Denti è il film di debutto di Lichtenstein

CinemaMediafilmVideo Gallery

Dawn, una studentessa del liceo, si è impegnata molto per preservare la sua verginità ed è una delle attiviste più convinte del gruppo della castità. La sua determinazione è messa a dura prova dal fratellastro, con il suo comportamento sempre più provocatorio. L’innocente Dawn, estranea al proprio corpo, scopre di avere una vagina dentata quando diventa oggetto di una violenza sessuale.

Mentre lotta con se stessa e cerca di comprendere questa sua caratteristica anatomica, Dawn prova l’esperienza terribile ed al tempo stesso potente di essere l’esempio vivente del mito della vagina dentata.

Denti
Note di produzione
La mia intenzione non era quella di prendere in giro i gruppi a favore della castità, anche se lo zelo e la convinzione di Dawn e dei suoi amici potrebbero apparire divertenti ai “non credenti”.
Non ho nulla contro queste associazioni, finché non pregiudicano la conoscenza dei giovani.
Dall’altra parte, i ragazzi che vi aderiscono hanno rapporti sessuali molto più tardi rispetto alla media.
In tutta America si trovano molto scuole che ospitano e fiancheggiano questi gruppi, molto simili a quello che vediamo in DENTI. Il governo stesso stanzia circa 100 milioni di dollari per i programmi di astinenza sessuale. È una conseguenza diretta ai movimenti degli anni ’80 a supporto dei valori della famiglia.

Horror e Gore
DENTI non è solamente un horror. Fin da piccolo io amavo i film di fantascienza anni ’50, che hanno influenzato le mie produzioni. Non mi sono mai piaciute le storie in cui le donne erano unicamente vittime. Ho fatto intenzionalmente in modo che Dawn rimanesse “pura”, non fosse macchiata da sangue, mai veramente violata. Se non vi coprirete gli occhi, assisterete anche ad alcune evirazioni.

Denti

Humor
Anche nei momenti più terribili, credo e spero che tutti si possano fare una risata durante il film. Anche se ho messo in scena l’immagine esplicita della ginofobia, spero risulti chiaro che ho preso in giro il mito della vagina dentata. La talentuosa costumista Rita Ryack, mi ha aiutato molto a perseguire questo intento umoristico, accentuando il moralismo del centro in cui si ritrovano Dawn ed i suoi amici.

Centrale Nucleare
DENTI è stato girato ad Austin, Texas, tra marzo ed aprile 2006, ma potrebbe essere un qualsiasi altro centro urbano tipicamente americano. Ho voluto che i vicini di Dawn avessero l’aspetto del ceto medio, dei lavoratori depressi e preoccupati. Le torri di raffreddamento della centrale nucleare sono state create dalla computer grafica.

Origini e metafore
La prima volta che ho sentito parlare del mito della vagina dentata, è stato durante una lezione di letteratura. Da allora ho notato quante volte questo mito sia stato utilizzato metaforicamente in molti horror e science-fiction.
Molte donne possono essere viste come rappresentazione della vagina dentata, essa stessa metafora della paura maschile verso la donna. Queste storie però erano sempre come una sorta di “orpello” alla metafora stessa, con la conseguenza che non si arrivava ad una soluzione del problema e che venivano continuamente attribuite alle donne caratteristiche mostruose. Spero che DENTI spogli la metafora della vagina dentata da tutto il superfluo da cui è stato contaminato, affrontandolo direttamente senza tabù.

Riuscite a dire “vagina”?
Credo che solo 10 anni fa fare un film del genere non fosse possibile. Vagina è una parola che ancora molte persone si sentono in imbarazzo a pronunciare ad alta voce. C’è da notare inoltre che nel mondo della cinematografia, prevalentemente maschile, non ci sono molti uomini entusiasti nel rappresentare una vicenda in cui si vede cosa succede incontrando una vagina dentata.
Trattando questo argomento è anche molto facile essere tacciati di misoginia o sessismo.

Dawn è la prima
Probabilmente il problema più difficile nel creare il personaggio di Dawn è stato quello di pensare come giustificare questa sua condizione. Non è stato semplice scegliere.
Come tributo ai film che da piccolo amavo così tanto, ho pensato che avrei potuto giustificare la condizione di Dawn come una conseguenza ad una esposizione a radiazioni, causate dalla centrale nucleare situata nella zona dove è nata e cresciuta.
Sarebbe stato anche molto interessante far scaturire questa condizione da una sorta di modificazione anatomica per adattarsi e potersi difendere dopo secoli di repressione e violenza nei confronti delle donne. Nonostante ciò che si dice la violenza verso le donne esiste ancora, ed è spesso molto radicata. Così Dawn potrebbe essere l’esempio di un adattamento naturale a questo mondo dominato essenzialmente dagli uomini. Ad ogni modo, comunque sia successo, Dawn è la prima.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *