Seat Ibiza Vaillante al Salone di Ginevra 2006

MotoriSeat

Basta uno sguardo alla SEAT Ibiza Vaillante per sentirsi come il protagonista di un libro di fumetti.
Ibiza Vaillante
Questo è stato l’obiettivo che ha spinto il Centro Stile del Marchio di Martorell a creare questa vettura: dare a chi la ammira la sensazione di possedere un’automobile ‘fantastica’ per volare con la mente ed essere protagonisti di appassionanti avventure.

Questo è il motivo per cui la SEAT non intende produrre la Vaillante in serie, né prevede di commercializzarla in futuro. Non si tratta neanche dell’anticipazione di una nuova generazione della Ibiza. E’ semplicemente una ‘vettura virtuale’ la cui missione è contribuire all’immagine più sportiva e giovane della Marca e supportare il lancio della nuova SEAT Ibiza 2006.

La sua presenza al Salone di Ginevra ha lo scopo di attrarre i visitatori sullo stand SEAT non per vedere una ‘show car’ nata dalla fantasia, ma una vettura sviluppata sull’attuale modello Ibiza, che potrebbe essere la prima compatta del famoso pilota dei fumetti Michel Vaillant.

Ibiza Vaillante

E’ proprio una vettura uscita dalle pagine dei fumetti. Luc Donckerwolke, Direttore del Centro Stile della SEAT e la sua squadra hanno voluto creare con la Vaillante una Ibiza che si ispira chiaramente al mondo fantasioso dei fumetti, un’estremizzazione del concetto Ibiza che vuole significare una vettura giovane che potrebbe esistere nei fumetti. Ed è così che si è deciso di utilizzare il fumetto – un linguaggio comunicativo abituale tra i giovani – per mostrare al pubblico una Ibiza per coloro che amano l’avventura.

Nella Vaillante si uniscono due aspetti: l’immagine della SEAT – che suscita emozione, sportività, gioventù e l’orgoglio di essere l’unica Marca spagnola – e l’immagine di Michel Vaillant, un eroe dei fumetti sempre leale che da più di cinquant’anni entusiasma con le sue vicende gli appassionati dello sport automobilistico.

La Ibiza Vaillante è un’autentica ‘show car’ nella quale si è giocato solo con lo spirito della Marca, non con considerazioni valide per la produzione e commercializzazione. Per crearla, il Centro Stile della SEAT si è basato su un prototipo unico della SEAT Sport, una Ibiza molto speciale con asse anteriore e posteriore diversi, più larghi di 40 millimetri, cerchi da 19 pollici di diametro e 8,5 pollici di larghezza e pneumatici 235/35 R 19.

Ibiza Vaillante

Una Ibiza da 240 CV solo per Vaillant

Su questa base è stata realizzata la scocca della Ibiza Vaillante, alla quale è stato abbinato un motore a quattro cilindri e 1.8 litri di capacità, alimentato da un turbocompressore, che deriva da quello montato sulla versione precedente della Leon Cupra. La differenza principale tra le due meccaniche è che quella montata sulla Leon eroga una potenza di 225 cavalli, mentre quella della Ibiza Vaillante ne eroga 240.

La Vaillante, dunque, si aggiudica il titolo di vettura più estrema realizzata sulla base della Ibiza. Sottoposta a una cura ‘energizzante’, mette pienamente in risalto il suo aspetto sportivo e sottolinea quale sia l’obiettivo che ha contraddistinto la Ibiza fin dal giorno del suo debutto nel 1984 e che, senza dubbi, segnerà anche il futuro della nuova gamma: ancora più sportiva.
Geni da competizione

Per il suo design, la Ibiza Vaillante sembra proprio una delle automobili dell’eroe dei fumetti. Le forme e l’aspetto molto sportivo e aggressivo lo testimoniano. Anche il colore della carrozzeria, un azzurro con effetto metallizzato perlato è molto simile al tipico colore azzurro francese che si usava per le auto da competizione nonché il colore che caratterizza le vetture utilizzate da Michel Vaillant nelle sue avventure.

Sebbene nel suo aspetto ricordi la Ibiza, l’estetica è completamente diversa nella linea di cintura fino alla parte inferiore della carrozzeria. La Vaillante possiede un frontale più lungo, più marcato, personalizzato dai nuovi fari e da un’ampia presa d’aria che occupa tutta la larghezza del paraurti dalle forme rinnovate. Costituita da una trama reticolare, la presa d’aria mostra sul lato destro, dall’alto fino al basso, una grande lettera ‘V’ (di Vaillante) decorativa che indica l’inequivocabile appartenenza della vettura al mondo dei fumetti.

Ibiza Vaillante

La SEAT Ibiza Vaillante sfoggia una “muscolatura” molto sviluppata dovuta soprattutto alle forme dei passaruota anteriori e posteriori molto voluminosi e alla linea di cintura messa in evidenza. Nei passaruota anteriori risaltano le prese d’aria verticali di raffreddamento.
A conferirle quell’aspetto robusto e sportivo contribuiscono molto l’assetto della carrozzeria che è stata ribassata di oltre 40 millimetri e le ruote di grandi dimensioni. I cerchi sono a cinque raggi con elementi geometrici triangolari.

La vista laterale della Ibiza Vaillante si completa con gli specchietti retrovisori posti sulla superficie delle portiere, come sulla León. Sulla parte posteriore, dove spicca il nome ‘Vaillante’ posto al centro del portellone – come nella Ibiza 2006 e nella Ibiza Cupra – è stato montato un paraurti nuovo, rifinito sulla parte inferiore, da una superficie nera chiusa, nella quale trova spazio una presa d’aria, e terminale di scarico centrale di forma triangolare, che riprende il già citato motivo a ‘V’ di Vaillante.

Risalta inoltre la forma orizzontale dei gruppi ottici posteriori, che all’esterno creano una specie di smusso degli angoli della scocca e che internamente, si allungano fino all’interno del portellone. Anche il portellone è stato rinnovato, è più verticale e con un design molto semplice e pulito.

Una struttura di sicurezza appositamente studiata

In un tempo da record, Luc Donckerwolke e il suo Team del Centro Stile della SEAT hanno diretto tutti i loro sforzi per creare un interno che in linea con la filosofia di vettura fantastica, da fumetto, che caratterizza la Vaillante. Donckerwolke confessa che, non trattandosi di una macchina da competizione, non ha voluto equipaggiarla con una gabbia di sicurezza antiribaltamento. Al suo posto ha progettato una struttura orizzontale di irrigidimento che occupa tutta la parte posteriore del veicolo e che si prolunga lateralmente verso la consolle centrale.

Il centro di questa struttura è occupato da una ruota di scorta a vista, e sulla barra trasversale situata dietro i sedili, – di un’insolita forma sportiva – ci sono dei supporti per i caschi e i fissaggi per le cinture di sicurezza. Le due barre che terminano sulla consolle centrale anteriori servono da supporto per la leva del cambio, posta in una posizione rialzata, come nelle macchine da corsa.
L’interno è caratterizzato da tocchi di color azzurro sugli elementi metallici che costituiscono la struttura di sicurezza, ricreando così l’ambiente tipico delle macchine dei fumetti. Contribuiscono a rafforzare questa sensazione i caschi, del tipo aperto, posti dietro i sedili anteriori. Questi sono in armonia con il colore del rivestimento dell’abitacolo e della carrozzeria e personalizzati con la lettera “V” di Vaillante, come quelli di Michel.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *