.

Le sospensioni anteriori sono incernierate su una traversa assiale in alluminio. L’interasse è di 1.572 millimetri. Un gruppo cremagliera funge da sterzo dosando la servoassistenza elettromeccanica in base alla velocità. Lo sterzo si distingue per la sua trasmissione diretta e l’elevata precisione.

Una novità rispetto alle sospensioni a bracci interconnessi del modello precedente è l’assale posteriore a quattro bracci con interasse di 1.558 mm. Su quest’ultimo le molle elicoidali sono separate dagli ammortizzatori. I bracci longitudinali assorbono le forze del motore e dei freni e, per un maggior comfort, hanno una taratura relativamente morbida. Per contro i tre bracci trasversali per ciascuna ruota sono collegati rigidamente per trasmettere con precisione le forze trasversali alla carrozzeria.

La TT 2.0 TFSI monta cerchi da 16 pollici in fusione d’alluminio e calza pneumatici 225/55 R 16. La 3.2 quattro ha cerchi in lega leggera fucinati da 17 pollici e calza pneumatici di formato 245/45 R 17. La Audi TT è dotata su tutte le ruote di freni a disco di nuova progettazione e grandi dimensioni. Le nuove pastiglie dei freni hanno un coefficiente di attrito particolarmente alto, che si traduce in una migliore risposta e in un maggior rendimento. Il sistema elettronico di controllo della stabilizzazione ESP di nuova progettazione è calibrato per uno stile di guida dinamico e agevola il comportamento autosterzante neutro o leggermente sottosterzante della TT. Questa caratteristica sportiva si traduce in agilità entusiasmante, massimo divertimento al volante e in un comportamento di guida superiore.

Audi TT Coupé

È disponibile come optional il sistema di ammortizzatori high tech Audi magnetic ride; una tecnologia innovativa che risolve il vecchio conflitto tra comfort e dinamismo. Nei pistoni degli ammortizzatori della TT non circola un olio tradizionale, ma un fluido magnetoreologico che contiene microscopiche particelle magnetiche. Applicando una tensione queste, nel giro di pochi millisecondi, modificano la caratteristica di smorzamento. A seconda della situazione di marcia e dell’andatura impostata dal guidatore, questo sistema adattativo assicura al tempo stesso un comfort di rotolamento sorprendente e un dinamismo decisamente sportivo con una perfetta stabilizzazione del rollio. Il conducente inoltre può scegliere tra i programmi di base “normale” e “sport” tramite un interruttore. Nessuna concorrente della TT è in grado di offrire una soluzione altrettanto ambiziosa e tecnologicamente così avanzata.

Gli equipaggiamenti di serie

Gli equipaggiamenti di serie della TT rispecchiano il carattere sportivo della Coupé. L’abitacolo presenta inserti grigi e vari elementi in look alluminio. I sedili sportivi (nella motorizzazione a quattro cilindri con rivestimenti in tessuto e nella versione V6 quattro con rivestimenti in pelle e Alcantara e riscaldabili) sono regolabili in lunghezza e altezza; il volante sportivo è rivestito in pelle nappa. Il climatizzatore automatico regola il riscaldamento e la ventilazione in base alla posizione del sole. Il sistema di informazioni per il conducente e l’impianto audio “Chorus” completano l’allestimento di serie del cockpit. Gli schienali dei sedili posteriori della TT sono sdoppiabili in misura 50:50 e ribaltabili. Nel bagagliaio sono integrati quattro occhielli di ancoraggio.

Gli equipaggiamenti a richiesta

Per gli interni della nuova TT sono disponibili rivestimenti dei sedili in pelle e tre pacchetti pelle, a cui si affianca un ulteriore pacchetto per elementi di comando in estetica alluminio. A richiesta i sedili anteriori sono dotati di regolazione elettrica. Il pacchetto vani comprende alloggiamenti portaoggetti sotto i sedili anteriori e reti per l’abitacolo e il bagagliaio. È inoltre ordinabile, per il fissaggio di seggiolini per bambini, un pacchetto Isofix.

Il sistema acustico di assistenza al parcheggio Audi parking system facilita le manovre di parcheggio in retromarcia; le luci di svolta dinamiche disponibili nel pacchetto con luci Xenon plus e luci diurne (queste ultime sono di serie nella
3.2 quattro) migliorano nettamente la visibilità in curva grazie ai fari orientabili. Cerchi con pneumatici per la marcia d’emergenza, un indicatore di controllo della pressione degli pneumatici, l’impianto lavafari e l’impianto antifurto sono ulteriori elementi che aumentano la sicurezza della vettura.

L’infotainment della nuova Audi TT Coupé presenta tecnologie completamente nuove. Il sistema di navigazione – con comandi comfort per la gestione del telefono e display monocolore da sei pollici – si ispira al ben noto e apprezzato sistema MMI presente sulle Audi A6, A8 e Audi Q7.

Nella nuova TT debutta inoltre una generazione ultramoderna di impianti radio. Il loro denominatore comune è una migliore ricezione della modulazione di frequenza e comandi semplici e intuitivi. Agli impianti radio possono essere abbinati tre eccellenti sound system. Per i cellulari è disponibile nella nuova Audi TT un set universale con interfaccia Bluetooth nella consolle centrale.
Audi TT Coupé

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

1 Commento

  1. AlessandroA.C. ha detto:

    semplicemente stupenda chi me la regala? se qualcuno vole farlo mi contatti su [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *