Caso Lorys, Veronica Panarello: “Voglio vedere mio figlio Diego altrimenti ne morirò”

MediasetSocietà

Io sono stato con la signora Panarello fino a tarda notte. E’ svenuta in carcere nella sua cella a seguito di un malore e ha sbattuto la testa. I sanitari hanno ritenuto opportuno il ricovero ospedaliero. Non c’è ancora una diagnosi e nemmeno una prognosi. Posso solo dire che l’esito della Tac è negativo. Già qualche giorno fa, proprio ai vostri microfoni avevo lanciato una sorta di appello dicendo che la Signora non si era alimentata per dieci giorni e che avevano dovuto metterle le flebo. Poi si era ripresa e nulla lasciava presagire che potesse essere colta da malore”. Queste le parole dell’avvocato Francesco Villardita, legale di Veronica Panarello, la donna accusata dell’omicidio del figlio Andrea Lorys Stival, rilasciate oggi, 2 marzo 2015, nel corso della diretta della trasmissione “Mattino Cinque”.

“Quello che vorrei sottolineare”. –ha continuato l’avvocato – è che Veronica mi ha ripetuto più volte: “voglio vedere mio figlio Diego altrimenti ne morirò”. Questa è la frase che mi ha detto più volte tra una richiesta d’aiuto, perché diceva di avere un forte mal di testa, e un continuo vomito di succhi gastrici perché non aveva cenato.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *