Valentino Rossi 4^ a Laguna Seca

FIATMichelinMotoriSportYamaha

Valentino Rossi, partito dalla quinta posizione della griglia, ha chiuso oggi il Gran Premio statunitense di Laguna Seca in quarta posizione dopo una gara in condizioni difficili.
Rossi Laguna Seca 2007
Il compagno di squadra Edwards non è riuscito a realizzare il suo sogno di salire per la prima volta sul gradino più alto del podio proprio nella sua gara di casa e ha tagliato il traguardo in undicesima posizione dopo una gara dominata dalla partenza al traguardo dal leader del mondiale Casey Stoner.

In partenza Rossi ha perso terreno e si è trovato dietro ad Edwards per la prima parte del primo giro. Comunque ha presto superato il compagno di squadra e la coppia ha chiuso il primo giro rispettivamente in quarta e quinta posizione. Al quinto giro Marco Melandri si lancia all’attacco di Edwards prima e Rossi poi, che riesce a superare qualche giro dopo, lasciandolo così in quinta posizione. Melandri supera anche Pedrosa e in quel momento Rossi comincia a ridurre il divario dallo spagnolo fino a raggiungerlo e passarlo al giro venti, portandosi così in quarta posizione. L’italiano ha poi cercato di avvicinarsi a Melandri ma una mancanza di grip lo ha costretto a rallentare e alla fine ha tagliato il traguardo 30,664 secondi dietro a Stoner.

Edwards è rimasto in sesta posizione per gran parte della gara, ma nelle battute finali anche le sue gomme hanno cominciato a dare grossi problemi per cui è stato raggiunto da un gruppo di piloti che lo hanno poi costretto a chiudere in undicesima posizione. Rossi ed Edwards rimangono rispettivamente secondo e settimo in classifica generale ma il distacco da Stoner aumenta a 44 punti, a sette gare dal termine del campionato. Il paddock del MotoGP è pronto ora per una meritata pausa estiva fino all’appuntamento di Brno nella Repubblica Ceca a fine agosto.

Valentino Rossi: Posizione: 4 Tempo: +30.664

“Oggi è stata una delusione incredibile perché con le gomme che avevamo era come se i nostri avversari corressero in un altra gara. Con il Team abbiamo lavorato davvero duro, soprattutto dopo l’incidente di ieri e abbiamo fatto tutto quello che era in nostro potere per avere la moto nelle condizioni migliori possibili. Ma senza grip non era possibile lottare con i piloti in testa. Ho dato il massimo e sono contento di essere riuscito a prendere Pedrosa, ma non sono riuscito a raggiungere Melandri; Oggi non avevamo grip. Mi dispiace molto per quello che è successo lo scorso week end al Sachsenring perché lì le Michelin andavano forte e abbiamo perso un’opportunità di recuperare punti importanti. Dopo oggi capiamo ancora di più quanto importanti fossero! Sembra che le gomme siano il fattore determinante e questo è un peccato per i tifosi e per lo spettacolo. Non molliamo; ci sono ancora sette gare e sappiamo che la Michelin lavorerà duramente per migliorare la situazione nella seconda parte della stagione, ma Stoner è molto forte e sappiamo che sarà dura. Comunque ora si va in vacanza, a Brno torneremo a lottare al massimo fino alla fine.”

Colin Edwards: Posizione: 11 Tempo: +47.376

“Penso che sia chiaro a tutti che oggi abbiamo avuto dei problemi e perché. La situazione è stata difficile per tutto il week end e abbiamo provato a modificare la moto in tutti i modi possibili per risolvere i problemi ma sfortunatamente non ha funzionato. Qualunque cosa facessimo non si poteva cambiare il fatto che non avevamo grip. Naturalmente sono molto deluso perché tutto questo è successo nella mia gara di casa, davanti a tutta la mia famiglia e amici ed è un peccato per i tifosi americani. La mia squadra ha lavorato moltissimo tutto il week end, si meritano delle vacanze, poi saremo pronti per un nuovo inizio a Brno.”

Davide Brivio: Team Director

“È chiaro che le gomme hanno svolto oggi un ruolo fondamentale. La settimana scorsa le nostre gomme andavano meglio ma questa settimana la situazione era invertita e i nostri piloti non hanno potuto sfruttare il loro potenziale. È un vero peccato perché questo campionato dovrebbe far vedere la lotta tra i piloti migliori e invece tutto è limitato da altri fattori. Hanno lavorato tutti moltissimo questo week end ma sfortunatamente Valentino non è riuscito a lottare per la vittoria come speravamo e Colin non è riuscito a sfruttare il suo potenziale davanti ai suoi tifosi. Ora dobbiamo continuare a lavorare, ma sappiamo che la situazione non sarà facile né veloce da cambiare. Vorrei ringraziare entrambi i piloti, il Team e gli ingegneri perché hanno lavorato davvero moltissimo in condizioni difficili per tutto il week end. Ora hanno tutti un po’ di vacanza per riprendersi dagli ultimi mesi di lavoro, poi si ricomincia. Continueremo a lottare e non molleremo.”

Risultati

1. Casey Stoner (AUS) Ducati Marlboro Team 44’20.325
2. Chris Vermeulen (AUS) Rizla Suzuki MotoGP + 9.865
3. Marco Melandri (ITA) Honda Gresini + 25.641
4. Valentino Rossi (ITA) Fiat Yamaha Team + 30.664
5. Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team + 35.622
6. Randy de Puniet (FRA) Kawasaki Racing Team + 38.306
7. Anthony West (AUS) Kawasaki + 41.422
8. Makoto Tamada (JPN) Dunlop Yamaha Tech 3 + 42.355
9. Alex Barros (BRA) Pramac d’Antin + 42.520
10. Nicky Hayden (USA) Repsol Honda Team + 43.720
11. Colin Edwards (USA) Fiat Yamaha Team + 47.376
12. Shinya Nakano (JPN) Konica Minolta Honda + 52.848
13. Sylvain Guintoli (FRA) Dunlop Yamaha Tech 3 + 58.410
14. Carlos Checa (SPA) Honda LCR + 1’15.366
15. John Hopkins (USA) Rizla Suzuki MotoGP 2 Lap
16. Chaz Davies (GBR) Pramac D’Antin 3 Lap

NON CLASSIFICATI

Nicky Hayden (USA) Repsol Honda Team 10 Lap
Miguel Duhamel (CAN) Honda Gresini 22 Lap
Kurtis Roberts (USA) Team Roberts 27 Lap
Loris Capirossi (ITA) Ducati Marlboro Team 29 Lap

Classifica

1. Casey Stoner (AUS) Ducati Marlboro Team 221
2. Valentino Rossi (ITA) Fiat Yamaha Team 177
3. Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team 155
4. Marco Melandri (ITA) Honda Gresini 113
5. Chris Vermeulen (AUS) Rizla Suzuki MotoGP 113
6. John Hopkins (USA) Rizla Suzuki MotoGP 104
7. Colin Edwards (USA) Fiat Yamaha Team 93
8. Loris Capirossi (ITA) Ducati Marlboro Team 82
9. Alex Barros (BRA) Pramac d’Antin 76
10. Nicky Hayden (USA) Repsol Honda Team 73
11. Alex Hofmann (GER) Pramac d’Antin 60
12. Randy de Puniet (FRA) Kawasaki Racing Team 50
13. Toni Elias (SPA) Honda Gresini 49
14. Makoto Tamada (JPN) Dunlop Yamaha Tech 3 31
15. Shinya Nakano (JPN) Konica Minolta Honda 29
16. Anthony West (AUS) Kawasaki 29
17. Carlos Checa (SPA) Honda LCR 24
18. Sylvain Guintoli (FRA) Dunlop Yamaha Tech 3 21
19. Kurtis Roberts (USA) Team Roberts 8
20. M Fabrizio (ITA) Honda Gresini 6
21. Roger Hayden (USA) Kawasaki Racing Team 6
22. Fonsi Nieto (SPA) Kawasaki Racing Team 5
23. Kenny Roberts Jr (USA) Team Roberts 4
24. Olivier Jacque (FRA) Kawasaki Racing Team 4

Laguna Seca: Lap Record
C. Stoner (Ducati) 2007, 1’22.542

Laguna Seca: Best Lap
C. Stoner (Ducati) 2007, 1’22.292

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *