Turistas, un thriller sconvolgente

CinemaEagle PicturesTrailer

Turistas è un thriller sconvolgente e pieno di tensione incentrato su un gruppo di giovani e avventurosi viaggiatori.

Dopo che un terribile incidente con l’autobus su cui viaggiavano li ha fatti ritrovare in una remota cittadina marittima del Brasile, scoprono pian piano che le bianche spiagge e la vegetazione lussureggiante nascondono un oscuro e micidiale segreto…

Brasile – oggi

Un autobus malridotto che trasporta locali e turisti si inoltra pericolosamente in una strada tortuosa che attraversa la vegetazione brasiliana, sbanda finendo fuori strada e si ritrova penzolante sul ciglio di un precipizio. Tutti evacuano l’autobus in tempo, appena prima che il vecchio e grosso veicolo scivoli e cada violentemente giù nel burrone. Il mezzo è distrutto.

Un gruppo di giovani viaggiatori ventenni presenti sull’autobus (tre americani, due inglesi e un’australiana molto sexy) si trovano costretti a rimanere in un posto che non conoscono vicino al mare, nell’attesa del prossimo autobus che arriverà solo tra tre giorni.

Gli americani sono ALEX (Josh Duhamel), sua sorella BEA (Olivia Wilde) e la sua migliore amica AMY (Beau Garrett). I due inglesi sono FINN (Desmond Askew) e LIAM (Max Brown). L’australiana si chiama PRU (Melissa George) e per fortuna ha imparato un po’ di portoghese durante i suoi viaggi.
Mentre gironzolano incerti sul da farsi, iniziano a fare conoscenza tra di loro e decidono di trarre dei benefici da questa brutta situazione camminando fino ad arrivare in un pub e festeggiando tutta la notte con i locali. Tra birre e caipirinhas, conoscono un ragazzo del luogo di nome KIKO. Le cose si stanno mettendo bene.
Ma la mattina seguente i turisti si svegliano e si accorgono che tutti i loro soldi ed i loro averi sono stati rubati ed inoltre la gente del luogo non ha alcuna intenzione di aiutarli. Sono quindi presi dal panico e non hanno nessun posto dove andare, ma per fortuna Kiko rientra in scena e si offre di accompagnarli a casa di suo zio nella giungla, dove possono rimanere ad aspettare che arrivi l’autobus. Iniziano il loro lungo e straziante viaggio attraverso la giungla, fermandosi una sola volta in una pozza di acqua dentro una caverna per nuotare e divertirsi un pò sott’acqua.. Ma Kiko mentre nuota sbatte contro qualcosa e si ferisce gravemente. Molto scossi, i turisti prendono sulle spalle l’amico che sanguina copiosamente e lo portano nella casa vuota dello zio per cercare di salvarlo.
Una volta arrivati a destinazione, un elicottero atterra sulla tenuta e ZAMORA, lo zio di Kiko,vi scende col suo entourage. Zamora è un pazzo che crede che i turisti americani vadano nel suo Paese solo per rapire i locali, rubare i loro organi ed usarli nelle operazioni di trapianto degli americani. Zamora cattura i turisti, li tiene sequestrati e fa operare Amy, mentre è ancora viva, espiantandole gli organi con l’obiettivo di portarli all’ospedale locale per donarli ai bambini brasiliani.

Turistas

Il resto del gruppo deve ora iniziare una rocambolesca fuga attraverso la giungla e caverne sommerse prima che succeda qualcosa di terribile anche a loro. Con l’inaspettato aiuto di Kiko, solo alcuni turisti riescono a salvarsi…ma non prima di aver eliminato Zamora ed i suoi uomini.

LA PRODUZIONE

“TURISTAS” è la prima produzione americana girata interamente in Brasile. Le location brasiliane includono la lussureggiante vegetazione, le paradisiache spiagge di Ubatuba e le magnifiche caverne sommerse vicino Lencois, in cui non sono mai stati girati film.
Il regista John Stockwell, assiduo viaggiatore ed amante della vita all’aria aperta, è stato ispirato dallo sceneggiatore Michael Arlen Ross che gli prospetta il ritratto di una vacanza in un posto paradisiaco che si trasforma in un disastro.

“Quando ho letto la sceneggiatura di Michael Ross per la prima volta, ero turbato. Forse aveva qualcosa a che fare con il fatto che un gruppo di tredicenni aveva provato a spararmi , dei ladruncoli in una piccola città del Perù. O forse erano solo le mie paure del dopo l’ 11 settembre, di quello che sarebbero potuto succedere agli Americani se avessero oltrepassato i confini. Ma comunque sia ho visto l’opportunità di portare un gruppo di attori americani, inglesi ed un’australiana nella foresta. Tutti dovevano essere a conoscenza del fatto sapere che sarebbero dovuti stare in tende e non in roulotte. Ho appena fatto tre film in studio ed era una bella idea fare qualcosa di differente con una struttura radicalmente diversa. La storia, originariamente ambientata in Guatemala, fu spostata in Brasile perché sembrava il posto più appropriato per una bella gita che si trasforma poi in un inferno. Girare in Brasile con una troupe quasi completamente brasiliana è stata una rivelazione. Hanno lavorato con un’intensità e flessibilità enorme che non aveva niente a che vedere con i contratti o i compensi. Se gli piacevi, lavoravano per ore senza parlare di extra (che poi non esistono in Brasile). Se li facevi arrabbiare decidevano loro quando il giorno lavorativo finiva.

Molto di quello che si vede sullo schermo è la parallela esperienza dei nostri attori ed il piccolo contingente di forestieri che hanno avuto un approccio con l’esperienza brasiliana in modi diversi.
E sebbene siamo riusciti a partire con i nostri portafogli e con gli organi intatti, tutti sapevamo che se avessimo fatto un passo sbagliato, un’incomprensione, un autobus rotto, l’esperienza della nostra vita sarebbe potuta finire in maniera completamente differente.

Un film diretto da John Stockwell

Con

Josh Duhamel
Melissa George
Olivia Wilde
Desmond Askew
Beau Garrett

Uscita Italiana: 1 Giugno 2007

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *