DiRT Rally 2.0 – Recensione

CodemastersGiochi

Codemasters scende nuovamente in pista con DiRT Rally 2.0, con motore grafico EGO Engine aggiornato e messo a punto per brillare in questa nuova versione. Siete pronti a strappare un nuovo record a bordo di uno degli splendidi bolidi disponibili?!

DiRT Rally 2.0 vanta la Licenza Ufficiale WRX (FIA World Rallycross Championship, in collaborazione con Monster Energy), competizione da non confondere con la più celebre WRC. Grazie a tale esclusività i ragazzi di Codemasters possono sfoggiare nel loro nuovo capitolo della serie di corse 8 circuiti ufficiali WorldRX e anche i modelli auto della Stagione 2018. Le auto sono suddivise in 4 differenti Classi: le Supercar ufficiali del Campionato FIA World Rallycross, i modelli appartenenti alla Classe RX 2, poi le RX Super 1600s e, per finire, i modelli della Classe RX Crosskart. Sono presenti inoltre alcuni modelli eccezionali come la Megarel RS RX del team GCKompetition World Rallycross e la PSRX Volkswagen Polo R Supercar (2018). Infine, per tutti coloro che decideranno di acquistare DiRT Rally 2.0 in formato fisico, e non in digitale, è previsto un incredibile regalo: una scintillante Porsche 911 RGT Rally Spec.

I numerosi tracciati del secondo capitolo della serie rallistica a cura di Codemasters saranno ambientate in differenti zone del mondo; 6, per la precisione: dai polverosi tracciati dell’Argentina a quelli dell’Australia, passando per Nuova Zelanda, Polonia, USA e Spagna. Inoltre, per la prima volta nella serie, saranno presenti nuove location, come Mettet, Silverstone e Circuit de Barcelona in Catalogna.

In DiRT Rally 2.0 è possibile gareggiare in due differenti modalità: Rally e Rallycross. Le competizioni Rally sono perfettamente identiche a quelle ufficiali WRC, dove prende vita un emozionante sfida tra il pilota ed il tracciato, in una corsa a tempo con il cronometro, al fine di strappare il miglior tempo possibile, tra paesaggi mozzafiato e tornanti da infarto. In modalità Rallycross, invece, si corre contro un massimo di 7 sfidanti (per un totale, quindi, di 8 partecipanti per ogni gara) in circuiti che mescolano asfalto e sterrato per una adrenalinica combinazione di stili di guida differenti, che sia l’I.A. che il giocatore saranno chiamati ad adottare e gestire al meglio, per trionfare in prima posizione quando il traguardo sarà tagliato nell’attimo dell’ultimo giro. Per quanto riguarda le gare Rallycross, Codemasers ha introdotto in DiRT 2.0 la possibilità di disputare un intero campionato dedicato, per la gioia degli amanti di questa affascinante e adrenalinica disciplina.

Il motore grafico EGO Engine permette a DiRT Rally 2.0 di sfoggiare un comparto grafico di alto livello, anche se oggettivamente sul mercato sono presenti titoli con un impatto visivo ben più notevole. In dettagli, i modelli delle auto sono sicuramente l’aspetto migliore: definiti e perfettamente uguali alle controparti reali, i modelli poligonali di queste furie a quattro ruote riflettono la luce del sole, brillano, poi si sporcano, si distorcono e si distruggono in più pezzi, impatto dopo impatto, fino a che al pilota non resterà che da guidare poco più che un volante e quattro ruote (sperando di non perderne una o più per strada!). Convince la nuova tecnologia impiegata dagli sviluppatori per simulare la deformazione del terreno: passare per due volte nello stesso punto del tracciato non vuol dire poter affrontare una curva nello stesso identico modo, proprio a causa del fondo stradale che si deforma, si sporca, si deteriora in seguito al precedente passaggio dei vostri stessi pneumatici (o di quelli dei piloti avversari). Entusiasma meno, invece, la resa visiva in generale dei tracciati, con alcuni elementi che presentano textures in risoluzione non altissima, ma che fortunatamente danneggiano solo in parte gli scenari riprodotti a schermo, a far da sfondo alle corse. Buoni, ma non eccezionali, gli effetti particellari di polvere e acqua.

Volante alla mano, DiRT Rally 2.0 è senza dubbio la miglior esperienza rally che è attualmente possibile provare su PC e Console. In particolare, abbiamo apprezzato il feedback ricevuto impugnando un controller (nello specifico, un Dual Shock 4), constatando che, dopo un’accurata regolazione delle varie impostazioni (zone morte e sensibilità di volante, acceleratore e freno), tenere la macchina inchiodata al centro del tracciato è cosa decisamente fattibile, a patto di prendere un po’ di confidenza con il gioco. Il Force Feedback convince e il sistema di vibrazioni è ben progettato, facendo sentire ogni minimo contatto tra i pneumatici ed il fondo stradale, sia esso ricoperto di neve, di terra o di asfalto. Il sistema di controllo, mai troppo permissivo, viene incontro ai giocatori nell’attimo in cui si decide di entrare in derapata: anche disattivando tutti gli aiuti, anche chi non è esattamente un esperto di corse potrà in breve tempo affrontare tornanti con esiti entusiasmanti (o quantomeno non disastrosi).

DiRT Rally 2.0 può essere affrontato avviando una Modalità Carriera (che in modo piuttosto freddo, a suo modo, funziona), o tentanto di scalare le classifiche online, di record in record. E’ inoltre possibile creare Campionati con regole e struttura personalizzate e, non bastasse, abbiamo trovato incredibilmente emozionanti avvincenti le sfide contro il cronometro in lunghissimi tracciati che richiedono circa 10 – 12 minuti per essere completati; una vera sfida ai riflessi, alla concentrazione e alla resistenza dei giocatori. A tutto ciò si aggiunge l’ottima implementazione del meteo dinamico, che cambia radicalmente il modo di affrontare i tracciati, costringendo il giocatore a modificare rapidamente strategie e stile di guida, per non precipitare rovinosamente da un tornante o per non innescare un tamponamento nel bel mezzo di una gara.

DiRT Rally 2.0 è, in definitiva, una potente e polverosa scarica di adrenalina della quale non dovete fare a meno!

 

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 3|||hiddenCountRequest: 0

DiRT Rally 2.0

8.6

Grafica

8.5/10

Giocabilità

9.2/10

Sonoro

8.5/10

Longevità

8.0/10

Pros

  • Ottima giocabilità
  • Due differenti discipline
  • Meteo dinamico

Cons

  • Resa grafica non eccezionale
  • Carriera un po' "fredda"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *