River to River, sguardo sul Pakistan

Cinema

Giunto al suo penultimo giorno, mercoledì 10 dicembre, River to River Florence Indian Film Festival propone il secondo gruppo di cortometraggi in concorso, con tre storie di rottura: un messo comunale che al suo ultimo annuncio scopre una triste verità (Aakhiri Munadi – The Last Announcement di Ahsan Bakhsh), una ex ragazzina ribelle alle prese con il mondo del lavoro (Beast di Geeta Malik), e una morte inattesa che sconvolge gli equilibri sociali di un piccolo villaggio (Funérailles di Subarna Thapa).
Funérailles
La giornata prosegue con il documentario in concorso The Legend of Shiva and Parvati del giovane regista Krishna Saraswati, che ci narra la storia d’amore tra la madre, un hippie tedesca, e il padre, un guru indiano, paragonandola a quella tra Shiva e Parvati.

Il primo spettacolo della sera consiste nella proiezione del bellissimo e intenso film pakistano Khuda Kay Liye (In the Name of God) di Shoaib Mansoor, in cui si raccontano le vicende di due fratelli che tra il Pakistan, Londra e gli Stati Uniti si trovano a fronteggiare l’integralismo islamico e la diffidenza del mondo occidentale.

MERCOLEDÌ 10 DICEMBRE

Indian Shorts 2 ● 17.00
Aakhiri Munadi (The Last Announcement) IN 2008 (15’) di Ahsan Bakhsh
Beast USA 2007 (16’) di Geeta Malik
Funérailles FR/NP 2007 (20’) di Subarna Thapa
Concorso documentari ● 18.00
The Legend of Shiva and Parvati DE 2008 (85’), di Krishna Saraswati
Concorso lungometraggi ● 20.30
Khuda Kay Liye (In the name of God) PK 2007 (126’), di Shoaib Mansoor
Concorso lungometraggi ● 23.00
Mumbai Meri Jaan
IN 2008 (140’), di Nishikant Kamat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *