Mongol Rally, Nilox Foolish per il Big Mamas Team

NiloxTecnologia

Al via da sabato 21 luglio il Mongol Rally, una delle corse più famose e bizzare del mondo: nato nel 2004 per scopi benefici, non prevede vittoria ma il raggiungimento del traguardo. 14.000 chilometri di avventura, senza supporti tecnici, fino a Ulan Bator in Mongolia e due sole condizioni: il mezzo con cui si partecipa deve essere stato immatricolato dopo il 2003 e con cilindrata inferiore ai 1200 cc e la quota partecipativa viene devoluta in beneficenza. Quest’anno il ricavato sarà a favore di Lotus Children, Ong internazionale impegnata nel sostegno scolastico e sanitario dei bambini mongoli. Lo scopo del rally è infatti da sempre l’aiuto concreto alla popolazione autoctona, sia attraverso la raccolta fondi che con l’omaggio dei mezzi e le attrezzature che hanno accompagnato i partecipanti durante il viaggio.

Il Mongol Rally 2012 vedrà in corsa un team speciale, le Big Mamas: 4 ragazze tra i 23 e i 30 anni, di Segrate, in partenza a bordo di una Panda del 2003 e munite di una compagna di viaggio speciale: la action cam Nilox Foolish. Una folle corsa che attraversa due deserti insomma, che verrà documentata passo a passo dalla videocamera in hd di Nilox adatta alla riprese in movimento.

Il team è composto da Alessandra, Elena, Giulia e Simona, che hanno scelto di dividere tra Lotus Children’s e Save The Children i fondi raccolti e quelli che proverranno dalla vendita del mezzo a fine gara. L’itinerario del rally è assolutamente libero e la squadra femminile ha così pianificato le tappe del viaggio: partenza da Milano verso la Slovenia, per attraversare poi Ungheria e Ucraina fino ad arrivare in Russia, seguendo parte del tracciato della Transiberia, piegando poi verso Sud per attraversare internamente il Kazakistan.

L’ingresso in Mongolia avverrà da ovest e permetterà al team di addentrarsi nel deserto del Gobi, fino al raggiungimento della meta, previsto dopo circa un mese. Come tutte le avventure però gli imprevisti sono la regola, il percorso dipenderà quindi dalle condizioni delle strade e del veicolo.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *