Mercedes-Benz guarda al futuro con la Vision AVTR

Mercedes-BenzMotori

Sulla strada verso la mobilità del futuro, Mercedes-Benz è un pioniere che va ben oltre la realizzazione puramente tecnica dell’automobile dal punto di vista odierno. Al contrario, i suoi esperti anticipano diverse prospettive e tendenze sociali. Con la VISION AVTR, Mercedes-Benz sta dimostrando una visione sostenibile della mobilità a zero emissioni, anche in termini di tecnologia di azionamento.

Con i suoi quattro motori elettrici ad alte prestazioni posizionati sulle singole ruote, LA VISION AVTR incarna un’implementazione particolarmente agile della visione di una berlina di lusso dinamica. Con una potenza del motore combinata di oltre 350 kW, VISION AVTR stabilisce un nuovo punto di riferimento per EQ Power. Grazie alla distribuzione intelligente e completamente variabile della coppia, la potenza dei quattro motori completamente controllabili individualmente è gestita solo nel miglior modo possibile in termini di dinamica di guida, ma soprattutto in modo altamente efficiente. L’innovativa trazione integrale con torque vectoring consente mobilità completamente nuove e garantisce dinamiche di guida ai massimi livelli, fornendo allo stesso tempo la migliore sicurezza attiva possibile. Ciò significa che ogni ruota può essere guidata separatamente e a seconda della situazione di guida. Grazie alla possibilità di gestire asse anteriore e posteriore contemporaneamente o in modi opposti, VISION AVTR può muoversi lateralmente di circa 30 gradi, a differenza dei veicoli convenzionali. Il cosiddetto “movimento del granchio” conferisce al concept vehicle un aspetto simile a un rettile anche nel suo movimento.

Tecnologia di batterie organiche ad alta energia e struttura flessibile

Il VISION AVTR è stato progettato in linea con la sua innovativa trazione elettrica. Questo si basa su una batteria ad alta tensione particolarmente potente e compatta. Per la prima volta, la rivoluzionaria tecnologia delle batterie si basa sulla chimica delle cellule organiche a base di grafene ed elimina così completamente elementi preziosi, tossici e costosi come i metalli. L’elettromobilità diventa così indipendente dalle risorse fossili. Una rivoluzione assoluta è anche la riciclabilità al 100% mediante compostaggio. Di conseguenza, Mercedes-Benz sottolinea l’elevata rilevanza di una futura economia circolare nel settore delle materie prime.

Oltre a una densità di energia esponenzialmente elevata – rispetto agli odierni sistemi di batterie con un massimo di 1200 Wh/litro – la tecnologia impressiona anche con la sua eccezionale capacità di ricarica rapida tramite la tecnologia automatizzata e conduttiva. Ciò significa che la batteria si ricarica completamente in meno di 15 minuti. L’innovativa tecnologia consente anche la massima flessibilità per quanto riguarda lo spazio di costruzione: Con un minimo spazio di 94 mm, la batteria si adatta idealmente al concetto di veicolo spaziale condiviso, massimizzando così l’interno multifunzionale. Con una capacità di circa 110 kWh, VISION AVTR consente un’autonomia elettrica di oltre 700 chilometri. Recuperando durante il roll-out e la frenata, la batteria ad alta tensione può essere ricaricata durante la guida con una maggiore efficienza rispetto a sistemi tradizionali, contribuendo così ad all’elevata efficienza energetica dell’intero sistema.

Il vero potenziale di questa tecnologia è attualmente nella ricerca di base. Nel suo complesso, VISION AVTR segna un altro passo importante verso una mobilità sostenibile a zero emissioni nella classe del lusso. Con la concept car, Mercedes-Benz sta mostrando possibilità completamente nuove per rendere le automobili grandi e lussuose commercializzabili e compatibili dal punto di vista ambientale e sociale in futuro.

Capolavoro dell’efficienza

In Mercedes-Benz, la considerazione dell’efficienza va ben oltre il concetto di funzionamento, perché con l’aumento della digitalizzazione, vengono contemplate anche le prestazioni del gran numero dei cosiddetti gruppi secondari, con la rispettiva fornitura di energia, senza influire negativamente sulla potenza di guida del veicolo stesso. Il consumo di energia per operazione di elaborazione è già un obiettivo chiave nello sviluppo di nuovi chip per computer. Questa tendenza continuerà nei prossimi anni con la crescita dei sensori e dell’intelligenza artificiale nel settore automobilistico. L’approccio neuro-ispirato del VISION AVTR, incluso il cosiddetto hardware neuromorfico, promette di ridurre al minimo il fabbisogno energetico di sensori, chip e altri componenti a pochi watt. Il loro approvvigionamento energetico è fornito dalla corrente memorizzata nella cache delle piastre solari integrate sul retro del VISION AVTR. I 33 elementi di superficie multidirezionalmente mobili fungono da “lembi bionici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *