Citroën al Salone di Ginevra, sintesi

CitroënMotori

La presenza di Citroën al Salone di Ginevra corona un anno 2005 ricco di eventi molto positivi per l’immagine della Marca: un record nelle vendite mondiali, un ampliamento della gamma unico nella storia della Marca, il terzo anno consecutivo sul più alto gradino del podio nel Campionato del mondo rally e la dimostrazione del dinamismo della Marca in materia di studio e di ricerca sul futuro dell’auto, con la presentazione di due prototipi.

Citroën si presenta quindi a Ginevra 2006 con la gamma di veicoli più ampia della sua storia, che va da C1, prima compatta della gamma, a C6, la berlina della fascia alta della gamma, sempre coerente con le linee guida fondamentali della Marca, che sono la tecnologia e l’innovazione utile per una guida tranquilla, il benessere, la serenità, il confort e la sicurezza degli occupanti del veicolo, e la protezione dei pedoni e dell’ambiente.

Il Salone rappresenta anche l’occasione per presentare più dettagliatamente l’impegno della Marca nell’ambito della protezione dell’ambiente e del risparmio d’energia, con la presentazione di veicoli come C3 Stop & Start, C3 Gas Metano, C1 1.0i SensoDrive, e dell’insieme dei veicoli (da C3 a C8) dotati di filtro antiparticolato, e, con uno sguardo al futuro, per presentare il dimostratore C4 Hybride HDi. La Marca propone quindi una gamma di soluzioni realistiche ed efficaci, fondate su tecnologie performanti (Stop & Start, cambio manuale pilotato, doppia alimentazione benzina/gas metano, motori Diesel HDi, filtro antiparticolato FAP) destinata a tutti i tipi di utilizzo, ed offrendo allo stesso tempo alti livelli di protezione dell’ambiente e grande efficacia a costi accessibili. Una gamma di veicoli completamente rinnovata ed ampliata.

L’insieme di soluzioni efficaci per la protezione dell’ambiente riguarda una gamma di veicoli completamente rinnovata, grazie al lancio di Xsara Picasso nel 2000, di C5 nel 2001, di C3 e C8 nel 2002, e di Berlingo restyling, C3 Pluriel e C2 nel 2003, il lancio di C4 e di C5 restyling nel 2004 e C1 nel 2005. Il lancio commerciale di C6 nel 2006 corona quindi l’offerta di veicoli Citroën più ampia e completa che mai. Un incremento delle vendite in tutte le zone del mondo. Per il nono anno consecutivo, Citroën presenta risultati commerciali in crescita. Nel 2005 sono stati infatti
commercializzati 1 395 000 veicoli, con un incremento del 3,5 % rispetto all’anno precedente.
In Europa (18 Paesi), in un contesto di mercato difficile a forte concorrenza, Citroën registra un incremento delle immatricolazioni dell’1,3 %, con 1 101 300 autovetture e veicoli commerciali leggeri. La quota di mercato della Marca passa quindi dal 6,6 % del 2004 al 6,7 % del 2005.

Nelle altre aree mondiali, l’incremento delle vendite autovetture e veicoli commerciali Citroën arriva al 15,9 %. Una serie di brillanti risultati nel Campionato del mondo rally. Il rinnovamento della gamma è accompagnato dall’impegno totale di Citroën, a partire dal 2003, nel Campionato del mondo rally. Nelle tre stagioni disputate, la Xsara WRC ha conquistato per Citroën altrettanti titoli mondiali costruttori, mentre l’equipaggio Sébastien Loeb-Daniel Elena è diventato campione del mondo rally per la seconda volta consecutiva nel 2005. Anche l’anno 2005 è segnato dalla vittoria nel Campionato del mondo rally “junior”, dell’equipaggio Dani Sordo-Marc Marti, che ha conquistato il titolo con una C2 Super 1600. Attualmente in fase di sviluppo e di messa a punto, la versione WRC del coupé Citroën C4 accompagnerà il team Citroën Sport nel Campionato del mondo rally del 2007.

Il dinamismo della Marca nei suoi prototipi

Con C-AirPlay, Citroën presenta una nuova interpretazione del veicolo compatto, adatto ad uno stile di vita dinamico ed attivo. La sua architettura originale abbina linee esterne arcuate, quasi ininterrotte, ad un abitacolo essenziale, che privilegia le sensazioni legate alla guida. Con la presentazione di C-SportLounge, la Marca mostra al pubblico del Salone di Ginevra tutto il suo dinamismo. Questa originale visione del veicolo gran turismo, coniuga linee esterne potenti e aerodinamiche ad interni che richiamano il cockpit di pilotaggio degli aerei, per il piacere di guida del conducente ed il benessere dei passeggeri.

Dimostratore C4 Hybride HDi
Per una reale svolta in termini di consumi ed emissioni di CO2, Citroën presenta C4 Hybride Hdi, dimostratore che abbina il rendimento eccezionale del motore Diesel HDi (riduzione del 20 % dei consumi rispetto al motore benzina), utilizzato nella migliore gamma di funzionamento, ai vantaggi dei motori elettrici, particolarmente adatti ai percorsi urbani. C4 Hybride HDi propone quindi eccellenti prestazioni, con significative riduzioni dei consumi (3,4 l/ 100 km in ciclo misto) e delle emissioni di CO2 (90 g/km), maggiore autonomia, e un bilancio ecologico di grande qualità, grazie all’assenza totale di emissioni inquinanti e di rumorosità offerte dal motore elettrico.

Veicoli compatti al servizio dell’ambiente

Nella sua gamma di veicoli compatti, la Marca commercializza diverse proposte per migliorare l’impatto ambientale: C3 Stop & Start risponde all’esigenza della protezione dell’ambiente urbano, con una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 di circa il 10 % in città, che arriva al 15 % in situazioni di traffico intenso. Questi valori sono il risultato dell’abbinamento di due tecnologie di punta: un alternatore reversibile a gestione elettronica e il cambio SensoDrive.

C3 Gas Metano funziona principalmente con questo tipo di alimentazione, che consente una riduzione delle emissioni di CO2 di circa il 20 % rispetto alla benzina, senza emissioni di ossidi di zolfo e di piombo.

C1, che ha tutte le qualità di una city car, è disponibile nella versione Diesel e benzina, particolarmente parsimoniosa nei consumi e nelle emissioni di CO2 (109 g/km) pur conservando il livello di prestazioni adeguate al suo utilizzo.

I nuovi motori Diesel HDi e il filtro antiparticolato (FAP)

La strategia di protezione dell’ambiente sviluppata dalla Marca si traduce anche in un’intera gamma di motori a basso inquinamento, in particolare con i nuovi motori Diesel HDi e il filtro antiparticolato (FAP).

La tecnologia FAP, proposta su tutti i veicoli, da C3 a C8, consente al motore Diesel HDi vantaggi ecologici determinanti, e ne completa efficacemente le prestazioni intrinseche, eliminando il particolato e la fumosità. Finora, Citroën ha venduto oltre 260 000 veicoli dotati di filtro antiparticolato. Le nuove prestazioni delle motorizzazioni HDi hanno permesso una riduzione della cilindrata e offrono, a parità di prestazioni, nuovi vantaggi nei consumi e nelle emissioni di CO2 .

Ad esempio, C4 con motore HDi 110 FAP da 1,6 litri di cilindrata, segna consumi di 4,7 l/ 100 km in ciclo misto normalizzato, con un tasso di emissioni di CO2 di 125 g/km.
Salendo nella gamma, Citroën prosegue con lo sviluppo di motori HDi e presenta C5 HDi 173 FAP. Il motore, da 2,2 litri di cilindrata, offre il brio e il confort d’utilizzo dei migliori motori Diesel 4 cilindri, abbinati a prestazioni ambientali di alto livello (Euro IV + FAP) e a consumi ed emissioni di CO2 ridotti.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *