Il parquet Listone Giordano tra le icone del Design

ArredamentoDesignListone Giordano

Il parquet Listone Giordano si afferma, con orgoglio, tra gli oggetti di design che hanno segnato la storia dell’Italian Style, in mostra nel Road Show che per tutto l’autunno toccherà alcune delle principali città italiane in prestigiose dimore storiche.
parquet Listone Giordano
Si tratta di una mostra itinerante che raccoglie 40 oggetti di culto, dagli anni ’30 fino ai giorni nostri e tutt’ora in produzione, selezionati dal Politecnico di Milano – Dipartimento INDACO (Industrial Design, Arti, Comunicazione, Moda). Attraverso queste icone dell’immaginario collettivo si è voluta leggere l’evoluzione del design italiano come interazione tra il lavoro dei designer e la volontà degli imprenditori che hanno saputo cogliere gli aspetti innovativi dei progetti proposti e vi hanno investito.

Il prodotto di eccellenza della collezione Listone Giordano, con sistema DueStrati, è stato scelto, tra le icone di Design, a rappresentare il 1983, anno di creazione del brevetto nato dall’intuizione del Prof. Guglielmo Giordano, docente universitario, studioso del legno e ricercatore di fama internazionale, considerato tra i più autorevoli riferimenti della cultura scientifica in materia.

Partendo dall’osservazione che i pavimenti tradizionali in legno massello perdevano la loro stabilità per effetto dei cambiamenti di umidità nell’ambiente, il Prof. Giordano effettuò, all’interno degli stabilimenti Margaritelli, una serie di prove sperimentali che portarono alla realizzazione industriale di un parquet con un supporto tecnologico di nuova concezione. Il risultato furono liste di grandi dimensioni flessibili e assolutamente indeformabili con un valore estetico aggiunto, che segnarono una nuova éra nel campo dei pavimenti in legno.

In mostra accanto al parquet Listone Giordano, solo per citarne alcuni, il cappello Borsalino, la bottiglietta Campari, la “Lettera 22” della Olivetti, la Moka Bialetti, la pentola a pressione Lagostina, la bicicletta Graziella, il mocassino Tod’s, la lampada Tizio di Artemide, lo zaino Invicta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *