Viaggi di lavoro nel 2010, la crisi ha insegnato a risparmiare

AvisTurismo

Il viaggio è da sempre uno strumento cruciale e parte integrante di molte attività professionali. L’innovazione tecnologica e l’inizio della crisi hanno inevitabilmente fatto riconsiderare al mondo economico il vero valore di alcune aree di investimento. È davvero arrivata la fine per le riunioni faccia-a-faccia? E quali sono le aspettative per il 2010? Avis, leader in Italia per l’autonoleggio ha condotto una ricerca in cui si sottolinea, nonostante l’impatto sulle spese del periodo di crisi, alcuni tendenze dei viaggi di lavoro nei prossimi dodici mesi.
Viaggi di lavoro
ITra i paesi osservati, l’Italia è tra quelli in cui la recessione ha avuto un impatto solo temporaneo sull’atteggiamento dei consumatori, davvero limitato sul lungo periodo. Infatti, il 38% degli italiani ha rivelato di non aver cambiato il proprio attegiamento a causa dello scenario economico, il 53% ha spiegato che le abitudini sono cambiate, ma torneranno alla fase pre-crisi non appena l’economia risalirà.

Invece, solo il 9% ha usufruito di meno viaggi di lavoro nel 2009, il 3% ha invertito per sempre la tendenza di spesa precedente. Preferite da molti le razionalizzazioni delle spese. Il 78% ha dichiarato che proverà ad incastrare più incontri possibili in un unico spostamento, mentre il 15% ha spiegato di aver già inserito più appuntamenti di lavoro per massimizzare il valore del viaggio. Quest’ultima percentuale è la seconda più alta tra i Paesi presi in considerazione e indica il bisogno di giustificare le spese di business.
Per il 2010, si può ipotizzare quindi che i viaggi di lavoro avranno un incremento intorno al 15% rispetto all’anno passato: dato a lungo termine che dimostra fiducia nel futuro.

Di persona, l’incontro di lavoro ha più successo
Una recente inchiesta dell’Harvard Business Review Analityc Service ha scoperto che il 79% degli intervistati pensa ai meeting di persona come ad un modo più efficace per incontrare nuovi clienti e vendere prodotti e servizi, mentre il 95% ritiene che siano un fattore chiave di successo per costruire e mantenere relazioni a lungo termine. Allo stesso modo il 93% crede che i meeting di persona sono più utili quando si sta negoziando con colleghi di lingua e cultura differente. In conclusione, gli incontri virtuali, sia tramite e-mail, telefono o videoconferenza, non possono far nascere lo stesso livello di fiducia e coprensione che un meeting di persona può portare sul tavolo.

“Sono finiti i giorni in cui il viaggio di lavoro era sinonimo di lusso e pausa dall’ufficio a caro prezzo” – ha spiegato Roberto Lucchini, amministratore delegato di Avis Italia –. “Il 2010 segna l’era del “viaggio giustificato”, dove andranno motivati non solo il tempo speso per l’organizzazione e partecipazione, ma anche l’investimento richiesto per finanziare il viaggio. La nostra ricerca – aggiunge Lucchini – indica che le restrizioni iniziali ai viaggi sono state rimpiazzate da una prospettiva più realistica: il valore del contatto fisico non dovrebbe e non può essere sottostimato”.

L’impegno e le iniziative di Avis per risparmiare
Avis riconosce da sempre l’importanza di aiutare i clienti business a risparmiare e razionalizzare le spese. Con l’iniziativa Fuel Up Front, che permette di pagare in anticipo il pieno di benzina nel caso in cui si ritorni con il serbatoio vuoto, i clienti potranno essere sempre sicuri di avere il miglior prezzo possibile proprio perchè Avis applica un prezzo più contenuto rispetto alle stazioni locali di servizio. In caso di rientro con il pieno, Avis rimborserà comunque la quantità di benzina immessa.

Contemporaneamente con l’iniziativa Rapid Return hanno fine tutte quelle confusioni generate dai problemi classici successivi al noleggio. Il sistema di controllo veloce, infatti, consente di verificare le informazioni sulla macchina in 60 secondi con il cliente presente, in modo che le eventuali spese aggiuntive siano corrette e niente di inaspettato appaia sul conto.

Anche se il prezzo è ormai una priorità per il consumatore di oggi, Avis ritiene che il servizio non debba prescindere dalla qualità. Perciò, fornisce al cliente un servizio prioritario per aiutarlo a ricavare il massimo da ogni singolo minuto del suo viaggio. Avis Preferred è un servizio complementare progettato per i viaggiatori abitudinari Avis che esigono dall’autonoleggio un servizio veloce e efficiente. Grazie a quest’offerta è possibile beneficiare di un servizio clienti prioritario, di un sistema di prenotazione dedicato e di un service desk Avis Preferred. Il servizio garantisce anche un risparmio notevole di tempo con cabine e alcove riservate Avis Preferred all’interno del parcheggio macchine per recuperarle più facilmente. In alcune location, i membri potranno anche evitare del tutto lo sportello trovandosi le chiavi nei loro veicoli.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *