Nissan DeltaWing, il vincitore di GT Academy partecipa ai test

MotoriNissan

Il vincitore della prima edizione di GT Academy, Lucas Ordonez, ha ricevuto il suo più bel regalo di compleanno questa settimana. E’ stato scelto, infatti, per far parte del team che sta completando i test sul rivoluzionario prototipo sportivo del costruttore nipponico: Nissan DeltaWing. All’inizio della quarta stagione della competizione sportiva che ha cambiato la vita a molti ragazzi, il primo pilota di GT Academy, che è passato dalle corse virtuali a quelle su pista nel mondo reale, ha ricevuto la conferma che parteciperà al complesso processo di sviluppo del prototipo.

Nissan DeltaWing è un progetto sperimentale che ha l’ambizione di cambiare il volto delle gare di endurance, dimostrando la possibile direzione tecnologica delle future gare di resistenza: utilizzare vetture più efficienti ed ecologiche, senza scendere a compromessi in termini di prestazioni. Il suo obiettivo, infatti, è completare la leggendaria 24 Ore di Le Mans il 16-17 giugno, utilizzando la metà del carburante e delle gomme delle tradizionali vetture sportive.

Ordonez, che ha compiuto 27 anni questa settimana, si affiancherà al pilota di Nissan DeltaWing Marino Franchitti a Magny-Cours in Francia e a Motorland Aragon in Spagna, mentre il team che lavora sul progetto è impegnato nel lavoro di sviluppo per preparare la vettura al suo debutto in gara.

Il complesso processo di sviluppo di Nissan DeltaWing – che sarà protagonista sulla griglia di partenza della più grande competizione sportiva soltanto 101 giorni dopo aver toccato pista per la prima volta – è documentato in una serie di filmati sul ‘dietro le quinte’ del progetto, pubblicati online sul sito: http://www.facebook.com/NissanSportsCars.

L’ultimo film della serie mostra come il costruttore di pneumatici francese, Michelin, abbia creato per Nissan DeltaWing delle gomme su misura rivoluzionarie quasi quanto il prototipo stesso. Le gomme anteriori di Nissan DeltaWing sono spesse solo quattro pollici.

L’episodio relativo alle gomme progettate da Michelin è stato lanciato sul sito oggi, in coincidenza con il test europeo a Magny-Cours, nei pressi degli Headquarters globali di Michelin, dove Ordonez potrà correre per la prima volta sull’emozionante vettura.

Lo spagnolo Ordonez ha vinto la prima edizione di GT Academy, un’innovativa competizione creata da Nissan e Sony e finalizzata a scoprire talenti motoristici in erba utilizzando la piattaforma di gioco di Playstation. Nel 2008, Lucas è stato il primo campione di GT Academy, nonché il primo a prender parte al programma di sviluppo dei piloti organizzato da Nissan. Da allora i suoi progressi nelle categorie sportive sono stati enormi: in soli tre anni è passato dalle corse virtuali alle competizioni sportive più impegnative del mondo, gareggiando, la scorsa estate, nella sua prima 24 Ore di Le Mans.

Dopo aver conquistato il podio lo scorso anno, quest’estate Ordonez correrà di nuovo a La Sarthe con il team Greaves Motorsport, – vincitore in classe LMP2 – insieme all’ex pilota di F1 e commentatore per Sky F1 Martin Brundle e a suo figlio, Alex.

Ha dichiarato di essere onorato di giocare un ruolo così importante nel pionieristico progetto sperimentale di Nissan a Le Mans e ha affermato di essere particolarmente ansioso di fare il proprio debutto per Nissan nella propria patria: “Ho sempre desiderato correre o gareggiare per Nissan in Spagna ma, finora, non ne ho mai avuto l’occasione. Sarà molto emozionante per me”.

“E’ fantastico che Nissan Europa abbia chiesto a me di testare un prototipo così rivoluzionario. Sono orgoglioso della fiducia che Nissan ha riposto su di me per lo sviluppo del prototipo. Non vedo l’ora di entrare nella vettura, concentrarmi e dare il meglio di me per portare avanti il progetto. Essere coinvolti nello sviluppo di un’auto innovativa come questa, è un passo importantissimo per la mia carriera di pilota”.

Darren Cox, General Manager di Nissan Europa, ha dichiarato: “GT Academy rappresenta una grandissima innovazione nel mondo del motorpsort ed è pensata per rendere l’automobilismo sportivo – tradizionalmente elitario – accessibile anche a persone normali e che non hanno disponibilità di grandi budget. Lucas è stato il nostro primo campione ed è la prova vivente che la visione originale e unica di Nissan, alla fine funziona. “Lucas si è messo alla prova in ogni categoria del motorsport in cui l’abbiamo introdotto e sono lieto di aver dato a questo talento scoperto da Nissan l’opportunità di partecipare a questo nuovo progetto, destinato a cambiare le regole del gioco.

“Quattro anni fa, Lucas era uno studente e giocava ai videogiochi: ora sta contribuendo a sviluppare la più importante innovazione dell’automobilismo sportivo di questi tempi. Abbiamo un lungo viaggio da compiere prima che il progetto Nissan DeltaWing possa realizzarsi appieno: sono orgoglioso di affermare che non avremmo potuto avere un miglior alleato di Lucas”.

Il team di Nissan DeltaWing è composto da un gruppo di partner-chiave – come il designer Ben Bowlby, l’imprenditore americano Don Panoz, l’organizzazione All-American Racers di Dan Gurney e il team di Highcroft Racing di Duncan Dayton – ha dato vita a questo affascinante prototipo. Il team deve ora vincere una vera e propria sfida contro il tempo per preparare la vettura per la 24 Ore più impegnativa del mondo, sfruttando al massimo le potenzialità del motore da 1,6 litri turbo DIG-T di casa Nissan appositamente modificato.

Nell’ultima fase di test, gli ingegneri porteranno Nissan Deltawing su alcune piste europee, prima che il prototipo raggiunga gli altri concorrenti alla 24 Ore di Le Mans il 3 giugno, in occasione della prova ufficiale dell’ACO antecedente all’inizio della gara.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *