Altro assaggio d’estate in arrivo, durerà meno del precedente

Società

Identico cliché dell’ultima settimana di Aprile, aria fredda nord atlantica verso il comparto occidentale europeo, conseguente richiamo del fronte sub tropicale africano verso il Mediterraneo centrale con obiettivo anche l’Italia. In realtà la rimonte africana è già iniziata ma l’avvezione calda vera e propria non arriverà prima di Giovedì a partire dalla Spagna quando isoterme di 20° a 1500m di altitudine invaderanno progressivamente l’Andalusia portando massime di giorno fino a 35° a Siviglia e a Malaga. L’onda calda risalirà poi Venerdì verso le Isole Baleari, la Francia meridionale e l’Italia del nord, proprio sulle regioni settentrionali sono infatti attese già per Venerdì temperature massime fino a 30° o localmente superiori, in particolare sulla Pianura Padana. Situazione analoga in Toscana e forse sul Lazio ma più a sud il caldo si sentirà di meno soprattutto su Puglia e Calabria lambite da una circolazione leggermente più fresca che non farà salire i termometri oltre i 22-24°.
Estate Italia
Sabato tutto cambierà invece a partire dal nord, l’aria fredda che resterà a breve distanza dalle Alpi verrà spinta verso l’Italia dallo spostamento della saccatura nord atlantica verso il centro est Europa e ci saranno dei forti temporali già a partire dal pomeriggio sia sui settori alpini che sulle pianure, in particolare Emilia Romagna e Triveneto.

Temporali che Domenica si sposteranno anche sulle regioni centrali ed infine Lunedì su quelle meridionali seppur in forma più attenuata. Terminerà quindi proprio in corrispondenza del prossimo weekend l’assaggio estivo di cui in pochi potranno approfittare per una giornata di mare. Se al nord pioverà infatti, al centro sud almeno Sabato ci saranno ancora prevalenti condizioni di bel tempo e non è escluso che il bel tempo nella giornata di Domenica possa interessare ancora gran parte del sud. Sarà quindi il sud a godersi questa nuova fase di caldo in arrivo che Lunedì prossimo sparirà del tutto, completamente sostituita da venti forti settentrionali e temperature in ribasso anche di più di 10° rispetto ai giorni precedenti…prendiamola come viene insomma questa stagione calda perchè per il momento, salvo stravolgimenti, i modelli non ci danno grandi speranze di stabilità duratura.

A cura di MeteoNews24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *