Infiniti Engineering Academy, i vincitori in Formula Uno!

InfinitiMotori

Nuovi ed entusiasmanti capitoli si scrivino a partire da questo mese per i sette vincitori dell’INFINITI Engineering Academy 2016 che iniziano il loro stage d’ingegneria da sogno con INFINITI e la squadra di Renault Sport Formula UnoTM .

I vincitori sono stati inizialmente selezionati tra più di 4.000 aspiranti e, una volta giunti in finale, hanno battuto nove dei loro pari qualificati nelle rispettive finali regionali in tutto il mondo. Gli studenti universitari e i giovani talenti in erba di ingegneria hanno già trascorso i loro primi giorni lavorativi nel Regno Unito.

Caitlin Bunt (24, Stati Uniti d’America), Felix Lamy (21, Canada), Alexandros Paleologo (24, Messico), Riccardo Manfredini (24, Italia), Xuezi Li (23, Cina), Shihab Solaiman (23, UAE) e Jaden Partridge (21, Australia), hanno conquistato l’ambito contratto di 12 mesi di collocamento – diviso tra ingegneria automobilistica e di Formula Uno ™ – più alloggio, auto aziendale INFINITI Q30 e uno stipendio pieno.

Dopo essersi trasferiti nel Regno Unito, condividendo due case dell’Academy situate vicino alle sedi dove effettuaranno lo stage – presso il Centro tecnico INFINITI a Cranfield (Milton Keynes) e presso la Renault Sport Formula Uno a Enstone (Oxfordshire) – i vincitori di questa terza edizione, la più numerosa della storia dell’Academy a oggi, si sono trasferiti nelle loro nuove case, hanno iniziato a frequentare i corsi di ingegneria e incontrato gli ingegneri senior, che saranno i loro mentori. I primi giorni molto impegnativi sono indicativi dicome sarà questo programma di 12 mesi per ognuno di questi nuovi ingegneri.

Trasferimento tecnologico

Un pilastro fondamentale della INFINITI Engineering Academy è l’ esplorazione delle opportunità di crossover e la condivisione di tecnologie tra vettura stradale di INFINITI e progetti di auto da corsa di Renault Sport Formula UnoTM. Dato che i sette vincitori dell’ Academy dividono equamente il loro impegno tra le due aziende, loro saranno la forza motrice dietro a questo trasferimento di tecnologia. Questi scambi di dati chiave gioveranno sia ai clienti di auto stradali di INFINITI che alla squadra corse di Formula UnoTM.

La partnership tecnica di INFINITI con la squadra corse di Renault Sport Formula UnoTMsi è consolidata all’inizio della stagione agonistica 2016. La collaborazione è nata da un desiderio di comunicare la storia tecnica di INFINITI per le sue credenziali sulla performance ed il suo know-how, in particolare la sua grande esperienza nello sviluppare la tecnologia ibrida ad alte prestazioni per le vetture stradali, simile a quella utilizzata in Formula UnoTM.

I modelli stradali di INFINITI erogano una potente energia elettrica attraverso i loro propulsori ibridi per aumentare le prestazioni, e gli ingegneri INFINITI già condividono la loro esperienza in questo settore con la squadra F1TM.

Gli ampi laboratori di ricerca e sviluppo di INFINITI assistono gli ingegneri di Formula Uno ™ anche in altri settori. Ad esempio, la moderna attrezzatura per il collaudo del telaio 7-post di INFINITI sarà ideale per lo sviluppo del telaio della vettura del team corse nel 2017. Può esercitare le immense forze necessarie per simulare la grande forza generata dagli pneumatici più larghi per una massima aderenza, come nella realtà, che caratterizzeranno la nuova era delle corse con il nuovo regolamento di Formula UNO ™ che sarà in vigore dal 2017.

Tommaso Volpe, Global Director INFINITI Motorsport, ha commentato; “Con la Formula Uno che è sempre più rilevante per l’industria automobilistica ed i nostri ingegneri dell’ Academy adeguatamente preparati per essere all’avanguardia sia con l’ingegneria automobilistica che con quella legata al motorsport, siamo pronti per esplorare, comprendere e incoraggiare il crossover della tecnologia tra le nostre due società e discipline. Gli ingegneri Academy si incontreranno ogni mese, con i loro mentori, per condividere riflessioni ed idee brillanti relative alle due industrie.

“INFINITI, in qualità di marchio globale, porta due elementi chiave alla squadra di Renault Sport Formula UnoTM: esperienza nei sistemi di recupero di energia (ERS) attraverso la sua tecnologia Performance Hybrid, e grazie alla all’INFINITI Academy un flusso di idee innovatve e diverse che sono generate da un confronto costruttivo con talentuosi giovani ingegneri di diverse nazionalita”.

Nuove sfaccettature del concorso

Quest’anno le attività dei vincitori dell’ Academy 2016 saranno più strettamente documentate rispetto al passato, con la messa in onda per la prima volta di un filmato documentario. Le riprese incominceranno a breve e saranno documentati i progetti di eccellenza a cura dei giovani ingegneri. Quale ulteriore stimolo per il loro stage di 12 mesi è l’inedita possibilità di vincere una posizione di ingegnere nella squadra corse Renault Sport Formula UnoTM nella prima gara della stagione 2017 a Melbourne, Australia, nel mese di marzo.

Sulla base di due sfide – una in ingegneria automobilistica ed una in ingegneria Formula UnoTM – il più performante tra gli ingegneri dell’Academy volerà in Australia per questa incredibile opportunità. Il concorso di ingegneria all’interno della Academy non è ancora finito.

I vincitori dell’ Academy 2016 contano di emulare il vincitore Europeao dell’Academy 2015, Daniel Sanham, che ha firmato un contratto con il Team Renault Sport Formula UnoTM ed inizierà a lavorare con loro da luglio 2017, dopo aver completato l’ultimo anno della sua laurea in ingegneria elettrica presso la Nottingham University, nel Regno Unito.

Dall’ opportunità di carriera ingneristica di una vita con la INFINITI Engineering Academy, fino al lavoro da sogno con uno storico team di Formula Uno, Daniel è uno dei numerosi casi di successo dell’Academy, fonte di ispirazione per i vincitori di quest’anno ed i vincitori futuri.

IEA winners visit the Renault Sport F1 Team headquarters.

IEA winners visit the Renault Sport F1 Team headquarters.

Biografie dei vincitori dell’Academy 2016

Nome: Caitlin Bunt (USA)
Età: 24
Università: Università di Kettering, Michigan (Corso di Laurea) e Oxford Brookes University, UK (Master).
Da: Rockford, Illinois.
Il più grande impatto positivo nella vita: i miei genitori, ma soprattutto mio padre che è stato una grande influenza nella mia mossa verso una carriera in ingegneria.
Aspettativa nel Regno Unito: la possibilità di esplorare tutte le città storiche.
Più grande punto di forza: Penso che le mie capacità di comunicazione mi siano state di aiuto per vincere all’Academy.

Nome: Felix Lamy (Canada)
Età: 21
Università: McGill University.
Da: Gatineau, Quebec.
Il più grande impatto positivo nella vita: i miei genitori sono quelli che senza dubbio hanno avuto il maggiore impatto positivo sulla mia vita. Essi hanno suscitato la mia curiosità e la mia voglia di imparare, e soprattutto, mi hanno incoraggiato ad adottare un atteggiamento positivo in ogni situazione.
Aspettativa nel Regno Unito: Il Regno Unito ha una ricca storia di innovazione tecnica nei settori aerospaziale e automotive. Sarei molto felice di avere l’opportunità di esserne parte e si svolgere un ruolo importante in uno di quei settori. Vivere nel Regno Unito sarà anche l’occasione per conoscere meglio la vita e la cultura inglese.
Forza più grande: La mia capacità di ascolto, in particolare ii commenti e le idee degli altri.

Nome: Alexandros Paleologo (Messico)
Età: 23
Università: Technologico de Monterrey.
Da: Città del Messico.
Il più grande impatto positivo nella vita: mio zio, mi ha spinto a venire in Messico e cambiare la mia vita.
Aspettativa nel Regno Unito: cultura del lavoro britannico e l’industria delle corse nel Regno Unito.
Più grande forza: io sono appassionato della mia carriera.

Nome: Riccardo Manfredini (Europa)
Età: 24
Università: Università di Brescia.
Da: Brescia, Italia.
Il più grande impatto positivo nella vita: la mia famiglia, la fidanzata e gli amici tutti hanno un impatto positivo sulla mia vita da quando cerco di tenere il passo con loro e ottenere il meglio.
Aspettativa nel Regno Unito: non vedo l’ora di questa esperienza. Si tratta di un’occasione unica per la crescita come persona, come ingegnere, per conoscere nuove persone e per lavorare in un ambiente affascinante.
Più grande forza: determinazione.

Nome: Li Xuezi (di Sally) (Cina)
Età: 23
Università: Pechino, Institute of Technology.
Da: Chengdu.
Aspettativa nel Regno Unito: Vivere la cultura auto da corsa e godere BBC TV allo stesso tempo.
Più grande forza: imparo in fretta.

Nome: Shihab Solaiman (UAE)
Età: 23
Università: Il Petroleum Institute.
Da: Abu Dhabi.
Il più grande impatto positivo nella tua vita: mio padre. Ha lavorato duramente per tutto quello che ha e non ha mai dato nulla per scontato.
Aspettativa nel Regno Unito:: Non vedo l’ora di vivere in un ambiente culturalmente diverso. Lavorare in team multidisciplinari in prima linea di ingegneria è sempre stato il mio sogno.
Più grande forza: mi impegno nelle cose che mi appassionano.

Nome: Jaden Partridge (Asia-Oceania)
Età: 21
Università: Queensland University of Technology.
Da: Nundah, Brisbane, Australia.
Il più grande impatto positivo nella vita: i miei genitori, anche se non hanno una formazione di ingegneria, mi hanno supportato per inseguire il mio sogno di lavorare nel settore automobilistico e motorsport.

Aspettativa nel Regno Unito: Visitare uno stabilimento di Formula Uno per la prima volta e lavorare con l’incredibile tecnologia nel settore.
Più grande forza: Persistenza di seguire una passione. Ho inserito il settore motorsport, senza le associazioni precedenti e sono diventato un membro rispettato di una squadra dimostrando il mio impegno attraverso posizioni di volontariato.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *