I piloti WSBK alla scoperta delle meraviglie del mare

Sport

Il Campionato Mondiale eni FIM Superbike ha fatto visita ad una delle più importanti attrazioni della contea di Monterey, ovvero il celebre acquario della omonima città della California centrale.

A Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), Marco Melandri (Aprilia Racing Team), Chaz Davies (Ducati Superbike Team), Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki), Leon Haslam (Pata Honda World Superbike), Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia Superbike Team – EVO), Aaron Yates (Team Hero EBR) e Christian Iddon (Team Bimota Alstare – EVO) si sono aggiunte le wildcard statunitensi Larry Pegram (Foremost Insurance EBR) e Chris Ulrich (GEICO Motorcycle Road Racing Honda), per una visita di due ore, con tanto di tour guidato, all’imponente struttura, che è una delle più grandi riproduzioni esistenti dell’ambiente marino. L’acquario contiene un milione di galloni di acqua (quasi quattro milioni di litri) ed ospita una vasta popolazione marina, che include numerose specie tra cui squali, tonni e tartarughe.

Al ritorno dal Media Event, i piloti hanno potuto raggiungere i propri avversari per prendere parte alla due ore dedicata alla familiarizzazione con la pista, molto importante in questo round vista la novità rappresentata dal tracciato americano per alcuni tra i protagonisti della competizione. L’attività in pista vera e propria inizierà domani, con i tre turni di qualifica in programma dalle 10:30 ora locale in avanti.

Prima della visita all’acquario, Marco Melandri, Loris Baz e Leon Camier, sostituto dell’infortunato Claudio Corti nel Team MV Agusta Reparto Corse, sono stati coinvolti in un evento unico nel suo genere, svoltosi al Mazda Raceway Laguna Seca. “Hot Wheels & High Heels” ha visto una rappresentanza femminile del mondo del business, della politica e del giornalismo locale far visita al circuito per uno sguardo da vicino alle attività ed agli aspetti organizzativi di un round del Mondiale Superbike.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *