Due stelle ai 5 elettrodomestici per la cucina ecologica Candy

AnticipazioniArredamentoCandy

Dopo il riconoscimento della Commissione Europea come partner della campagna SEE (Sustainable Energy Europe), Candy Group riceve un’ulteriore conferma al suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente: Carbon Footprint ha certificato con due stelle i cinque elettrodomestici Candy per l’incasso che permettono di evitare, in un anno, l’emissione di 14,5 tonnellate di CO2 grazie al risparmio di elettricità.

Carbon Footprint, ente internazionale indipendente, ha già certificato il Gruppo per i risultati ottenuti nella riduzione delle emissioni e dei consumi di energia e acqua in ricerca e sviluppo, produzione e nell’attività commerciale e gestionale.

I cinque elettrodomestici Candy sono i primi usciti dal programma 3EKA (Ecological Energy-efficient Kitchen Appliance), finalizzato a sviluppare prodotti “verdi” e migliorarne sempre più le prestazioni:
Forno Eco. La classe A di efficienza energetica e l’illuminazione a led consentono un risparmio di elettricità del 20 per cento, pari a 210 Wh, rispetto al modello precedente.
Piano cottura a induzione: abbassa il consumo elettrico a 150 Wh, circa la metà rispetto alle altre tecnologie oggi disponibili.
Cappa. I led per l’illuminazione fanno risparmiare 36 Wh, pari al 22,5 per cento.
Lavastoviglie. Grazie all’innovativo sistema di filtrazione e riciclo, il nuovo modello usa soltanto 10 litri di acqua per ciclo, oltre al risparmio energetico di 50 Wh.
Frigorifero. La classe A++ di efficienza energetica e l’illuminazione a led riducono del 38 per cento il consumo di elettricità, pari a 274 Wh al giorno.

Questi cinque prodotti, destinati all’ambiente cucina, permettono un risparmio giornaliero di 793 Wh(1), pari a 285 kWh in un anno, oltre a risparmiare 1.092 litri di acqua grazie alla nuova lavastoviglie.

Ipotizzando di sostituire, nello stesso momento, gli elettrodomestici obsoleti con i cinque nuovi prodotti Candy in tutte le famiglie europee, si risparmierebbero 25,6 TWh di elettricità, che significano circa 13 milioni di tonnellate di CO2 in meno nell’atmosfera.

(1) Per il calcolo si è considerata 1 ora di funzionamento giornaliero per forno e piano di cottura, 3 ore per la cappa, 1 ciclo giornaliero per la lavastoviglie. Il frigorifero è sempre in funzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *