Taste of Roma, grande successo per la prima edizione

Cucina

La prima edizione di Taste of Roma si chiude con numeri eccezionali: 13.600 visitatori in quattro giorni, oltre 50.000 assaggi serviti dai ristoranti, 25.000 bicchieri di vino degustati, oltre 100.000 stoviglie utilizzate fra piatti, posate, ciotole e tovaglioli. Taste of Roma  dal 20 al 23 settembre ha accolto nei bellissimi giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica il più grande Restaurant Festival mai realizzato a Roma. Anche la stampa ha accolto con interesse l’evento: quasi 300 giornalisti accreditati e numerosi passaggi televisivi e radiofonici con interviste e servizi dedicati all’evento. Un risultato che decreta un successo annunciato del Taste Festival in Italia e che, dopo tre edizioni milanesi, ora conquista anche Roma. Il mix di alta ristorazione (rappresentata da 12 chef eccellenti) e oltre cento eventi fra lezioni e corsi di cucina, show-cooking live, laboratori e degustazioni di vini e altre prelibatezze gastronomiche, si conferma così una formula vincente in grado di entusiasmare e coinvolgere gli appassionati della buona tavola in un vero e proprio parco divertimenti del cibo.

Quella che si è vissuta a Taste of Roma è stata un’atmosfera davvero unica, con la squadra degli chef affiatata e motivata per offrire ai visitatori un’esperienza indimenticabile e un generale spirito di collaborazione fra tutti gli ‘attori’ che ha coinvolto il pubblico in un clima di festa e happening. Perché Taste è prima di tutto questo: una festa, un nuovo modo per fare cultura attorno al cibo e alla grande cucina.


E il pubblico ha risposto in maniera entusiastica affollando tutte le lezioni di cucina e gli show-cooking, animando con interesse tutte le attività proposte nei quattro giorni di evento. Una partecipazione straordinaria che ha dimostrato la passione di Roma e dei romani per la buona tavola e la buona cucina e che lascia presagire un incremento di pubblico per il prossimo anno.

Soddisfatti ed entusiasti dell’ottimo risultato conquistato, Silvia e Mauro Dorigo di Brand Events Italy stanno già pensando a Taste of Roma 2013: “Siamo davvero contenti di come la città di Roma abbia accolto la manifestazione – commenta Silvia Dorigo – e questo ci farà lavorare da subito a nuovi contenuti e attività per il 2013. Vorremmo ringraziare in particolare gli chef che hanno proposto uno dei migliori menu mai presentato ad un Taste festival e che hanno dimostrato come l’alta cucina possa e debba farsi conoscere da un pubblico più vasto. Inoltre, la grande partecipazione di tante famiglie e dei piccoli dimostra l’interesse e il desiderio del pubblico di imparare a gustare e a capire la buona cucina. Infine vorremmo ringraziare Electrolux che, come sponsor principale del festival, ci ha consentito di realizzare i corsi e le cucine degli chef.”

Già, gli Chef…i grandi protagonisti di Taste of Roma che non si sono risparmiati ma, anzi, hanno profuso con entusiasmo e allegria tutte le loro energie e la loro passione per l’ottima riuscita della manifestazione. Un’allegria che hanno saputo trasmettere al pubblico, felici e orgogliosi di aver preso parte alla prima edizione di Taste of Roma. Per quanto stanchi a fine giornata, non è stato raro vederli festeggiare tutti insieme fino a tarda notte nelle loro cucine perché Taste per loro è fatica e impegno, ma anche una festa.

“Abbiamo vissuto una grande edizione di Taste – continua Mauro Dorigo – in primo luogo per la grande qualità e varietà dei piatti proposti dai nostri chef che hanno saputo conquistare tutti i palati, anche i più sopraffini. Il clima di soddisfazione generale ha coinvolto tutti gli espositori e i partners, molti dei quali hanno già riconfermato la partecipazione alla prossima edizione. Mi preme ringraziare, infine, tutti i ragazzi dell’alberghiero che, collaborando con noi, hanno avuto l’opportunità di vivere da vicino l’affascinante mondo della ristorazione, un settore oggi molto ambìto e un importante motore della nostra economia: in questo senso Taste diventa anche una piattaforma formativa.”

Carlo Fuortes, Amministratore Delegato della Fondazione Musica per Roma, commenta:
“Il successo della manifestazione è dovuto sia all’efficacia della formula di un festival enogastronomico unico nel suo genere, sia alla qualità dell’offerta dei piatti preparati da 12 fra i migliori Chef della Capitale, sia alla bellezza e all’ospitalità del luogo che l’ha tenuta a battesimo a Roma: l’Auditorium Parco della Musica. L’idea di ospitare una manifestazione come questa, che ha conquistato in tutto il mondo migliaia di appassionati della buona tavola, è nata circa cinque anni fa, in occasione di Taste of London. Ma già da prima la Fondazione Musica per Roma aveva aperto le porte al cibo e al vino, organizzando diversi appuntamenti dedicati. Taste of Roma ha rappresentato una punta di eccellenza in questo percorso gastronomico e culturale.”

“A noi non resta – concludono i fratelli Dorigo – che dare a tutti un arrivederci al prossimo anno con due nuove e indimenticabili edizioni di Taste: a Milano in primavera e a Roma in settembre.”

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 12|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *