37° Rally 1000 Miglia, cresce l’attesa

Sport

L’attesa cresce e la classica “febbre da rally” sale ogni giorno di più. Sono, questi, i giorni “caldi” che precedono il Rally 1000 Miglia, ogni anno pronto a riproporre la propria tradizione di eccellenza nelle corse su strada. Dopo l’annuncio della gara con un format rinnovato ed anche dopo aver apprezzato l’esordio stagionale del Ciocco, l’attenzione adesso si è spostata più che mai verso il 37°Rally1000 Miglia, in programma dal 12 al 14 aprile prossimi.

Photo Credit: M. Bettiol
La gara della “freccia rossa” è nel pieno dell’attività organizzativa, il lavoro preparatorio sta procedendo secondo il ruolino di marcia fissato dal Comitato Organizzatore ed in questi giorni in cui sono in arrivo le iscrizioni, che chiuderanno venerdì 5 aprile, si percepisce molto interesse verso l’evento sia dal tessuto sportivo dei piloti locali sia dai semplici appassionati, per i quali questo è un evento che merita di avere il notevole risalto sportivo e mediatico che si è guadagnato negli anni passati.

ATTESI DIVERSI “BIG”, TRA I QUALI ANCHE I LOCALI ALBERTINI E DALLAVILLA
Il buon numero di iscritti alla prima prova del Ciocco ed anche il dato di fatto delle numerose adesioni registrate dal Rally 1000 Miglia nelle precedenti edizioni, risultate costantemente le più alte in assoluto della serie tricolore, fanno presagire un altro appuntamento di livello, complice anche la grande attesa riferita ai possibili attori che duelleranno per tre giorni nelle vallate bresciane.

Sono annunciati motivi sportivi di notevole effetto. Al Ciocco ha dominato Giandomenico Basso, proprio colui che ha vinto lo scorso anno il 1000 Miglia, gara che il driver trevigiano non ha mai fatto mistero di amare in modo particolare. Pur con un budget che ancora non permette molto, Basso ha dichiarato che farà di tutto per essere della partita, mentre sono sicuri di prendere il via il bergamasco Alex Perico (Peugeot 207) e il pilota ufficiale di Skoda Italia Umberto Scandola (Skoda Fabia) rispettivamente secondo e terzo al Ciocco. Ma sono attesi anche altri “nomi” del plateau italiano, come ad esempio i vari protagonisti dei trofei monomarca (Renault Clio e Twingo TOP, Citroen Racing Trophy e Suzuki Rally Cup), vale a dire Bosca, Michelini, Tognozzi, Ferrarotti (per la serie Clio), Andolfi, Crugnola, Scattolon e Tassone (con le Twingo), per finire con Nucita, Biasion, Re Vittalini, Baccega con le Citroen DS3 R3.

Non ci si ferma qui: è infatti attesa la presenza di Stefano Albertini, il pilota di Vestone terzo assoluto nel Campionato Italiano 2012, che farà di tutto per essere al via con una vettura S2000 con la quale conta poi di proseguire l’avventura tricolore e, oltre a lui, gli appassionati bresciani (e non solo…) sperano di rivedere con un volante in mano anche Andrea Dallavilla, un rallista che allo sport bresciano ha dato tanto, con il titolo di Campione Italiano assoluto conquistato nel 1997 e con quello di vice-Campione Junior WRC nel 2001 e nel 2002.

LA GARA ENTRA NEL “CUORE” DI BRESCIA
Come consuetudine, l’Automobile Club Brescia anche quest’anno guarda con estrema attenzione all’immagine, volendo quindi aumentare l’impatto di comunicazione dell’evento. Per questo motivo è stata prevista la pedana di partenza ed arrivo in Piazzale Arnaldo, ubicata a ridosso del centro storico di Brescia. La nuova location costituisce indubbiamente un contesto più che adeguato alla manifestazione, sia come spazi tecnici e logistici ma, soprattutto, perché si tratta della meta “pulsante” delle serate dei bresciani, una piazza piena di locali frequentatissimi a due passi dal cuore della città. Gli orari previsti per partenza ed arrivi (sia della gara TNR che della gara valida per il CIR) lasciano certamente presupporre una notevole cornice di pubblico ad applaudire i protagonisti di una gara che si preannuncia ad altissimo tasso spettacolare.

Le partenze “tecniche” di entrambe le Tappe, per agevolare a livello logistico gli equipaggi in gara ed i Team, avverranno dal Parco Assistenza (che sarà allestito, come nelle ultime edizioni, all’interno dell’Area Spettacoli Viaggianti ubicata a soli500 metridal casello autostradale di “Brescia Centro” e ad un solo chilometro dalla moderna sede dell’Automobile Club Brescia, che ospiterà nuovamente la Direzione Gara e la Sala Stampa.

Il passaggio sulla pedana in Piazzale Arnaldo è previsto in tre occasioni: il venerdì sera alle ore 20.00 circa (dopo aver effettuato la Prova Spettacolo, di ritorno a Brescia, con la presentazione di tutti gli equipaggi in gara sulla pedana di partenza/arrivo), il sabato sera dalle 19.15 (con il transito dei concorrenti della gara CIR e l’arrivo finale dei partecipanti alla gara TNR e Challenge di Zona, che si svolgerà solo il sabato) e la domenica alle ore 13.00 per la bandiera a scacchi finale.

UN PERCORSO “LIGHT” MA RICCO DI APPEAL
Il programma di gara prevede quattro diverse Prove Speciali, tutte da ripetere in due occasioni, e la “classica” Prova Spettacolo: le nove P.S. portano il totale dei tratti cronometrati a poco più di 150 km., distribuiti su un percorso di poco oltre 600 chilometri.

Il rally si snoda tra Valtrompia e Valsabbia e si presenta con un biglietto da visita decisamente accattivante. La prima Tappa di gara offrirà, nel tardo pomeriggio di venerdì 12 aprile, il tradizionale “aperitivo” di quasi 5 km. sulla pista del Franciacorta International Circuit “Daniel Bonara” a Castrezzato e proseguirà l’indomani, sabato 13 aprile, con la disputa di ulteriori tre Prove Speciali mentre la seconda Tappa, nella mattinata di domenica 14, vedrà la disputa di una sola Prova ripetuta due volte.

Le Prove Speciali individuate dal Comitato Organizzatore sono le più celebri della gara bresciana: per la Tappa 1 sono previste infatti la tecnica “Irma” (km. 17,810), la lunga “Pertiche” (km. 26,560) e la difficile“Moerna” (km. 14.020), a cui si aggiunge l’insidiosissima “Cavallino” (14,520 km.) per la Tappa 2.

IL PROGRAMMA
Le iscrizioni, aperte dal 13 marzo, chiuderanno venerdì 5 aprile e costituiscono il primo momento importante dell’evento, che entrerà nel vivo nella giornata di giovedì 11 aprile con le ricognizioni del percorso, in programma dalle 8.00 alle 18.00, sotto la stretta sorveglianza degli Ufficiali di Gara dell’AC Brescia e delle Forze dell’Ordine. Dalle 18.30 alle 24.00 sono previste le verifiche amministrative e tecniche presso la sede dell’Automobile Club Brescia, seguite (dalle 20.00 alle 22.00) dalle ricognizioni della Prova Spettacolo. Per lo Shakedown, previsto per venerdì 12 aprile, è stata confermata la location di Botticino, ad una decina di chilometri dal Parco Assistenza, lungo la strada comunale che porta a San Gallo. Si tratta di un tratto di strada tutto in salita di circa 2,50 km. che i concorrenti potranno utilizzare in due turni di svolgimento, il primo dalle 9.30 alle 12.15 (piloti prioritari ed iscritti al CIR) ed un altro, dalle 14.00 alle 16.00, per tutti i Concorrenti.

La Tappa 1 prenderà il via sabato alle ore 8.30 con arrivo dalle ore 20.15 in avanti: dopo il primo passaggio sulle tre Prove Speciali previste (58,390 km.), le vetture dei partecipanti torneranno a Brescia per le operazioni di assistenza ed il cambio degli pneumatici. Stante la lunghezza del tracciato, come già negli anni scorsi, si è resa necessaria la predisposizione di un’area di refuelling supplementare in località Lemprato di Idro.

La Tappa 2 partirà invece alle 8.00 di domenica per concludersi alle 13.00: non è previsto il ritorno a Brescia tra un passaggio e l’altro della P.S. “Cavallino” in quanto complessivamente saranno disputati solo 29.040 km. di Prova Speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *