27 mila giovani in treno per la festa del Primo Maggio a Roma

TrenitaliaTurismo

Una festa all’insegna della civiltà e del buon senso quella del 1° maggio a Roma. Sono stati 27 mila i giovani che hanno scelto il treno in occasione del concerto in piazza S. Giovanni. Oltre ai viaggiatori che hanno deciso di spostarsi con i convogli del Gruppo FS per il lungo ponte primaverile. La campagna di comunicazione “no ticket – no parti”, promossa da Ferrovie dello Stato, è stata ben recepita. Da Nord e da Sud 13 mila manifestanti hanno raggiunto Roma per vedere il concerto nella Capitale. E ben 14 mila quelli che si sono spostati da Lazio, Toscana, Umbria, Campania e Abruzzo per partecipare alla giornata di festa. Tutti muniti di regolare biglietto hanno scelto il treno anche per il rientro a casa. Ben tre i convogli supplementari messi a disposizione per raggiungere la Capitale da Milano, Lecce e Reggio Calabria.

Tutto bene anche il rientro da Roma Termini a fine manifestazione. I controlli da parte di FS e della Polfer e le squadre dell’assistenza clienti hanno garantito l’acquisto “last minute” del biglietto da parte di centinaia di giovani che si sono presentati in stazione senza ticket.

Poco meno di 1000 le persone che complessivamente sono state allontanate da Protezione Aziendale del Gruppo FS e dalla Polizia Ferroviaria perché pretendevano di viaggiare gratis in occasione dell’evento. Ritardati gli ultimi treni in partenza dalla Capitale per garantire il rientro di migliaia di persone che si sono concentrate a Termini alla fine del concerto.

Le FS hanno messo a disposizione un treno supplementare con destinazione Napoli. Oltre che dare la possibilità ai manifestanti campani di salire su un convoglio diretto a Formia prolungando la sua corsa fino a Napoli. Alcuni giovani hanno preferito fermarsi in città per il week-end. E altri ripartire questa mattina potendo disporre di una vasta scelta di treni per tutte le destinazioni.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *