MasterChef Italia, prova in esterna sui navigli di Milano

CucinaSky

Per la prima volta, in questa edizione di MasterChef Italia, gli aspiranti chef provano il lavoro sul campo: una squadra di cuochi al servizio di un “vero” ristorante, un menu ben articolato e da preparare in una cucina professionale, dei camerieri pronti a servire in tavola i piatti e dei clienti impazienti di assaggiarli. La prova in esterna del nuovo appuntamento con il cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy – in onda domani, giovedì 7 marzo, alle 21.15 su Sky Uno (canale 108 e sul digitale terrestre al canale 311 o 11) e su Sky On Demand e NOW TV – vede le due brigate della Masterclass al lavoro in due storici ristoranti di cucina milanese situati sulle sponde dei Navigli.

Arbitri di questa sfida, insieme agli stessi clienti dei ristoranti, i quattro giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, nelle vesti anche di consiglieri per le due brigate.

La Mystery Box sarà strutturata con un meccanismo che sulla carta potrebbe accendere ancor di più la competizione tra i cuochi amatoriali, già apparsi molto agguerriti e combattivi nel corso dei precedenti episodi. Per l’Invention Test, invece, una vera e propria mission impossible: replicare uno dei piatti più complessi di Paul Bocuse, il padre della gastronomia francese. Infine, il temutissimo – e sempre più complesso – Pressure Test.

Durante la settimana – tutti i giorni alle ore 19.50 sempre su Sky Uno – prosegue anche MasterChef Magazine. In questa settimana: dalla rubrica sulle pizze gourmet ai racconti dei giudici di MasterChef Italia, dai segreti degli chef stellati Christian Milone e Alessandro Del Degan fino agli episodi inediti vissuti all’interno del programma svelati dagli stessi cuochi amatoriali in gara.

Prosegue l’attenzione rivolta da MasterChef nella lotta contro gli sprechi: come nelle scorse stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni.

Tutto il mondo MasterChef sceglie di essere plastic free ed eco-friendly promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile, rispettando l’ambiente e non sprecando risorse alimentari. La produzione adotta in tutti i luoghi di lavoro un approccio plastic free. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile. L’approccio è coerente con quello del Gruppo Sky, che in tutti i Paesi in cui opera ha lanciato nel gennaio 2017 la campagna di sensibilizzazione Sky – Un Mare Da Salvare per l’eliminazione progressiva della plastica usa e getta, impegnandosi in prima persona a fare lo stesso.

MasterChef Italia è realizzato con la collaborazione di numerose aziende quali Electrolux, Barilla, Coop, Amadori, Soffass, Petti, San Benedetto, Campari, Parmareggio, Orto Mio, Olio Benvolio, Ballarini e Staub, Siggi, Grohe, Acetaia Fini, Cantine Ferrari e Tenute Lunelli, NH Hotel Groupe, Tagliabene, Riso Acquerello.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *