Ford: I Big Data potrebbero rendere le città più sicure

FordMotori

Ford ha dato vita a nuove soluzioni di smart mobility al fine di identificare  le aree dove è maggiore la concentrazione di incidenti stradali, consentendo in questo modo, alle autorità cittadine, di intraprendere azioni preventive.

Il marchio ha infatti analizzato la mobilità di Londra, registrando i dati relativi ad alcuni comportamenti tipici delle situazioni di emergenza, tenendo conto delle effettive segnalazioni di incidenti stradali.

I risultati dello studio sono stati inseriti nel Ford City Data Report, nell’ambito dell’impegno dell’Ovale Blu a favore di una mobilità urbana del futuro più smart e sicura.

Riteniamo che le nostre intuizioni abbiano il potenziale per apportare benefici a milioni di persone. Anche i piccoli cambiamenti potrebbero fare una grande differenza, sia in termini di flusso di traffico, sia di sicurezza stradale o di efficienza, magari semplicemente tagliando un albero che oscura un cartello stradale”, ha commentato Jon Scott, Project Lead at City Data Solutions, Ford Smart Mobility.

Il Report, inoltre, ha esaminato altre soluzioni, come la pianificazione delle consegne dei veicoli commerciali nella prima parte della giornata, precedendo le ore di punta, che potrebbe portare a un miglioramento nella mobilità di tutti gli utenti della strada o come l’utilizzo dei dati di viaggio, che potrebbe aiutare nell’identificazione delle migliori posizioni per i punti di ricarica dei veicoli elettrici.

Il Ford City Data Report è una vetrina di ciò che Ford può fare con i dati dei veicoli connessi, le infrastrutture e le nostre capacità analitiche. Stiamo coinvolgendo le città per risolvere collettivamente i problemi affinché possano diventare luoghi migliori in cui vivere e lavorare”, ha dichiarato Sarah-Jayne Williams, Director, Ford Smart Mobility, Ford of Europe.

hiddenCountTag: 3|||hiddenCountRequest: 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi