Nuovo Mercedes-Benz Arocs, il Re dei cantieri

Mercedes-BenzMotori

In occasione dell’edizione 2019 del Bauma, fiera a livello mondiale dedicata al settore dell’industria delle costruzioni, Mercedes-Benz ha svelato il nuovo Arocs, esposto nello stand di Mercedes-Benz Trucks. . Con il nuovo “Re dei cantieri” la collaudata versatilità delle cabine, motori e sistemi di trazione integrale viene arricchita da una serie di novità che migliorano ulteriormente la sicurezza, il collegamento in rete e l’efficienza del veicolo. Grazie a novità come le MirrorCam, il Multimedia Cockpit e l’Active Brake Assist 5, nonché sistemi ulteriormente ottimizzati come il Predictive Powertrain Control e l’assistenza alla svolta, il nuovo Mercedes-Benz Arocs definisce innovativi standard nel settore del trasporto pesante per l’edilizia.

Test in condizioni reali presso Meichle + Mohr per il nuovo Mercedes-Benz Arocs

Per garantire l’affidabilità e la robustezza dei nuovi sistemi, il nuovo Mercedes-Benz Arocs è stato sottoposto ad alcuni test in condizioni reali da parte di alcuni Clienti fino a pochi giorni prima dell’inizio della fiera. Uno di questi test si è svolto presso l’azienda Meichle + Mohr di Radolfzell (Germania). L’azienda fornisce ai propri clienti ghiaia, pietrisco, cemento ed elementi prefabbricati in calcestruzzo provenienti da 18 stabilimenti dislocati nella regione del Lago di Costanza. I veicoli viaggiano spesso a pieno carico in un’area geografica dalla topografia molto impegnativa, lungo tragitti che prevedono spesso brevi tratti fuori dai centri abitati. Per questa ragione, Meichle + Mohr, ha dedicato particolare attenzione alle MirrorCam ed al Predictive Powertrain Control evoluto, che ora potrà essere utilizzato anche sulle strade extraurbane.

Il Predictive Powertrain Control su strade extraurbane: guida più riposata e parsimoniosa

I veicoli per l’edilizia vengono spesso utilizzati su strade extraurbane. In questi casi, i consumi del nuovo Mercedes-Benz Arocs si riducono in misura evidente grazie al Predictive Powertrain Control, che si avvale, in aggiunta al sistema di localizzazione satellitare, anche di mappe stradali digitali contenenti dati relativi a topografia, andamento delle curve, struttura geometrica di incroci e rotatorie nonché segnaletica stradale. Anche nei percorsi extraurbani, quindi, il nuovo Mercedes-Benz Arocs utilizza sempre la marcia corretta e la giusta velocità, per viaggiare nel modo più efficiente possibile riducendo i consumi.

Felix Amann, conducente di Meichle + Mohr, ha guidato il nuovo Mercedes-Benz Arocs con semirimorchio ribaltabile per diverse settimane lungo le strade extraurbane nella regione del Lago di Costanza: “Grazie al nuovo Predictive Powertrain Control, oggi posso guidare senza stress con il Tempomat anche sulle strade extraurbane. In presenza di curve, incroci e rotatorie, il sistema seleziona sempre la velocità giusta. Occorre solo prestare attenzione ai veicoli che hanno la precedenza. Avvicinandomi a limiti di velocità o a cartelli che indicano l’inizio di un centro abitato, posso semplicemente viaggiare senza accelerare, perché nel momento in cui raggiungerò il segnale, la velocità sarà sempre quella corretta.”

Roland Maier, Fleet Manager presso Meichle + Mohr, sottolinea i vantaggi economici del sistema di gestione intelligente del Tempomat e del cambio: “Nel traffico extraurbano, anche il conducente più esperto che conosce il percorso alla perfezione non riesce ad eguagliare i consumi fatti registrare dal nuovo Mercedes-Benz Arocs con Predictive Powertrain Control ulteriormente migliorato.”

Nuove MirrorCam: manovre più semplici e maggiori informazioni sia su strada che nei cantieri

Sul nuovo Mercedes-Benz Arocs, le nuove MirrorCam prendono il posto dei tradizionali specchi retrovisori principali e grandangolari. Grazie alla forma ottimizzata a fini aerodinamici, questo sistema contribuisce anche alla riduzione dei consumi rispetto al suo predecessore, offrendo al contempo grandi vantaggi in termini di maneggevolezza e sicurezza. Nel servizio di consegne di materiali per l’edilizia, che prevede numerosi punti di scarico, il lavoro del conducente viene notevolmente facilitato sia su strada che nei cantieri.

Le immagini fornite dalle telecamere montate ai lati del tetto, vengono visualizzate su due display disposti sui montanti anteriori all’interno del truck. L’eliminazione dei grandi specchi retrovisori migliora sensibilmente la visibilità a 360 gradi. Il conducente può avvalersi, inoltre, di una buona visuale di tre quarti anteriore all’altezza dei montanti anteriori. Non solo: con gli specchietti retrovisori convenzionali, può accadere che il conducente viaggi con gli specchi non regolati correttamente, creando così il cosiddetto ‘angolo cieco’ sul lato passeggero. In tal caso, è possibile che non vengano rilevati utenti della strada presenti in quest’area, come pedoni e ciclisti. Le MirrorCam risolvono questo problema, infatti la telecamera si regola automaticamente nella posizione ottimale prima della partenza, e il display mostra la stessa immagine completa da ogni prospettiva.

Disponibili il sistema di assistenza alla svolta e il nuovo Active Brake Assist 5

Sul nuovo Mercedes-Benz Arocs, le MirrorCam ed il sistema di assistenza alla svolta ottimizzato lavorano in perfetta armonia. In caso di svolta a destra, il sistema di assistenza alla svolta contribuisce a ridurre la probabilità di pericolosi incidenti sul lato passeggero attraverso segnalazioni visive ed acustiche che allertano il conducente non appena viene rilevata la possibilità di un impatto. Attualmente Daimler Trucks è l’unico Costruttore ad offrire questo sistema di assistenza e sicurezza completamente integrato nell’architettura del veicolo. Il sistema di assistenza alla svolta, ad esempio, può fornire avvertimenti relativi all’intera lunghezza dell’autoarticolato e calcolare anticipatamente la curva percorsa dal rimorchio. Se il veicolo è equipaggiato con il sistema di assistenza alla svolta, i display delle MirrorCam sono in grado di visualizzare anche gli avvisi del sistema. Tutte le principali segnalazioni sono raggruppate in un’unica area, in modo da evitare che il conducente riceva eccessive informazioni. Non solo: per i truck con sbalzo del telaio superiore a 1,5 m dopo l’ultimo asse posteriore, il sistema di assistenza alla svolta è ora in grado di supportare il conducente anche nelle svolte a sinistra. Con questa tipologia di truck, infatti, svoltando a sinistra sussiste il pericolo che l’angolo posteriore destro del veicolo sbandi, causando una pericolosa collisione contro altri utenti della strada. A bordo del nuovo Mercedes-Benz Arocs, invece, il sistema di assistenza alla svolta interviene tempestivamente per avvertire il conducente del rischio di un simile impatto.

Sul nuovo Mercedes-Benz Arocs è stata migliorata anche l’assistenza alla frenata d’emergenza: in caso di pericolo di tamponamento, il nuovo Active Brake Assist 5 può frenare il truck fino all’arresto, entro alcuni limiti. Attualmente questo sistema raggiunge prestazioni ancora superiori rispetto alla versione precedente e non funziona più con un singolo radar, ma utilizza una combinazione di radar e telecamera. Questo ha permesso, tra le altre cose, di migliorare la reazione in presenza di pedoni in un intervallo di velocità fino a 50 km/h. Si tratta di un significativo valore aggiunto in termini di sicurezza nelle aree urbane.

Nuovo Multimedia Cockpit: si evolve l’interazione uomo macchina

Il nuovo Mercedes-Benz Arocs rimane fedele alle qualità che da sempre lo contraddistinguono, come potenza, robustezza ed efficienza. Il nuovo Re dei cantieri per la movimentazione di Mercedes-Benz Trucks offre ora applicazioni digitali per l’impiego nel settore dell’edilizia, affinando la sua capacità di adattamento alle esigenze degli allestitori. Oggi, ad esempio, è possibile integrare le singole funzioni di comando degli allestimenti, all’interno del Multimedia Cockpit. Una novità che offre ulteriori vantaggi ad allestitori, autisti ed aziende di trasporto.

I comandi del nuovo Multimedia Cockpit sono semplici ed intuitivi: al posto del classico quadro strumenti con tachimetro, contagiri ed indicatore di livello carburante è presente il display a colori principale ad alta risoluzione, che fornisce informazioni sulle principali condizioni di marcia ed esercizio, in modo chiaro e facilmente comprensibile. Il tradizionale pannello di controllo è sostituito dal secondo schermo touchscreen. In questo modo il conducente può gestire comodamente numerose funzioni e utilizzare, ad esempio, i cassoni ribaltabili o gli allestimenti betoniera, visualizzando anche in qualsiasi momento le condizioni del veicolo.

Quando l’allestimento è in funzione lo stato viene visualizzato attraverso le spie di controllo nel display primario. In aggiunta, appaiono delle finestre pop-up in grado di allertare il conducente, personalizzabili fino ad un massimo di dieci. Le finestre pop-up sono composte da un simbolo e da un testo descrittivo, e i messaggi possono essere: ‘Malfunzionamento dell’allestimento’, ‘Malfunzionamento del dispositivo di traino’, ‘Temperatura olio dell’allestimento troppo alta’ o ‘Necessaria manutenzione dell’allestimento’.

Nel secondo display touchscreen del Multimedia Cockpit posto sulla plancia, è possibile inserire fino a otto interruttori virtuali completamente personalizzabili, permettendo così di integrare comodamente alcune funzioni dell’allestimento. I relativi simboli possono essere selezionati tra oltre 130 disponibili. E’ sempre possibile, inoltre, aggiungere i tradizionali interruttori all’interno del quadro comandi posto subito sotto al display secondario. Qualora il numero dei connettori non fosse sufficiente, è disponibile a richiesta, un quadro comandi aggiuntivo all’interno del portabevande.

Possibilità di personalizzazione delle spie dell’allestimento

L’integrazione tecnica del Multimedia Cockpit a bordo del nuovo Mercedes-Benz Arocs offre un ulteriore vantaggio: per potere realizzare le icone richieste dall’allestitore, non è più necessario smontare il quadro strumenti. I simboli possono essere configurati con estrema facilità da parte di una Concessionaria, selezionandoli da una libreria attraverso la cosiddetta diagnosi XENTRY. Per quanto riguarda il display primario del Multimedia Cockpit è possibile selezionare a piacimento fino a cinque spie di controllo, che mostrano ciascuna la condizione in cui si trova l’allestimento, ad esempio: se le luci dell’allestimento sono accese o se le gambe stabilizzatrici della gru sono estese.

Il display secondario del Multimedia Cockpit mostra anche le immagini fornite dalle telecamere

Numerosi allestimenti disponibili su veicoli per l’edilizia possono essere comandati in piena sicurezza dalla cabina di guida, purché il loro raggio di azione venga attentamente sorvegliato dalle telecamere. Per questo, sul nuovo Mercedes-Benz Arocs, non è necessario installare monitor supplementari: è possibile trasmettere le immagini delle telecamere –fino ad un massimo di quattro – attraverso il display secondario del Multimedia Cockpit. Il conducente può anche selezionare diverse modalità di visualizzazione, ad esempio ingrandendo a tutto schermo solo l’immagine che gli interessa in quella determinata circostanza.

Sul nuovo Re dei cantieri, dunque, l’allestimento ed il Multimedia Cockpit lavorano in perfetta sinergia. È possibile continuare a utilizzare gli interruttori meccanici per i comandi delle funzioni dell’allestimento oppure sostituirli con interruttori virtuali, più comodi ed intuitivi. Sul nuovo Mercedes-Benz Arocs questa soluzione consente anche di ridurre i cablaggi, non essendo più necessario stendere ulteriori cavi fino al quadro comandi nella plancia, con una migliore gestione degli spazi.

Più spazio a disposizione grazie all’impianto di scarico verticale

Anche per quanto riguarda l’‘hardware’, l’adattabilità del nuovo Mercedes-Benz Arocs rispetto alle esigenze degli allestitori è stata ulteriormente migliorata. Per tutti i veicoli a quattro assi, ad esempio, è ora disponibile un impianto di scarico a sviluppo verticale di fabbrica, che permette di guadagnare spazio per montare allestimenti o applicazioni nella parte laterale dell’autotelaio, come serbatoi di carburante supplementari o vani di stivaggio aggiuntivi. Ulteriore vantaggio di questa soluzione, è la riduzione del peso. Il nuovo impianto di scarico consente di realizzare una soluzione ottimale dal punto di vista degli ingombri per l’impianto di scarico standard.

Più tempo e maggiore qualità grazie alla gestione degli allestitori di Mercedes-Benz

Mercedes-Benz Trucks garantisce la versatilità del nuovo Mercedes-Benz Arocs rispetto ai settori di impiego più disparati, anche tenendo conto delle esigenze degli allestitori fin dalla fase di sviluppo del truck. Gli allestitori si impegnano a rispettare gli standard qualitativi conformi al brand Mercedes-Benz per quanto riguarda il servizio di assistenza, compreso approvvigionamento dei ricambi e documentazione relativa ai componenti. In cambio, hanno accesso ai dati progettuali e possono in tal modo realizzare l’allestimento desiderato risparmiando tempo e migliorando la qualità.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 4|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *