Spurlock, Howl, La Horde: ecco l’estate Fandango

CinemaFandango

La Fandango annuncia tre nuovi titoli in distribuzione per questa estate, e si tratta in tutti e tre i casi di film che già possono vantare una circolazione e un riscontro in umportanti festival internazionali. In primis, “Che fine ha fatto Bin Laden?” dell’irriverente Morgan Spurlock (in uscita il 9 luglio), già presentato al Festival Internazionale del Film di Roma – Sezione Extra. Con un bambino in arrivo la necessità di rendere il mondo un posto più sicuro si fa impellente, così un modesto cittadino del West Virginia, decide di intraprendere quello che nessuna squadra operativa speciale è riuscita a fare.
Che fine ha fatto Bin Laden
Mette all’opera la sua assoluta mancanza di esperienza, preparazione e competenza per dare la caccia all’uomo più pericoloso e ricercato del pianeta, Osama Bin Laden.

“Howl” (27 agosto) è un film di Rob Epstein e Jeffrey Friedman che vede la partecipazione di James Franco, David Strathairn e Jon Hamm. Già presentato a Berlino a al Sundance di Robert Redford, il film che descrive un momento fondamentale della contro-cultura americana. Nella San Francisco del 1957, un capolavoro di letteratura americana fu portato sul banco degli imputati. La storia è raccontata principalmente su tre piani di lettura : il processo, la riabilitazione del giovane Allen Ginsberg (James Franco), e il poema stesso, animato da alcuni graphic novelists, e dal collaboratore di Ginsberg, Eric Drooker con il suo immaginario beat.

Yannick Dahan e Benjamin Rocher con Eriq Ebauaney e Aurelien Recoing presentano “La Horde”, un inquietante horror in uscita il 27 agosto e visto in anteprima alla mostra del cinema di Venezia lo scorso anno. Nella banlieue parigina, quattro poliziotti corrotti decidono di vendicare un amico assassinato da un gruppo di delinquenti che si rinchiudono in un edificio popolare abbandonato. Appena giunti sul posto, la vendetta personale dei poliziotti si trasforma in un incubo.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *