Raoul Bova patrocina la prima scuola di graffiti

Società

‘I Graffiti’ è una manifestazione itinerante promossa dalla Fondazione Capitano Ultimo presieduta da Raoul Bova. Scopo della Fondazione Capitano Ultimo Onlus è quello di sostenere ed incentivare una vera e propria “Cultura della Legalità e della Solidarietà” ed il progetto “I Graffiti” si pone all’interno di una serie di attività promosse dalla Fondazione al fine di realizzarne gli obiettivi. L’aspetto innovativo del progetto è quello di usare un linguaggio considerato “illegale” e riportarlo ad una sua condizione di “giustizia” sfruttando l’arte per combattere l’illegalità.
street art
Con il patrocinio della Provincia e Comune di Rieti e della Fondazione Varrone, i più bravi e conosciuti “street artists” di Milano e Rieti (Angelo142, Frode, Airone, SuperSonyco) assieme ai pazienti del dipartimento psichiatrico Comunità “La Villa” daranno vita con i colori ad uno scuola bus , un mezzo della nettezza urbana ed una serie di maxi – tavole disegnandole con immagini ispirate alla Legalità.

La presentazione del progetto avverrò sabato 9 gennaio 2010 in Piazza Vittorio Emanuele a Rieti. Durante la manifestazione sarà possibile acquistare la prima edizione del calendario “I graffiti 2010” a favore della Fondazione Capitano Ultimo Onlus, realizzato con il sostegno della Fondazione Varrone presieduta da Innocenzo De Sanctis che ha anche messo a disposizione il prestigioso Auditorium Varrone per la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa.

Ispirata alla manifestazione ‘I Graffiti’ e fortemente voluta da Raoul Bova, nasce sotto il patrocinio della Fondazione Capitano Ultimo la Graffiti Art School, che ha suscitato notevole interesse da parte dei giovani. Grazie a questa istituzione si è sviluppata l’idea di creare dei veri e propri laboratori del paesaggio urbano attraverso l’insegnamento della graffiti art e l’esercizio ad interventi legali sul tessuto urbano, quasi una filosofia di vita che possa insegnare a migliorare zone deteriorate ma anche e soprattutto a diffondere un nuovo gusto del bello, del legale, e del positivo per le nuove generazioni. I laboratori avranno luogo nella provincia di Rieti, nei comuni di Cittaducale, Varco Sabino e Cantalice, dove i rispettivi Sindaci hanno manifestato disponibilità agli interventi in vari spazi pubblici di notevole impatto ambientale. Inoltre per realizzare i graffiti e svolgere i corsi specifici la scuola si avvarrà della collaborazione di associazioni sportive come il Freeclimbing, il Wakeboard e il Trial urbano che nello specifico fonderanno l’importanza dello studio del movimento del corpo con il gesto artistico e il colore sugli strumenti sportivi (acrobat writer, body paint, wake art). La scuola organizzerà una volta l’anno un evento con performances artistiche e sportive e anche uno spazio dedicato allo shopping di opere estemporanee degli allievi artisti. Il 15 % dei proventi annuali della scuola stessa verrà devoluto alla Fondazione Capitano Ultimo Onlus per i lavori di realizzazione della Casa Famiglia “Capitano Ultimo”.

La Fondazione Capitano Ultimo Onlus nasce dall’incontro professionale, sfociato poi in amicizia profonda, fra Raoul Bova e Sergio De Caprio, il colonnello dei carabinieri, noto con il nome di battaglia di Capitano Ultimo, autore, dopo anni di indagini ed appostamenti, dell’arresto del boss mafioso Totò Riina. Durante le riprese dei tre episodi delle serie televisiva, si è consolidata l’intenzione di dar vita ad una Fondazione che sostenesse valori di giustizia e che combattesse l’indifferenza e la prevaricazione. Il preciso scopo della Fondazione è quello di sostenere ed incentivare una vera e propria “Cultura della Legalità e della Solidarietà” ed oltre a promuovere incontri di sensibilizzazione con i giovani per testimoniare e lanciare un segnale forte di giustizia, ha come obiettivo, in collaborazione con altre realtà associative, la realizzazione di un progetto che possa essere testimonianza concreta di valori di uguaglianza ed onestà. Tra gli obiettivi attuali, oltra alla Graffiti Art School, c’è ‘Il Parco della Mistica’, promosso e gestito oltre che dalla Fondazione Capitano Ultimo, dalla Nazionale Italiana Cantanti, dal Consorzio Sociale Tiresia e dalla Cooperativa Sociale Maia. Il Campus sarà uno strumento di recupero e valorizzazione ambientale della Tenuta della Mistica, area collocata nella profonda periferia della capitale, tra il VII e l’VIII Municipio. Il Parco si propone come un progetto per la legalità permanente che, attraverso laboratori artistici, ambientali e di artigianato, promuova eventi di incontro, di dibattito, di formazione ed azione di solidarietà contro ogni forma di criminalità e prevaricazione. Uno spazio di discussione, di promozione di idee e di esempi da portare attraverso l’arte e lo spettacolo nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle strade, un’area pronta ad accogliere soprattutto i giovani e la loro positiva energia. All’interno del Parco sarà attiva una Casa Famiglia. La riqualificazione dell’area passerà attraverso un progetto che sviluppi e potenzi l’educazione alla legalità ed alla solidarietà favorendo il rispetto inteso in tutte le sue molteplici manifestazioni, da quello delle regole, al rispetto della dignità, dell’individualità e delle diversità, con particolare riguardo ai giovani, attraverso la promozione di eventi a forte impatto comunicativo che facciano del Campus della Legalità e Solidarietà un polo di attrazione e sperimentazione intorno alle politiche giovanili, all’accoglienza ed alle pari opportunità. La Fondazione Capitano Ultimo, contribuirà culturalmente e materialmente alla realizzazione di tale progetto con la mobilitazione di importanti risorse economiche e con il coinvolgimento del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *