Dunlop pronta per la 24 ore di Nürburgring

DunlopSport

Dunlop è pronta per la 24 ore di Nürburgring del 19 e 20 maggio. Il Nürburgring Nordschleife tra le montagne Eifel è uno tra i più famosi e iconici circuiti del mondo, caratterizzato da 70 curve diverse, con un percorso di più di 25 km. Il percorso è costituito da diverse superfici e presenta numerose curve: in questo modo i pneumatici possono essere testati nel modo migliore e in diverse condizioni meteorologiche. Il circuito Nordschleife è uno dei più famosi per i test drive dei pneumatici e la 24 ore di Nürburgring offre una grossa opportunità ai produttori.

Mentre i produttori di motori testano i lori prodotti ad alta velocità, le case produttrici di pneumatici cercano di trovare l’equilibrio giusto tra vettura e pneumatico; l’obiettivo è raggiungere la massima aderenza, il miglior feedback e un alto grado di confidenza.

Dunlop fornirà il suo supporto alle squadre BMW e Mercedes durante l’intera competizione che sarà seguita da milioni di fan. Più di 200 vetture differenti sono state pianificate per l’evento. Dunlop utilizzerà 13 autocarri per trasportare più di 5.500 pneumatici a Nürburgring per l’evento, rendendolo uno dei più grossi eventi dell’anno, con un personale che conta più di 38 persone. Nel 2010 Dunlop vinse la gara e nel 2011 ha raggiunto il secondo posto – entrambe le volte con BMW. Entrambi sperano quindi in un ritorno ai primi gradini.

La sfida sul ring
Il Nürburgring Nordschleife è uno dei più attraenti circuiti del mondo. Jackie Stewart lo ha soprannominato “green hell” a causa dei numerosi chilometri di curve all’interno della foresta. Il Nordschleife presenta numerose sfide per un pneumatico. Il profilo di un solo giro è unico e, proprio a causa della lunghezza del circuito, le condizioni meteo possono variare. I piloti hanno bisogno che i pneumatici siano al massimo delle potenzialità per guadagnare posizioni. La stabilità inoltre è indispensabile su un percorso di 25.378 km, della durata di 24 ore.

Alexander Kühn, Dunlop Motorsport Manager: “Questo circuito leggendario nella regione tedesca di Eifel è quasi una seconda casa per molti ingegneri Dunlop. Abbiamo una vasta esperienza e, seppur sia uno dei circuiti più difficili al mondo, lo conosciamo come le nostre tasche. Questa è la ragione per cui possiamo supportare i team con i nostri pneumatici e con la nostra esperienza in condizioni climatiche differenti”.

Carsten Müller, Dunlop Motorsport Senior Engineer: “Il pneumatico perfetto per il Nordschleife ha bisogno di essere completo, deve dare fiducia al pilota in modo da farlo sentir bene e far sì che possa spingere la macchina al massimo. Il tempo poi, può cambiare in alcune sezioni del circuito, da un minuto all’altro ed è perciò importante che gli ingegneri dei pneumatici, gli ingegneri di gara e i piloti siano in contatto per decidere quale pneumatico sia più adatto a un determinato clima.”

James Bailey, Marketing and Communication Director Dunlop Motorsport Europe: “Dunlop ha sviluppato pneumatici con notevoli prestazioni da gara per produttori come AMG, BMW e VW e la 24 ore di Nürburgring riesce a trasferire tutta la tecnologia “race to road”. Il nostro ultimo pneumatico Dunlop Sport Maxx RT (Racing Technology)ha apportato dei miglioramenti grazie al lavoro con questi partner. Le nostre partnership sono il risultato di molti successi, inclusa la vittoria nel 2010 e la vittoria della American Le Mans series lo scorso anno. Il nostro obiettivo è quello di arrivare a risultati ottimi anche nel 2012.”

Dirk Müller, BMW Team Schubert driver: “Dopo la preparazione delle prime tre gare del VLN, ho capito che il supporto di Dunlop durante la 24 ore sarebbe stato fantastico. Abbiamo degli ottimi piloti e lavoriamo tutti molto bene insieme, piloti, team e Dunlop. La BMW Z4 GT3 offre al Team Schubert una guida fantastica e mi sento molto fiducioso alla guida con questi pneumatici.”

Thomas Jäger, AMG SLS Development Test Driver: “Nella fase di preparazione abbiamo testato diversi tipi di pneumatici Dunlop e siamo ormai completamenti fiduciosi della loro reazione sul circuito della 24 ore. Se si riesce a condurre la gara, senza incidenti, un posto sul podio sarà sicuramente nostro. Non vedo veramente l’ora che l’evento cominci perché porta con se un’atmosfera indescrivibile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *