I AM FCA, terminata la seconda edizione

FCA GroupMotori

Si è conclusa la seconda edizione di “I AM FCA – Innovation Award Millennials by FCA”, il “contest” nato su iniziativa di Fiat Chrysler Automobiles rivolto a studenti triennali e magistrali di Economia di sei Università dell’Italia Centro-Meridionale.

Sono stati oltre 1.300 i giovani che hanno partecipato all’edizione 2017 del contest, provenienti dall’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, l’Università degli Studi del Molise, l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti e Pescara, l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e l’Università degli Studi della Basilicata.

Anche per questa edizione i giovani partecipanti hanno dovuto rispondere – con un massimo di 3 mila caratteri – ad alcune domande: “Come immagini le auto tra 15 anni?”, “Che cosa faresti con la tua auto se potessi?”, “Che cosa ti aspetti i produttori di auto dovrebbero fare per migliorare la tua vita?” e “Musica, social network e digital life: come le auto possono migliorare la tua esperienza con essi?”.

Tutti i progetti sono stati analizzati e giudicati dall’Innovation Board valutatore, composto dal professor Mario Sorrentino (ordinario di Business planning e creazione d’impresa all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e Direttore di Start up Lab) e – in rappresentanza di Fiat Chrysler Automobiles – da Daniele Chiari, Giorgio Cornacchia e Silvia Vernetti, rispettivamente responsabili per l’area EMEA di FCA di Product Planning & Institutional Relations, Engineering e del Centro Ricerche CRF, dell’ente Business Development. È stato l’Innovation Board a scegliere dapprima i 18 finalisti e quindi tra loro i 12 vincitori, quelli che maggiormente hanno rispettato i principi richiesti di originalità, fattibilità e sostenibilità: i primi sei hanno vinto uno stage in uno degli stabilimenti FCA del Centro-Sud Italia, gli altri sei si sono invece aggiudicati un corso di guida sicura che si svolgerà nel Balocco Proving Ground di Fiat Chrysler Automobiles.

Pur senza cambiare la formula, che si è dimostrata vincente con il coinvolgimento degli studenti nel “pensare” a quale futuro attende l’automobile, in un contest dedicato all’innovazione è stato ovviamente “naturale” inserire qualche novità. Così nell’edizione del 2017 ai finalisti – per descrivere nel dettaglio i loro progetti – non è stata chiesta una presentazione tradizionale, ma un video il più accattivante possibile con cui raccontare le loro idee.

I vincitori

A conquistare lo stage di sei mesi in uno stabilimento di FCA del Centro-Sud Italia sono stati:

Federico Cirillo – il diciannovenne dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti e Pescara nel suo progetto dà spazio alle auto pulite dotate di un’ID personale con cui connettersi con l’esterno sia per agevolare la mobilità sia per “dematerializzare” la burocrazia.

Denise Di Bernardo – la giovane iscritta all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel suo video parla di auto ecocompatibili e sicure, che interagiscono con chi le utilizza grazie a un assistente di guida.

Antonella Occhionero – la ventunenne dell’Università degli Studi del Molise racconta di auto realizzate con materiali biodegradabili che si prendono cura di chi è a bordo e che sono decisamente social con connessioni e webcam.

Giuseppe Russo – il giovane studente dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” presta molta attenzione alla sicurezza e al comfort di bordo: per esempio con sistemi per impedire la guida in stato di ebbrezza e con un’elevata integrazione tra auto e occupanti.

Roberta Santarsiero – la studentessa dell’Università degli Studi della Basilicata parla di eco-sostenibilità, di attenzione ai disabili e comfort di bordo, oltre a essere dotate di un sistema wi-fi che configuri automaticamente i profili di chi è a bordo.

Daniele Tribuzio – lo studente dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale ritiene che le auto saranno in grado di adeguarsi a tutte le esigenze del conducente anche trasformandosi in “smart car” che integri e addirittura sostituisca gli smart phone.

I sei studenti che invece si sono invece aggiudicati il corso di guida sicura sono Fabrizio Cundari (Bari), Francesca Di Chiara (Napoli), Marco Di Scanno (Cassino), Domenico Gagliardi (Chieti-Pescara), Vito Donato Sabia (Basilicata) e Diana Salottolo (Molise).

I dodici filmati dei vincitori oltre alle descrizioni dei loro progetti, sono stati inseriti sul sito “Millennials_FCA”, il sito web del contest. Con una veste grafica accattivante e pratica, il sito mette a disposizione tutte le informazioni sul progetto, interviste, presentazioni, fotografie. In spazi dedicati, i giovani possono partecipare a specifiche survey, inviare i propri curriculum o visitare le pagine “careers” di FCA. Insomma, il sito “Millennials-FCA” è una community, dove gli studenti possono condividere le proprie esperienze, far sentire la propria voce e avere sempre uno sguardo sulle innovazioni e sulle nuove modalità di utilizzo di servizi nell’era della sharing economy.

La cerimonia di premiazione dei vincitori si svolgerà a fine settembre, nella storica e prestigiosa sede di Capua del Dipartimento di Economia dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Si tratta dell’ex Convento delle Dame Monache – le cui parti originarie risalgono verosimilmente al nono-decimo secolo – con ogni probabilità edificato in seguito alla distruzione di un vicino monastero di Santa Maria in Cingla per opera dei Saraceni nel 943. Durante i secoli la struttura ha subito numerosi interventi di ampliamento e trasformazione: nel XVI divenne monastero di strettissima clausura, nel XVIII secolo la chiesa fu trasformata in stile barocco e nell’Ottocento – divenuto patrimonio dello Stato – il complesso divenne la caserma “Ettore Fieramosca”. Negli ultimi anni è stato completamente recuperato e ristrutturato e ora ospita, come detto, il Dipartimento di Economia dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *