Enduro, Metzeler con Salvini è Campione del Mondo

MetzelerSport

L’ ultimo Gran Premio della stagione enduro si è concluso ieri. Corso a St. Flour, il Gran Premio di Francia ha regalato a Metzeler e agli pneumatici Metzeler Six Days Extreme un nuovo titolo mondiale grazie alle prestazioni di Alex Salvini (HM Honda) nella classe Enduro 2 del Campionato Mondiale Enduro FIM.

33 punti, questo il distacco tra Alex Salvini e il diretto inseguitore Alexandre Renet (Husaberg) all’arrivo in Francia. Nonostante il tempo infernale, il pilota Metzeler si è aggiudicato il titolo sabato sera dopo una nuova vittoria. “Che sollievo!” ha confessato un Salvini raggiante “Sono tanti anni che corro per vincere un titolo mondiale nel Motocross o nell’Enduro. Ho avuto un grande anno”. Il pilota HM Honda ha vinto anche nella giornata di domenica dimostrando ancora una volta che lui era il più forte in questa stagione nella classe E2. Ancora una volta, gli altri piloti Metzeler della classe hanno avuto fortune alterne. Infatti, il compagno di squadra di Salvini, Simone Albergoni, non è riuscito a terminare nessuna delle due giornate. Al contrario, Ivan Cervantes (KTM) ha agguantato un secondo e un quinto posto che gli ha permesso di mantenere la terza posizione nella classifica finale, mentre il compagno di squadra Johnny Aubert è stato sfortunato il primo giorno, ma si è ripreso una rivincita domenica (2°).

Con il titolo di Campione del Mondo Enduro 1 già in mano, Antoine Meo (KTM) è sbarcato a St. Flour in sella ad una KTM 125 EXC – F per fare spettacolo. Ma non perde la sua efficacia portando i suoi pneumatici Metzeler sul gradino alto del del podio sabato. Poi, dopo aver dominato il 75 % della gara di domenica, il pilota KTM ha fatto un piccolo errore che lo ha privato del podio (4°) . Da parte sua, Cristobal Guerrero ( KTM ) si è infortunato il primo giorno (distorsione alla caviglia), ma con grande coraggio ha finito la gara domenica (7°) .

Ancora una volta, il Campione del Mondo Enduro 3 Christopher Nambotin (KTM) ha dominato nella sua classe. Già eletto campione in Grecia, il francese ha dimostrato di essere il pilota da battere sotto la pioggia di sabato (1°), e anche l’incidente nella seconda giornata non macchia la bella stagione del pilota Metzeler. Alla fine della stagione, Nambotin conta più di 53 punti di vantaggio su Aigor Leok (TM) .

Durante la stagione 2013, i Metzeler Six Days Extreme hanno ancora una volta dimostrato la loro superiorità, con tre titoli mondiali nelle tre principali categorie del Campionato del Mondo Enduro FIM.

L’appuntamento è ora per la prossima stagione dove i Metzeler Six Days Extreme saranno ancora una volta gli pneumatici da battere.

Classifica finale 2013:

ENDURO 1:
1) Antoine Meo (Metzeler) 264 punti – CAMPIONE MONDIALE 2013
2) Juha Salminen 190 punti
3) Matti Seistola 185 punti

6) Christobal Guerrero (Metzeler) 133 punti

10) Simone Albergoni (Metzeler) 92 punti

ENDURO 2:
1) Alex Salvini (Metzeler) 263 punti – CAMPIONE MONDIALE 2013
2) Pierre-Alexandre Renet 216 punti
3) Ivan Cervantes (Metzeler) 211 punti
4) Johnny Aubert (Metzeler) 205 punti

ENDURO 3:
1) Christophe Nambotin (Metzeler) 250 punti – CAMPIONE MONDIALE 2013
2) Aigor Leok (Metzeler) 197 punti
3) Joakim Ljunggren 191 punti

8 ) Manuel Monni (Metzeler) 115 punti

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *