Autodesk dà vita a Dr House, CSI e molti altri serial

AutodeskPubblicità e EntertainmentSoftware

Il palinsesto televisivo autunnale di quest’anno propone un’ampia scelta di titoli creati con l’ausilio della gamma completa di soluzioni per l’intrattenimento di Autodesk. Da Mad Men e Sons of Anarchy fino a NCIS, Entourage, Smallville, Pushing Daisies e Stargate: Atlantis, infatti, ormai anche molti telefilm – alcuni già molto seguiti anche dal pubblico italiano – impiegano tecnologie Autodesk Media & Entertainment per realizzare effetti visivi spettacolari “da grande schermo”.

L’offerta di titoli prodotti dalla Zoic Studios di Los Angeles include alcuni delle serie televisive più seguite. Per contribuire a dare forma al proprio lavoro su CSI, Eureka, Eli Stone, True Blood e Reaper, Zoic si è rivolta alla suite di prodotti Autodesk, tra cui il software di animazione, modelling e rendering 3D Autodesk Maya, il sistema di effetti visivi Autodesk Flame e il sistema di compositing Autodesk Combustion. Zoic ha fatto ampio uso di Maya in Fringe, in nuovo successo fantascientifico di J.J. Abrams sulla rete Fox. “Ogni episodio di Fringe fa storia a sé e richiede la creazione di tutta una serie di effetti speciali”, ha rimarcato Andrew Orloff, supervisore VFX presso Zoic. “Quando si lavora ad una complessità rappresentata da dozzine di livelli d’immagine sovrapposti, le funzioni di scripting personalizzato e di storico modificabile del software Maya sono inestimabili. Maya ci consente di concentrarci produttivamente sulla parte artistica e incorporare efficientemente le richieste del cliente”.

Per il serial centrato sul serial killer Dexter trasmesso da Showtime, la boutique di animazione ed effetti speciali canadese Topix ha utilizzato Flame per realizzare il teaser promozionale che mostra il protagonista in viaggio nel tempo attraverso una casa dei divertimenti generata da computer. “L’ostacolo maggiore da superare è stato far sì che tutto coincidesse alla perfezione”, ha affermato il supervisore di Topix VFX, Marco Polsinelli. “Due giorni, esterni diversi, cineprese diverse, una molteplicità di allestimenti luminosi e tantissime riprese con schermo verde. Con Flame, siamo stati in grado di gestire la difficile scena iniziale, costruita interamente mediante file digitali di cielo, nuvole e matte painting con filtri di sprazzi e bagliori luminosi. Senza interruzioni, abbiamo quindi eseguito il compositing di tutti gli elementi nelle riprese girate precedentemente”.

La newyorkese Look Effects utilizza Invece Autodesk Inferno, Maya e Flame per lavorare su Pushing Daisies (ABC), Life (NBC), Bones (FOX), nonché Life on Mars (in Italia, ancora su FOX). Mark Driscoll, fondatore e direttore di Look Effects ha dichiarato “Gli strumenti di Autodesk consentono ad artisti ed animatori di creare una miscela decisamente diversificata di effetti. Gli stili visuali di questi spettacoli spaziano dal realismo più crudo a toni estremamente stilizzati e questi strumenti si sono rivelati fondamentali nel processo creativo”.

CafeFX, studio assai rinomato nel mondo della cinematografia, si è avventurata nel campo televisivo con la miniserie epica di HBO John Adams, aggiudicandosi il Premio Emmy per gli effetti visivi. Le 320 riprese con effetti visivi della serie rappresentavano l’intera gamma, dal matte painting ad estensioni di set virtuali fino ad effetti 3D. Per le scene complesse che coinvolgevano effetti acquatici generati dal computer, Cafe ha utilizzato Autodesk Maya per animare i personaggi sul ponte della nave e il movimento delle piccole barche. “Con Maya abbiamo potuto utilizzare effetti visivi che sostenevano la narrazione, agevolando la riproduzione accurata del riverbero dell’acqua e consentendo una meticolosa coreografia dell’attività sulla nave nel porto di Boston”, ha affermato Jeff Goldman, supervisore VFX di CafeFX.

Per la fase di produzione Digital Intermediate, lo studio di post-produzione vincitore di due premi Emmy LaserPacific Media Corporation si affida al sistema di color grading Autodesk Lustre per modellare una serie di telefilm di successo, tra cui Mad Men di AMC, Pushing Daisies di ABC, la serie Crash di prossima trasmissione su Starz, Medium di Lifetime e l’episodio pilota della versione americana di Life on Mars. “Due anni fa abbiamo applicato le nostra esperienza cinematografica per ridefinire il flusso di lavoro televisivo, hardware e software, e il sistema Lustre è il nostro strumento prediletto”, ha spiegato Leon Silverman, direttore di LaserPacific. “Lustre non solo offre una potenza impareggiabile e risparmia tempo e denaro, ma ci consente anche di ricreare la magia di Hollywood”.

Altri studi che hanno utilizzato le soluzioni Autodesk per creare il contenuto della stagione televisiva 2008-2009 sono:
o Encore Hollywood => si affida al sistema di effetti visivi Autodesk, al sistema di finitura dell’editing Autodesk Fire e Autodesk 3ds Max per modellare spettacoli come House (FOX), Mad Men (AMC), My Name is Earl (NBC), NCIS (USA) e Entourage (HBO), solo per nominarne alcuni.
o Entity => si serve di Maya, Flame e Inferno per il lavoro su Smallville (CW), Terminator: The Sarah Connor Chronicles (FOX) ed alcuni episodi di Entourage.
o CIS Vancouver => utilizza una combinazione di Flame, Inferno e/o Maya per il suo lavoro televisivo su Stargate: Atlantis (SciFi), The L Word (Showtime) e lo spettacolo canadese di successo nominato al Premio Gemini The Guard.
o The Jim Henson Company => si affida a Maya e mental ray per Sid the Science Kid (PBS).

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *