Love me Gender, il secondo appuntamento il 2 luglio su Real Time

Real TimeSocietà

Secondo appuntamento con “Love me Gender”, martedì 2 luglio dalle 21:10,Chiara Francini attraversa l’Italia da Nord a Sud per raccontare come cambiano le relazioni ai tempi della gender equality. Da Roma a Modena, da Milano a Pavia,passando per Rimini, Bologna e Padova, in quattro episodi “Love me Gender”racconta i nuovi modi di essere famiglia, le nuove forme d’amore e di felicità, il tutto con sguardo aperto, leggerezza e ironia, come solo Chiara Francini sa fare. Dopo aver esplorato i temi “Famiglia” e “Felicità”, martedì 2 luglio il focus è su “Ruoli” e “Futuro”

“Ruoli”: Chiara Francini cercherà di scoprire quanto, nella società che sta cambiando, i ruoli famigliari stiano mutando davanti ai nostri occhi. Daniele di Rimini, un uomo che ha scelto di fare il ‘mammo’ e di scambiare il proprio ruolo con quello della moglie: lei è una dirigente d’azienda e lui resta a casa a occuparsi del figlio. In provincia di Milano, una coppia di neo sposi omosessuali, che di notte si trasforma in drag queen, vive con la suocera creando le dinamiche tipiche ‘suocera-nuora’. E la storia di Loredana, la prima transessuale a dirigere la sede di una agenzia di assicurazioni. Loredana è stata Ferruccio per 50 anni, e come Ferruccio è stato sposato per 20 anni ed è diventato padre. Eppure, oggi nei panni di Loredana, ha mantenuto un ottimo rapporto con la sua famiglia, che lo sta accompagnando in questa sua seconda vita.

“Futuro”: Chiara Francini si troverà di fronte al concetto di futuro, nella nuova società fluida sono possibili situazioni e storie che solo ieri non erano immaginabili. La storia di Francesca di Bologna, sposata prima con Simone e poi con Silvia: una donna bisessuale che non solo non si nasconde, ma si realizza nel matrimonio e attraverso due grandi amori della sua vita. O Ale Crash, uno youtuber trentino che attraverso la rete e il suo linguaggio ha raccontato la sua transizione. A Padova, poi, Chiara incontra la coppia formata da Nicolò e Giulia: il loro è un amore che parla di futuro nel quale il genere perde significato. Dopo un fidanzamento durato 9 anni come coppia lesbo, Nicolò inizia la transizione verso il maschile, e Giulia rimane al suo fianco, adattandosi a lui e al suo cambiamento.

“Love me Gender” (4 puntate da 60’) è realizzato da Stand By Me, in onda suDiscovery Italia.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *