Nuovo Sprinter Mercedes-Benz

CitroënMotori

Dopo undici anni e oltre 1,3 milioni di esemplari venduti è giunto il momento tanto atteso: si rinnova completamente lo Sprinter Mercedes-Benz, leader in Europa nel segmento dei veicoli commerciali da 3,5 t di peso totale a terra.
Sprinter Mercedes-Benz
La divisione Veicoli Commerciali Mercedes-Benz ha investito circa 1,8 miliardi di euro nel nuovo Sprinter arricchendolo di numerose innovazioni che lo renderanno ancora una volta un punto di riferimento nella categoria.

Il lancio è previsto in Italia per il 2° quadrimestre 2006.

Una nuova era per il design dei veicoli commerciali
Un look dinamico e sobrio, un design in grado di coniugare forma e funzionalità. Già esteticamente il nuovo Sprinter inaugura una nuova era nel suo segmento. Il nuovo Sprinter riprende il tipico stile Mercedes-Benz, arricchendolo delle caratteristiche tecniche di un veicolo commerciale. I proiettori e le fenditure per l’aria di raffreddamento conservano l’aspetto tipico del marchio. La linea laterale dinamica, gli ampi gruppi ottici posteriori e la parte posteriore rientrante nella parte bassa del veicolo, pur essendo stilemi tipici Mercedes-Benz, si segnalano per la loro spiccata originalità. Il nuovo Sprinter presenta la Stella nella parte anteriore, su una modanatura quasi scultorea e sulla parte posteriore al centro delle due porte.
Un numero di versioni senza precedenti
È difficile parlare del nuovo Sprinter senza citare la varietà di modelli disponibili: considerando solo le diverse configurazioni di passi, lunghezze, altezze, pesi, carrozzerie, motorizzazioni e cambi si ottengono circa 400 versioni base. Lo Sprinter è disponibile in tre passi (3.250/3.665/4.325 mm) e quattro lunghezze (da 5.245 a 7.345 mm) per le versioni Furgone. A queste si aggiungono le versioni con tetto normale, alto ed il nuovo tetto super-alto. Nelle versioni da 3,0 a 5,0 t di P.T.T., con o senza assale posteriore a ruote gemellate secondo le versioni, il nuovo Sprinter copre tutti i segmenti più significativi della categoria.
La gamma è pressoché infinita. La versione furgone, ad esempio, è disponibile in numerose versioni (da 7,5 fino a 17 m_ di volume di carico). Il nuovo Sprinter non si distingue solo per il numero di versioni sorprendentemente ampio, esso raggiunge livelli d’eccellenza anche grazie alla larghezza di carico, che può arrivare fino ai 1.300 mm dell’ampia porta scorrevole ed una larghezza tra i passaruota di 1.350 mm nella versione con assale posteriore a ruote singole.
Ampia gamma di equipaggiamenti di serie, allestimenti a richiesta personalizzati
Anche la dotazione di serie del nuovo Sprinter rappresenta un parametro di riferimento per la sua categoria: numerosi dettagli, a cui si aggiungono alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata con telecomando, airbag lato conducente, cambio a sei marce, retrovisore grandangolare e ADAPTIVE ESP¨. Inoltre, lo Sprinter convince anche per l’alta qualità dei materiali e per la lavorazione accurata. I nuovi sedili con regolazione continua dell’altezza (lato conducente) offrono una seduta ergonomica ed un ottimo sostegno. A richiesta per i veicoli impiegati nel settore dei corrieri espressi sono disponibili sedili ribaltabili.
Per chi lo desidera ora il volante dello Sprinter è regolabile anche in altezza ed inclinazione. La regolazione orizzontale ottimizzata dei sedili e il maggior spazio alla testa offrono una notevole libertà di movimento e maggior comfort. La versione di base del modello a cabina doppia dispone di quattro porte.

Esemplare nell’ergonomia e nel comfort di guida
Nella consolle centrale, che non mancherà di attirare l’attenzione dei passeggeri, trovano posto anche i tre ripiani DIN, un portabevande e il quadro interruttori. A seconda degli equipaggiamenti presenti sul veicolo, il conducente legge facilmente la strumentazione circolare del tachimetro e del contagiri. Chi invece opterà per il volante multifunzione, potrà richiamare molte informazioni aggiuntive sul grande display del quadro strumenti HighLine.
Un sistema di ripiani assolutamente inedito garantisce il massimo comfort per il conducente. I vani nelle portiere possono accogliere bottiglie di grosse dimensioni. A questi si aggiungono ampi ripiani a tre comparti sulla plancia ed un ripiano sul parabrezza sia dal lato del conducente che del passeggero anteriore. In presenza del climatizzatore, anche il vano portaoggetti viene raffreddato. Un’altra novità del nuovo Sprinter è l’ampio ripiano sul sedile del conducente con tetto alto.
Motori diesel ad alta tecnologia, potenti ed ecologici
Grazie alle sue motorizzazioni, il nuovo Sprinter fissa ancora una volta nuovi parametri di riferimento per il settore dei veicoli commerciali. La versione base è rappresentata dal motore turbo diesel CDI OM 646 a quattro cilindri e 2.148 cm_ di cilindrata, ora disponibile in quattro livelli di potenza, da 65 kW (88 CV) a 110 kW (150 CV). Fra i vantaggi di questi motori si annoverano, oltre ai consumi ridotti, anche un’ottima capacità di ripresa già a bassi regimi. A seconda della versione questi motori spiccano anche per la sovralimentazione a due stadi, un’altra novità inedita per un veicolo commerciale. Due turbocompressori ad accensione sequenziale garantiscono alte prestazioni e la massima coppia a tutti i regimi.

Fra i propulsori ad accensione spontanea, quello più potente è l’OM 642, un sei cilindri da 3,0 l di cilindrata con una potenza di 135 kW (184 CV) ed una coppia massima di 400 Nm. Se i quattro cilindri sono già particolarmente apprezzati per la loro moderna tecnologia, il V6 raggiunge un livello ancora più avanzato grazie al basamento in alluminio, ad un contralbero di equilibratura e a due alberi a camme in testa per bancata.
Tutti i motori diesel sono poco inquinanti e ottemperano alla norma Euro 4 o EU4/III. Inoltre, sono dotati di serie di filtro antiparticolato. Gli intervalli di cambio olio ogni 40.000 km, grazie al sistema di manutenzione Assyst, possono essere ulteriormente prolungati in funzione dell’effettivo utilizzo del veicolo.

Una nuova dimensione: il motore benzina da 190 kW (258 CV)
Il motore benzina M 272 V6 apre nuovi orizzonti in termini di potenza sviluppando 190 kW (258 CV) da una cilindrata di 3,5 cm_ e superando così brillantemente tutti gli standard finora presenti in questo segmento. Il propulsore high-tech non si segnala solo per l’erogazione di potenza, ma anche per la straordinaria silenziosità di marcia. La trasmissione sul retrotreno è affidata a un cambio automatico a cinque marce, disponibile a richiesta anche per i motori diesel che adottano di serie un cambio manuale a sei marce. Fino a tre trasmissioni al ponte per modello consentono un progressivo adattamento dello Sprinter alle più varie esigenze.

Assetto innovativo, ADAPTIVE ESP¨ di serie con funzioni ottimizzate
L’assetto di questo veicolo a trazione posteriore è in grado di far fronte sia alle alte sollecitazioni della trazione, che alle variazioni di peso indotte dallo stato di carico. Rispetto al modello precedente si nota subito il comportamento di marcia neutro con una leggera tendenza sottosterzante che garantisce quindi un miglior controllo. L’avantreno presenta una nuova molla a balestra in plastica rinforzata con fibra di vetro, mentre il retrotreno è equipaggiato con molle paraboliche di nuova concezione.
Tutti i modelli, inclusi gli autotelai, sono equipaggiati di serie con l’ADAPTIVE ESP¨, un Electronic Stability Program (ESP¨) di ultima generazione. Oltre ai noti parametri, questo sistema dispone ora anche di un sistema di rilevamento delle masse e del baricentro. Grazie a questa e ad altre innovative funzioni, l’ADAPTIVE ESP¨ è in grado di reagire in modo più mirato e sensibile alle sterzate critiche. Una funzione supplementare a richiesta dell’ADAPTIVE ESP¨ è rappresentata dal sistema di assistenza in fase di partenza (AAS), che evita l’arretramento del veicolo quando si passa dal freno all’acceleratore. Dopo aver lasciato il freno di servizio, il sistema AAS mantiene la pressione frenante fino a 2 secondi, consentendo di effettuare senza problemi la partenza in salita.
Tutti gli Sprinter sono dotati di cerchi da 16 pollici, una condizione essenziale per montare dischi di grosso diametro. Come nella versione precedente, per veicoli fino a 3,5 t di P.T.T. ed assale posteriore a ruote singole, i dischi anteriori sono autoventilanti. In futuro saranno disponibili dischi autoventilanti per le ruote posteriori anche per le versioni da 3,5 t, 4,6 t e 5,0 t di P.T.T. ed asse posteriore a ruote gemellate. Ciascuna ruota anteriore dispone di pinze dei freni a due pistoncini.

Novità assoluta: pneumatici Super Single per veicoli commerciali
Un’ulteriore innovazione è rappresentata dagli pneumatici Super Single sull’asse posteriore per la versione da 3,5 t e 4,6 t. di P.T.T. Rispetto alla versione a ruote gemellate, questi pneumatici 285/65 R 16 C sono meno ingombranti, aumentano lo spazio per il carico passante fra i passaruota nella versione furgonata e riducono la resistenza al rotolamento.

Sprinter Mercedes-Benz

Sicurezza passiva e di ancoraggio del carico
L’esemplare sicurezza passiva dello Sprinter è stata ulteriormente perfezionata nel nuovo modello. Oggi ogni sedile dispone di cinture di sicurezza a tre punti e di poggiatesta regolabili in altezza, oltre a limitatori della forza di ritenuta delle cinture. Inoltre, il sedile del conducente e del passeggero anteriore esterno sono dotati di pretensionatore.
L’airbag per il conducente è di serie, mentre a richiesta è possibile avere l’airbag per il passeggero, gli airbag per il torace e i windowbag.
Garantire una sicurezza passiva ai massimi livelli è sempre stato uno degli imperativi Mercedes-Benz. Ed anche lo Sprinter dimostra questa vocazione: in caso di impatto esso può assorbire l’energia in modo mirato su longheroni e catena cinematica. Grazie a sistemi di riparazione intelligenti, come il modulo frontale imbullonato o la cosiddetta mascherina per la sostituzione di segmenti di longherone e alle paratie laterali divise in settori, è possibile ridurre notevolmente i costi di riparazione in caso di incidente.
Le ampie modanature di protezione laterali evitano danni costosi causati da piccoli incidenti. Anche l’ancoraggio del carico è stato rivisto a bordo del nuovo Sprinter. Di serie lo Sprinter adotta occhielli di ancoraggio e, nella versione Furgone una paratia divisoria in acciaio con un rivestimento del pianale di legno nel vano di carico. Questi equipaggiamenti vengono integrati a richiesta con guide di ancoraggio nel pianale e da guide di ancoraggio supplementari laterali all’altezza del petto e sotto il telaio del tetto.

Efficace protezione anticorrosione grazie al bagno a rotazione
Mercedes-Benz produce lo Sprinter negli stabilimenti di Dusseldorf (Furgone e Kombi) e di Ludwigsfelde, vicino a Berlino, (autotelaio e cassone). In entrambi gli stabilimenti si riserva particolare importanza alla lavorazione ed alla qualità. Molti elementi del telaio e della carrozzeria sono saldati al laser. Rispetto al modello precedente, è aumentata in modo significativo la quantità di lamiere zincate. L’accurata chiusura dei cordoni di saldatura, le protezioni antipietrisco nelle zone più sensibili e la protezione del sottoscocca garantiscono una lunga durata ed il mantenimento nel tempo del valore del veicolo.
Particolarmente interessante è il nuovo procedimento anticorrosione adottato nello stabilimento di Ludwigsfelde. Questa tecnica chiamata “RoDip” o immersione a rotazione consiste nel far ruotare le scocche delle carrozzerie attorno al loro asse trasversale in ogni bagno di pretrattamento che include anche la verniciatura cataforetica per immersione. Il RoDip garantisce una verniciatura impeccabile di tutte le lamiere e delle cavità. In virtù di procedure di produzione così accurate, Mercedes-Benz è in grado di rilasciare per tutti i modelli dello Sprinter una garanzia di fabbrica di due anni. Nell’utilizzo commerciale la garanzia si estende al secondo anno del veicolo e fino ad un chilometraggio di 200.000 km. A questa si somma una garanzia di dodici anni contro la corrosione passante.

Luci e visibilità ai massimi livelli grazie ai proiettori bixeno, una première assoluta per questa categoria fra gli equipaggiamenti a richiesta
Ai fari alogeni con lampadine H7 di serie ulteriormente potenziati, le cui prestazioni risultano di per sé già eccellenti, sono state abbinate luci di posizione nei proiettori che concorrono ad aumentare la sicurezza. I proiettori bixeno, a richiesta, aprono una nuova dimensione nella tecnica d’illuminazione dei veicoli commerciali e sono abbinati ai fari statici con funzione di assistenza alla svolta, entrambi una novità per i veicoli commerciali del segmento dello Sprinter.
A richiesta è disponibile anche un sensore luci e pioggia. A seconda dell’intensità della pioggia e della visibilità dei cristalli, il sensore regola i tergicristalli nella modalità di funzionamento continuo. I sensori per l’accensione e lo spegnimento automatico delle luci di marcia registrano le condizioni di luminosità nella zona circostante e antistante il veicolo, assicurando un’illuminazione sempre perfetta in qualsiasi situazione.
I nuovi retrovisori esterni, dotati di specchi grandangolari supplementari da entrambi i lati garantiscono un’ottima visibilità posteriore e quindi maggior sicurezza. Nel corpo dello specchietto sono integrati gli indicatori di direzione per una ottimale segnalazione. Nelle versioni chiuse con finestrini posteriori sono disponibili lunotti termici (di serie per la versione Kombi) e, a richiesta, il tergilunotto.

Keyless Entry and Slide: azionamento porte senza chiavi, fra gli equipaggiamenti a richiesta
Saranno disponibili ulteriori equipaggiamenti a richiesta in grado di semplificare il lavoro del conducente, come la chiusura servoassistita elettrica delle porte ed in particolare l’innovativo sistema Keyless Entry and Slide, particolarmente interessante per i corrieri espressi che dovendo trasportare pacchi si trovano spesso con entrambe le mani impegnate. Quando il conducente si avvicina al veicolo si sblocca la porta del conducente o si apre la porta scorrevole a seconda della direzione in cui egli si sta dirigendo. Se il conducente si allontana dal veicolo, il Keyless Entry blocca la porta del conducente o chiude la porta scorrevole. Per il modello furgonato è disponibile anche una versione con porta scorrevole nella paratia divisoria tra cabina e vano di carico, interessante soprattutto per il settore dei corrieri espressi.

Altre interessanti versioni allo studio
Con il lancio del nuovo Sprinter si inaugura una gamma destinata ad arricchirsi di molte altre versioni. Per l’anno prossimo ad esempio è prevista l’uscita di un autotelaio con telaio ribassato che non mancherà di destare l’interesse dei costruttori di Autocaravan. Inoltre, sono allo studio modelli con trazione integrale, la versione furgone con paratia divisoria sul montante C ed il camper James Cook con sovrastruttura Westfalia Van Conversion.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

1 Commento

  1. gbsevice ha detto:

    mi dispiace ma non sono daccordo mi si e rotta la catena di distribuzione a 236 ,000 km dopo la garanzia con sostituzione motore mercedes non iterviene a contributo nonostante non danno interventi sulla catena per la manutenzione o sostituzione a tot mila km e un vergogna gianni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *