Myss Keta, Paprika XX Tour in chiusura a Milano

Musica

Dopo aver infiammato l’intera Penisola e mezza Europa a suon di sold out, M¥SS KETA chiude il PAPRIKA XXX TOUR in bellezza con l’ultima delle sei date speciali autunnali, nella sua Milano, il 27 novembre all’Alcatraz. Una data attesissima, che ha registrato il tutto esaurito fin dal primo annuncio sui social della Diva in maschera.

Un tour, curato da DNA Concerti, che ha visto sul palco insieme a M¥SS, e alle inseparabili RAGAZZE DI PORTA VENEZIA, un ospite speciale diverso, segretissimo, che il pubblico ha potuto scoprire soltanto la sera stessa dei pirotecnici live della Regina della Notte.

E dopo gli opening act delle date precedenti, affidati a una serie di artisti fra i più ricercati della scena indie italiana (Gomma a Bologna, Sequoyah Tiger a Venezia, Lucia Manca a Bari, 291 Outer Space&Bop a Napoli e CLAP! CLAP! a Firenze), ad aprire la serata all’Alcatraz ci penserà Shygirl, moniker della cantante e producer londinese Blane Muise.

Reduce anche dallo straordinario successo dell’ultimo tour europeo lo scorso ottobre con ben 5 sold out su 6 appuntamenti – tra cui il ritorno nel tempio mondiale della techno, il Berghain di Berlino – M¥SS KETA chiude così in grande stile questo 2019 aperto dal suo ultimo album PAPRIKA: un anno che l’ha consacrata definitivamente icona pop internazionale, protagonista della copertina del Venerdì di Repubblica di fine luglio, omaggiata niente di meno che dalla Treccani, invitata dal Parlamento Europeo a partecipare alla campagna di sensibilizzazione al voto per le ultime elezioni europee e celebrata anche da alcuni dei migliori programmi televisivi come Propaganda Live su La 7.

Esattamente a 4 anni di distanza dalla prima versione, ormai cult, il 19 ottobre è uscito il suo ultimo video LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA – THE MANIFESTO feat. Elodie, La Pina, Priestess, Roshelle, Joan Thiele (https://www.youtube.com/ watch?v=kKZM9mQUkpI), una coloratissima e surreale sfilata per le vie di Milano al grido di “SIAMO LE RAGAZZE”, un inno universale di sorellanza, girl power, queer culture. Ed è proprio nelle vesti di portavoce di sacerdotessa della libertà d’espressione e dell’accettazione di sé stessi che Daria Bignardi l’ha voluta ospite in una delle ultime puntate del suo nuovo programma L’Assedio.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *