Concessionaria Petra a Milano per Kia, Mitsubishi, Hyundai e Ssangyong

HyundaiKIAMitsubishiMotoriSsangYongVideo Gallery

Venerdì 19 febbraio, alla presenza di Sua Altezza Reale Wijdan, Ambasciatrice di Giordania in Italia, è stata infatti ufficialmente inaugurata in viale Certosa 146-148, a Milano, la nuova concessionaria “Petra”, che commercializza ed assiste i prodotti dei marchi Kia, Mitsubishi, Hyundai e Ssangyong. La cerimonia – alla quale hanno partecipato anche il Ministro italiano della Difesa, Ignazio La Russa, il vicesindaco di Milano De Corato e Romano La Russa, Assessore regionale all’Industria, piccola e media Impresa e Cooperazione – segna un momento importante del processo di maturazione della rete commerciale ed assistenziale dei quattro marchi asiatici sul territorio.

Strategicamente posizionata nell’area settentrionale di Milano, Petra S.r.l. si estende su sedicimila metri quadrati ed occupa una cinquantina di addetti, il 30% dei quali impegnati nella modernissima officina che già, nel primo periodo di “rodaggio” durante il 2009, ha registrato un tempo medio degli interventi di circa quattro ore ed un “peso” sul fatturato complessivo dell’azienda superiore al 15%, mentre le vendite ne hanno costituito il 61,5%, i ricambi il 6,5% e l’usato il 16,9%.

Improntata alla professionalità, all’efficienza ed alla cortesia, la nuova Concessionaria “Petra”, dispone anche di una decina di vetture “di cortesia”, già utilizzate con piene soddisfazione da oltre 300 clienti dei marchi rappresentati.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

16 Commenti

  1. ex cassa integrato ha detto:

    Se la concessionaria va così bene mi meraviglio del perchè il gruppo Koelliker automobili ha chiuso tutte le filiali comprese le officine delle assistenze lasciando a casa 125 dipendenti Ha lasciato a casa il personale dicendo nelle lettere di licenziamento, dopo un anno di cassa integrazione che la crisi persiste………. Sempre a mio parere oltre ai dipendenti doveva lasciare a casa gli amministratori delegati dei vari marchi.
    .leggo i risultati di fatturato e vendita.
    Auguri alla Petra.

  2. franco ha detto:

    Non riesco a capire come fanno a parlare di aumento di fatturato se questo è il primo anno di vita, primo anno di rodaggio può anche stare bene , il tempo di 4 ore sugli interventi di riparazione, che tipo d’interventi ? e quale sarebbero le vendite? una officina che ripara diversi marchi…lascia a mio modestissimo parere a desiderare.
    Auguri alla Petra….vedendo questi risultati il gruppo koelliker ha fatto un buco nell’acqua..le auto andrebbero comprate all’estero costano molto meno che in Italia, questo lo dico a quei poveri dipendenti lasciati a casa in cassa integrazione e poi licenziati. siamo in un momento di crisi, bisogna risparmiare.

  3. Brabus ha detto:

    I suv Kia, Hyundai, Mitsubishi e, soprattutto, SsangYong stanno andando alla grande… bisogna solo avere fiducia ed attendere… i risultati arriveranno…. Koelliker ha avuto dei problemi soprattutto dopo la dipartita del titolare…

  4. andrea ha detto:

    Non so dove ha preso le informazioni che i suv mitsubishi e Ssang Yong stanno andando alla grande.
    kOELLIKER ha lasciato a casa 125 persone però guarda caso figli e mogli dei dirigenti sono rimasti a lavorare.
    Il gruppo Koelliker ha chiuso le filiali di cui anche le assistenze, il gruppo Koelliker cede un ramo d’azienda” filiale mitsubishi” lasciando a casa personale della filiale e il nuovo acquirente riprende a lavorare lavoratori in cassa integrazione degli altri marchi -KIA-Ssang Yong-Hundai…ricevendo a norma di legge circa 900 euro a persona. Strano caso i dipendenti Mitsubishi a casa.
    KoellikerkKIA

  5. DOMENICO ha detto:

    vendite auto: dicembre 2009 e anno 2009
    gen 29, 2010

    Grazie agli ecoincentivi, il 2009 si è chiuso con vendite pressochè uguali all’anno precedente: vi proponiamo una tabella riassuntiva, anticipando che anche gennaio 2010 sta andando bene sul fronte delle vendite, poiché alcune case automobilistiche hanno deciso di attuare una politica di prezzi che include un “contributo preventivo“, nell’ipotesi che il governo riproponga i contributi statali per favorire la rottamazio
    Dicembre 2009
    Marca Volume % differenza Volume % differenza

    MITSUBISHI 365 0,22 0,12 4.812 0,22 -0,26.
    Kia 1.819 1,10 00,5 20.823 0,96 0,01
    HYUNDAI 4.432 2,68 2,13 38.866 1,80 0,86

    NON VEDO QUESTE GRANDI VENDITE

  6. gianni ha detto:

    Perchè non ci fate vedere questa modernissima officina che fa acqua da tutte le parti……….perchè non intervistare gli operai che quando piove si ritrovano i cassetti e i piani di lavoro pieni d’acqua, e bisogna anche stare molto attenti alle punture di zanzare…

  7. barbara ha detto:

    Io sono 1 delle 125 persone licenziate del gruppo dopo 1 anno di cassa integrazione, auguro ai miei colleghi “rimasti” solo tanto bene ma sò che se il povero SIG,BEPI KOELLIKER potesse parlare direbbe la sua…………il giorno che il rag,Caniato ha mollato le redini abbiamo iniziato ad affondare, il problema che non siamo annegati tutti…………chissa come mai i DIRIGENTI si sono salvati………….mah

  8. domenico ha detto:

    caso molto strano componendo il n. di telefono 02.30791 rispondono come MITSUBISHI filiale di MILANO…QUESTO PER TRARRE IN INGANNO I CLIENTI……
    ma la filiale non è stata chiusa lasciando a casa i dipendenti nel dicembre 2008.

  9. giuseppe ha detto:

    la crisi ? il gruppo Koelliker ha chiuso le officine, il gruppo ” Petra” assume dipendenti in cassa integrazione per avere gli aiuti dello stato, oggi mi dicono che sta lasciando a casa dipendenti, sempre per i soliti aiuti dello stato ? la solita storia.

  10. mattia ha detto:

    tanto fumo e niente arrosto , da quello che si dice in giro anche la concessionaria PETRA lascia casa i dipendenti , cassa integrazione e mobilità , gli ex operai e dipendenti della Koelliker rimangono senza lavoro , qui vorremmo leggere qualche commento dei proprietari e dal direttore della vendita , la Hyundai non gli ha rinnovato il mandato , i clienti man mano hanno abbandonato e svenduto le auto Mitsubishi , preferendo altri marchi , se la crisi persiste certamente non è colpa degli operai .

  11. No-Petra ha detto:

    Ve lo dico io perchè la Petra va male.
    Perchè l’ordine di una vettura che dovrebbe essere consegnata entro 60 gg ad esser fortunati bisogna aspettare 210 giorni, la gente poi si scoccia e compra da un’altra parte appena passati i termini.. ma non converre dire subito al cliente come stanno le cose… l’onestà alla fine paga sempre… mah…

  12. domenico ha detto:

    a volte la verità la si nasconde , si parlava di crisi per lasciare a casa 125 persone fra questi anche il sottoscritto , grazie a chi ? grazie anche ai sindacati che sicuramente e a mio modestissimo parere hanno fatto buon viso e cattivo gioco remando contro i diritti degli operai, in qualche commento che io condivido è stato scritto che la crisi non esisteva per mogli e figli di alcuni dirigenti? vorrei vedere qualche commento anche dai miei ex colleghi rimasti a lavorare ………e grazie a questi governi per andare in pensione ci vogliono 41 anni con la vecchia legge , con l’attuale ? non si sa.

  13. MALE_MALE ha detto:

    settembre 2012, fallita la Petra?

  14. francesco ha detto:

    Sì è in fallimento. 100%.
    NON ANDATE A COMPRARE AUTO LI’

  15. MALE_MALE ha detto:

    Disonesti farabutti rubasoldi!

  16. cristiano ha detto:

    perchè non vediamo commenti dei dipendenti che sono stati raggirati e hanno perso il posto di lavoro e anche la liquidazione, chiude Koelliker e fallisce Petra, i dipendenti cadono dalla padella alla brace, ma il direttore signor Partenope ( visto nel video ) non dice niente in proposito? da che parte stava quando i suoi ex colleghi quelli che lavoravano nel gruppo Mitsubishi erano stati lasciati a casa ? non le era sembrato strano che i dipendenti Mitsubishi erano stati lasciati a casa e Petra riassumeva altri dipendenti dagli altri gruppi Koelliker che erano in cassa integrazione e cosi facendo avevano ancora aiuti da parte dello stato? si parla di circa 450 euro a persona, una festa grandiosa all’inaugurazione c’erano tutti , non si riusciva a capire se i festeggiamenti erano ancora fatti da parte della ex Koelliker o dall’attuale Petra, una inaugurazione fatta dopo un anno ? adesso cosa è stato fatto? passando in zona Certosa rimane solo il ricordo dei bei tempi della Koelliker Automobili, stabili vuoti e messi in vendita ,luci spente e dalle vetrine si vede il nulla , ma di chi sarà stata la colpa di questo declino? dei 125 dipendenti lasciati a casa nel Dicembre 2008 ? o da dirigenti messi al comando ? e una domanda mi viene spontanea a riproporre “come mai per figli e mogli dei dirigenti la crisi non esisteva” ?…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *