Le Iene: intervista a Francesca Chaouqui e foto inedite di Monsignor Balda

MediasetSocietà

Ieri sera nella puntata de “Le Iene Show”, in prima serata su Italia 1, inchiesta di Filippo Roma sul nuovo Vatileaks con intervista a Francesca Immacolata Chaouqui, uno dei due presunti “corvi” in Vaticano.

La Chaouqui, insieme a Monsignor Vallejo Balda, ero uno dei membri della Cosea, la Commissione degli Affari Economici voluta da Papa Francesco per riordinare i conti del Vaticano. Entrambi ora sono indagati per la fuga di notizie che avrebbe portato alla pubblicazione di due libri su alcuni scandali della Chiesa. La donna si proclama innocente, sta collaborando con la giustizia vaticana ed è stata rilasciata, mentre l’altro indagato è ancora in stato di arresto.

Francesca Immacolata Chaouqui parla per la prima volta davanti alle telecamere dopo l’arresto.

Iena: Francesca buonasera, siamo le Iene ma siamo in pace. Vogliamo solo farti qualche domanda.
Francesca Immacolata Chaouqui: Dimmi dai…
Iena: Calma, sono in pura pace. Però siccome in questi giorni di te… Calma calma, non ti voglio fare niente…
Chaouqui: Sono incinta, c’ho la nausea.
Iena: Auguri
Chaouqui: Mi raccomando se vomito, evitiamo di mandarlo in onda
Iena: Se vomiti tagliamo, non ti preoccupare.
Iena: Prima di tutto, sei o non sei il famoso “corvo”?
Chaouqui: Sono un alieno, la verità è che vengo da Marte.
Iena: Quindi non sei un “corvo”.
Chaouqui: No, sono un alieno.
Iena: Ma se sei un alieno e non sei un corvo, perché ti hanno arrestato?
Chaouqui: Perché sono un alieno e in Vaticano danno la caccia agli alieni.
Iena: Adesso a parte gli scherzi, tu per esempio hai un sospetto su chi potrebbe essere stato a diffondere quei famosi documenti riservati?
Chaouqui: E.T.
Iena: Hai delle prove?
Chaouqui: Ti rendi conto che l’intervista è completamente demenziale e che non ti risponderò a nulla?
Iena: Va beh, io ci provo.
Chaouqui: L’ho fatta semplicemente perché se no inizia il dramma degli inseguimenti sotto casa, quindi vi sto dando..
Iena: No, io non ti voglio inseguire.
Chaouqui: La settimana scorsa ho dovuto chiamare la polizia per quattro volte per i paparazzi, li trovavo qua sotto, avevano fatto una tenda lì, una cosa incredibile…
Iena: Addirittura..
Iena: Su di te girano tutte le voci impossibili e immaginabili. Io te lo chiedo: ma è vero che tu hai girato per un po’ di tempo con il permesso ZTL di tua zia morta?
Chaouqui: Era un permesso autorizzato da Marino, che mi avevano fornito gli alieni, anche quello.
Iena: Anche quello…
Iena: L’altra sera ho visto che ti sei molto incazzata con Brosio perché ha citato quell’inchiesta che ti riguarderebbe a Terni. Ma lì che è successo? È vero che sei indagata a Terni?
Chaouqui: Suggerisco di chiederlo a Brosio perché sta collaborando con la Magistratura.
Iena: Ma a Terni che succede? Qualcosa? È’ successo qualcosa che ti riguarda?
Chaouqui: Io non ci sono mai stata, io non ho mai avuto contatti con nessuno, e non ho nemmeno un avviso di garanzia su cui fare qualcosa, quindi… Non so nulla di Terni, anzi se vogliono rendermi edotta, sarei felice… posso andare a cena?

Filippo Roma si era già occupato di Francesca Immacolata Chaouqui e Monsignor Vallejo Balda in un’inchiesta andata in onda nel maggio 2014. Nel giorno della canonizzazione dei due Papi, Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, sulla terrazza della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede era stato organizzato un ricevimento con buffet per vip, politici, giornalisti, imprenditori, monsignori. Tra questi anche Roberto D’Agostino e Bruno Vespa, il Presidente della Banca del Vaticano Ernst Von Freyberg e l’imprenditore Marco Carrai. Sulla terrazza, a “fare gli onori di casa”, c’erano Francesca Chaouquoi e Monsignor Vallejo Balda. Ma chi organizzò quel ricevimento? L’inviato, in tale occasione, chiese spiegazioni al Cardinal Giuseppe Versaldi, il Presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede, sulla cui terrazza si svolse il ricevimento a sua insaputa.

A tal proposito, la Iena prosegue l’intervista chiedendo spiegazioni alla Chaouqui..
Iena: Sei tu che hai organizzato quella famosa festa sulla terrazza pontificia il giorno della canonizzazione di Giovanni XXIII e Wojtyla. Quella volta quanto si è inca**ato il cardinal Versaldi, ti ricordi?
Chaouqui: Ma non con me.
Iena: Lui ci disse pure: “Ma porca miseria io non sapevo niente di ‘sta festa”
Chaouqui: E infatti non ero io tenuta ad informarlo, visto che c’era una persona di cui il cardinale Versaldi era il diretto superiore.
Iena: E chi è?
Chaouqui: Indovina un po’?
Iena: Il Signor Balda?
Chaouqui: Esatto.
Iena: Ho notato che tu sei una seguace di Papa Francesco. Ma secondo te a Papa Francesco, tornando a quella famosa festa, è piaciuta l’idea di vedere a piazza San Pietro tutti i pellegrini accalcati e sulla terrazza i vip con Bruno Vespa a bersi il bicchiere di vino e mangiarsi le tartine?
Chaouqui: Sinceramente credo proprio di no. Ma neanche a me, se posso essere sincera. Se avessi potuto, sarei stata da un’altra parte..
Iena: Ah ecco, e diciamola sta cosa. Perché? Dimmi, dimmi…
Chaouqui: Io non sono qui ad accusare le persone o le responsabilità degli altri, quindi.
Iena: Tu eri contraria a quella festa in terrazza?
Chaouqui: Non ero contraria ma non dipendeva da me la scelta. Per cui, si è deciso di fare così, i superiori hanno deciso di fare così, così si è fatto. C’erano tutti i membri della commissione e ognuno aveva portato i suoi ospiti, per cui… certo, i miei fanno scalpore perchè sono italiani. Ma c’erano gli ospiti di tutti i membri della commissione.
Iena: Quindi è Balda che ha organizzato?
Chaouqui: Su indicazione degli alieni.
Iena: Tu sei stata un mero braccio esecutore?
Chaouqui: Non ho mai eseguito gli ordini di nessuno. Questo è chiaro.
Iena: Però hai fatto parte dell’organizzazione di questa festa, no?
Chaouqui: No. Io non organizzo eventi. C’era una società che organizzava l’evento, che è stata assoldata dalla prefettura degli affari economici e da chi ne aveva titolo.
Iena: E non strideva in quella giornata vedere i pellegrini accalcati sotto e voi col vinello buono a brindare?
Chaouqui: Sempre una decisione dei superiori, non mia..
Chaouqui: Grazie, buona serata.
Iena: Toglici questa curiosità alla fine, sei o non sei il corvo?
Chaouqui: Sono un alieno, non sono il corvo. Vado eh…
Iena: Non sarai il corvo ma diciamolo, qualche cazzata l’hai fatta o no?
Chaouqui: Se l’ho fatta, l’ho fatta perché me l’hanno detto gli alieni.
Iena: Quindi non sei stata tu a dare quelle carte famose?

Nel servizio, inoltre, vengono mostrate alcune foto mai pubblicate che ritraggono Monsignor Balda dietro a delle sbarre, in abiti civili, con uno smartphone in mano e una catena attorno al collo. Le Iene hanno ricevuto queste immagini dopo aver realizzato l’intervista alla Chaouqui. Quando sono state scattate queste foto? Prima o dopo l’arresto? Perché e da chi? Si tratta di una burla o di una situazione reale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *