Gipi in Concorso alla Mostra di Venezia e in libreria con Omnibus

FandangoSocietà

Faccia, Schizzo, Dorelli e gli altri: sono spesso loro, adolescenti e ventenni che vivono in periferia e in provincia, i protagonisti delle storie di Gipi. Ragazzi fragili e confusi, teneri e a volte violenti. Sempre in bilico tra comicità e tragedia, Gipi li racconta con amore, attingendo allo scrigno della memoria e alla fantasia. E a partire da piccole storie personali sa toccare temi universali ed eterni: l’amicizia e i suoi tradimenti, i sogni e le disillusioni, i viaggi reali e quelli psichedelici. Per questo è diventato uno degli autori di graphic novel più amati a livello internazionale, vincitore anche di un Grand Prix ad Angouleme e tradotto in tutto il mondo, con un pubblico di lettori di ogni età.

Come Andrea Pazienza, al quale viene spesso accostato, Gipi si avvia a diventare un classico che parla a più generazioni.

Gipi Omnibus raccoglie per la prima volta in un volume economico tre suoi libri: dai racconti lividi e pasoliniani di Esterno Notte a S., che narra con accenti poetici e toccanti il rapporto dell’autore col padre, fino alla parziale ironica autobiografia di La mia vita disegnata male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *