Ford lancia la campagna social ‘Don’t Tap and Drive’ per la nuova edizione di ‘Driving Skills For Life’

FordMotori

Ford Italia annuncia il lancio della campagna social ‘Don’t Tap and Drive’ su Instagram, per sensibilizzare i giovani sul tema della guida responsabile, nell’ambito di ‘Driving Skills For Life’, il programma gratuito di training dedicato a ragazzi e ragazze dai 18 ai 25 anni.

L’anno scorso l’Ovale Blu ha lanciato la campagna social ‘Don’t Emoji and Drive’ che si è distinta per l’utilizzo di un linguaggio particolarmente amato dai giovani – gli emoticon – le note ‘faccine’ delle app di messaging, attraverso la quale si invitava a non utilizzare lo smartphone alla guida e a non mettersi al volante sotto l’effetto di alcool o stupefacenti.

Quest’anno, Ford Italia ha sviluppato la campagna social a supporto del messaggio della guida responsabile partendo da un semplice ‘tap’ sullo schermo dello smartphone, uno dei gesti più ‘social’ del momento, in apparenza innocuo, che può però portare a conseguenze irreversibili. In un solo secondo di distrazione, infatti, tutto può succedere: il guidatore potrebbe non vedere chi attraversa la strada, mettendo a rischio la vita altrui.

I dati raccolti negli ultimi anni non sono rassicuranti: 3 incidenti stradali su 4 sono causati dalla distrazione alla guida. Chattare o scattare foto con lo smartphone, così come scrollare il feed del proprio profilo social in auto, significa distogliere l’attenzione dalla guida da 1 a 4 secondi. Un tempo infinito considerando che a soli 50 km/h, 1 secondo corrisponde a circa 15 metri di percorrenza al buio, ossia senza gli occhi sulla strada.

La campagna social a supporto della 5a edizione del DSFL vive attraverso la condivisione su www.instagram.com/forditalia di 3 foto di auto su strada. Con un tap sull’immagine, appariranno 3 nuvole di tag a formare le sagome di un cane, di un passeggino e di una runner*. Ciascun tag rimanderà al profilo di un influencer che per supportare la campagna pubblicherà sul suo profilo un selfie con il cartonato a forma di tag del suo account Instagram. Nella caption si spiega l’importanza di una guida responsabile.

In Italia, il DSFL è stato lanciato nel 2013 e ha toccato fino ad oggi 7 città (Roma, Milano, Napoli, Palermo, Padova, Pavia, Monza), coinvolgendo in totale oltre 2.500 ragazzi, che hanno potuto acquisire maggiore consapevolezza e responsabilizzazione alla guida, per evitare le distrazioni, imparare a riconoscere tempestivamente i pericoli, controllare il veicolo in situazioni d’emergenza, gestire gli spazi e la velocità. L’edizione DSFL 2017 prevede 2 tappe, Roma e Palermo, con l’obiettivo di formare oltre 650 ragazzi. La 1a tappa si terrà a Roma nell’area antistante la struttura di Eataly Ostiense, il 23 e 24 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *