La nuova campagna pubblicitaria 2010 di Bottega Veneta

Bottega VenetaModa

Per Bottega Veneta la pubblicità ha valore sia come un mezzo di comunicazione come sviluppo di collaborazioni esclusive fondamentali per l’identità del marchio. Ogni stagione le nuove campagne vengono ideate e scattate con fotografi straordinari che lavorano a stretto contatto con il direttore creativo Tomas Maier. Per la Primavera / Estate 2010 il talento dietro l’obiettivo è quello di Nan Goldin, fotografa d’arte e documentari, che ha realizzato le immagini lo scorso mese di ottobre a Staten Island (New York City).
nuova campagna pubblicitaria 2010 di Bottega Veneta
La collezione Primavera / Estate 2010 è un’esplorazione sul tema dell’individualità. Le linee rilassate e semplici sono caratterizzate da una palette sui toni naturali del bianco, avorio, crema e paglia. Tocchi di arancio tuorlo, giallo, blu Delft, orchidea e rosso fuoco illuminano gli accessori e gli abiti più particolari. In questa collezione ciò che conta è la sensibilità della donna. I vestiti chiari sono come una tela vuota che sarà lei stessa a interpretare: è la persona – la silhouette, i movimenti, le scarpe, le borse e i gioielli – che definisce il significato finale del look.

Nan Goldin rappresenta da quasi 40 anni una forza unica e molto influente nel campo della fotografia. I suoi scatti sono emozionali, intimi, spesso autobiografici, sempre empatici. Ha descritto il suo primo lavoro come “estetica snapshot”: un impegno per conservare i momenti, i volti, gli amici e le memorie prima che svanissero nel tempo. Mentre i soggetti di Goldin sono cambiati nel corso degli anni, i temi di suo interesse rimangono sempre l’amore, l’amicizia, l’erotismo e il sesso. È l’empatia palpabile del suo lavoro che ha spinto il direttore creativo di Bottega Veneta Tomas Maier a coinvolgerla nella nuova campagna. “La Primavera / Estate 2010 è una collezione molto personale, una collaborazione con la donna che indosserà i capi”, spiega Maier. “E il lavoro di Nan è profondamente personale, con una vera attenzione, sincera e insolita, verso l’individuo. Ammiro anche la bellezza formale dei suoi lavori, il senso distintivo del colore e della composizione che Nan trasmette nelle sue fotografie senza un’evidente imposizione della sua visione estetica sul soggetto”.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *