Gianfranco Fini, in alto a destra

Società

Gianfranco Fini è il personaggio più discusso negli ultimi mesi, forse anni, di vita politica. Discusso più che discutibile. Legandoci alla semantica delle parole, possiamo dire che sono stati più i compagni di partito a scontrarsi con l’ex leader di Allenza Nazionale e attuale Presidente della Camera. Baruffe e discussioni che Fini ha sempre affrontato con l’aplomb che gli appartiene, in contrapposizione alla propensione dello spettacolo di altri pidiellini, senza fare nomi. Ora dal 22 luglio prossimo in tutte le librerie italiane sarà presente un libro che cerca di seguire il percorso politico personale del segretario bolognese: “In alto a destra. Attorno a Fini, tre anni di idee che sconvolgono la politica.” (pp.288, euro 14.50).
In alto a destra
Il volume, curato da Giuliano Compagno per la collana “Bassi Fondali” della Coniglio Editore, raccoglie gli interventi più significativi che negli ultimi anni sono stati pubblicati sul “Secolo”, su “Fare Futuro” e su “Charta Minuta” a firma di intellettuali, studiosi e giornalisti che da tempo sostengono un mutamento profondo nella politica, nella cultura e nella società italiane.

Tra essi, oltre al curatore, Umberto Croppi, Flavia Perina, Alessandro Campi, Luciano Lanna, Annalisa Terranova, Filippo Rossi, Roberto Alfatti Appetiti e altri ancora. L’idea alla base di “In alto a destra” è quella di una prospettiva di Nazione profondamente diversa rispetto agli stereotipi berlusconiani di un Paese che sempre di più somiglia a un’azienda di obbedienti e di un’opinione pubblica che troppo spesso coincide con sondaggi fantasiosi. Gli autori rivendicano il loro essere teste libere e pensanti, che non prendono ordini da nessuno, per i quali un’idea vale assai di più del potere e del successo che deriverebbero dal non averne alcuna. Allo stesso tempo ritengono di costituire un’alternatica critica all’asse Lega/Berlusconi, convinti del fatto che destra e sinistra non solo rappresentino categorie vecchie ma sono diventati luoghi intransitabili da una buona politica tutta da costruire, capace di coniugare sul serio diritti e doveri, durissima con chi ruba o corrompe e pronta ad affrontare il cambiamento epocale di una società europea finalmente moderna.

3 Commenti

  1. simone ha detto:

    Gianfranco liberaci dalla Lega!! E da Silvio!!

  2. Fabio ha detto:

    La vita politica di Fini??

    Una p****** che va dal miglior offerente. Dove la bandiera sventola più forte lui va. Fine.

  3. simone ha detto:

    ti confondi con mastella!! ahahhahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *