Alpine: tappa francese per la difesa del titolo europeo

RenaultSport

Dopo essere arrivati quarti a Silverstone, terzi ad Imola e primi al Red Bull Ring, il team Signatech-Alpine affronta fiducioso il Circuito Paul Ricard, ed il suo rettilineo di Mistral lungo 1800 m. Alla ricerca del secondo titolo internazionale consecutivo, Alpine A450b ha apportato alcuni miglioramenti durante l’estate per prepararsi ad un finale di stagione decisivo.

“Credo che i contatori siano azzerati prima delle ultime due competizioni” afferma Philippe Sinault, Team Manager di Signatech-Alpine. “L’obiettivo ad oggi è quello di essere in grado di battersi per il titolo. Essendo primi in classifica partiamo da una buona posizione prima delle ultime due gare.”

“Inoltre, ci siamo imposti al Red Bull Ring anche se non è stata una gara perfetta per noi” ammette, “La squadra ha lavorato duramente durante l’estate per rendere Alpine A450b ancora più competitiva. Abbiamo modificato il motore e l’aerodinamica. Siamo tutti estremamente motivati perché vi è un vero coinvolgimento in Francia per questo progetto. Tocca a noi ora continuare a migliorare le performance per vincere a Le Castellet così da batterci per il titolo a Estoril (Portogallo) il prossimo mese.”

Nelson Panciatici conserva con affetto il ricordo della precedente gara a le Var. Originario di Marsiglia ha conquistato il titolo europeo lo scorso anno a bordo di Signatech-Alpine: “È stato un grande momento e il culmine di una grande stagione per la rinascita di Alpine in gara. Non vedo l’ora di tornare in pista con Alpine A450b. La pausa estiva di due mesi mi è sembrata interminabile. In questo penultimo appuntamento non potremo attuare strategie di gara. Il nostro obiettivo è vincere, perché il campionato è molto serrato. È necessario non regalare nessun punto ai nostri avversari. Abbiamo buon ritmo e il team ha fatto un lavoro straordinario.”

Paul-Loup Chatin conquistò lo scorso anno sul Circuito Paul Ricard il titolo nella categoria LM PC quand’era pilota della Junior Alpine: “È uno dei circuiti che conosco meglio. È un bene, perché la tappa francese è forse il più importante appuntamento del calendario della European Le Mans Series. È bello essere in testa al campionato, ma il vantaggio con i nostri rivali è molto ridotto. E loro non faranno errori. A due tappe dalla fine della stagione, non possiamo più giocare. Dobbiamo mettercela tutta per poi preparare bene Estoril.”

È stato un debutto brillante nelle gare di resistenza con la Signatech-Alpine per Oliver Webb che ha poca esperienza nelle gare di LM P2. Tuttavia, conosce il circuito avendoci partecipato con la Formula Renault 2.0 e la Formula Renault 3.5 : “È un ottimo posto per le prove. Si può spingere fino al limite senza aver paura di fare danni. In gara è un po’ diverso, perché alcuni piloti si prendono qualche libertà. Spero che ciò non influenzerà la classifica. Sono ottimista e i nostri recenti risultati sono davvero promettenti. Tornare in Francia, terra di Alpine, dopo la pausa estiva è ancora più motivante. Il campionato è ancora serrato. Dobbiamo riuscire a consolidare il nostro vantaggio prima dell’ultima gara, ma abbiamo avversari di alto livello! ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *