MasterChef vola in Marocco per la prova in esterna

SkySocietà

Puntata dopo puntata, la battaglia per il titolo di terzo MasterChef d’Italia sta diventando sempre più agguerrita. A giocarsi il tutto e per tutto negli episodi di MasterChef Italia in onda domani, giovedì 13 febbraio su Sky Uno HD dalle ore 21.10, sono rimasti solo in otto: Alberto, Almo, Eleonora, Enrica, Federico, Michele C., Rachida e Salvatore.
Per prima cosa gli aspiranti chef dovranno sperare di sorprendere i giudici Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich, realizzando un piatto che sappia valorizzare il prezioso ingrediente che si nasconde sotto la Mystery Box: lo zafferano. Solo il migliore della prova potrà usufruire di un importante vantaggio nell’Invention Test, che consisterà nel ricreare alla perfezione un piatto molto caro allo chef Barbieri.

A seguire, la prima prova in esterna al di fuori dei confini nazionali nella storia di MasterChef Italia: i cuochi amatoriali voleranno infatti in Marocco, terra d’origine di Rachida, per una spettacolare sfida all’insegna delle tradizioni gastronomiche e culturali del Maghreb. Dopo una veloce lezione con il famoso chef Moha per apprendere i “rudimenti” della cucina tradizionale marocchina, i concorrenti dovranno andare a fare la spesa in un tipico souk di Marrakech e mettere alla prova tutta la loro capacità di contrattazione. Superato questo primo ostacolo inizierà la sfida vera e propria: cucinare un tipico menù marocchino per il vice console italiano e i suoi ospiti.

Come di consueto, dal lunedì al venerdì alle 20.00, continua l’appuntamento con MasterChef Magazine, per conoscere più da vicino e vedere all’opera tutti i concorrenti della terza edizione del talent show di Sky Uno. Nel corso di questa settimana il Magazine ospiterà anche lo chef di Acireale Francesco Costanzo, per un approfondimento sulla cucina siciliana. Mentre, per il suo appuntamento fisso, il maestro Bruno Barbieri presenterà una Quaglia in cartoccio con caponata di verdure.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *