Maserati Quattroporte diesel, prova su strada

Foto GalleryMaseratiMotoriTest

Maserati è sinonimo di eccellenza nel design delle berline sportive  dal giorno in cui, con la prima Quattroporte del 1963, riuscì nell’intento di far coesistere velocità e lusso, caratteristiche che ancora oggi contraddistinguono la sesta generazione della Quattroporte. Per quest’auto, da sempre leader della sua classe, il marchio di Modena, aveva però ambizioni ancora maggiori e ora, per rendere accessibile questo modello dalla illustre storia a una più vasta clientela, la propone per la prima volta in versione Diesel. Pensata principalmente per il mercato europeo, la Quattroporte Diesel si aggiunge alle varianti a benzina V6 e V8 twin turbo, offrendo in più un’incredibile autonomia e i consumi più bassi nella storia della Quattroporte. Il motore Diesel V6 turbocompresso da 3,0 litri garantisce consumi ufficiali in ciclo misto di soli 6,2 litri/100 km, rendendola la variante di gran lunga più economica della gamma Quattroporte.
Maserati Quattroporte diesel
Il propulsore, completamente ridisegnato per la Quattroporte, combinato con un serbatoio più leggero da 70 litri, assicura un’autonomia di quasi 1100 km, rendendo la Quattroporte Diesel una proposta interessante per lunghi viaggi di lavoro in tutta Europa. Le sue emissioni di CO2 di appena 163 grammi/km rappresentano un nuovo record per la Quattroporte.

Ciò equivale a una riduzione del 35 percento rispetto al V6 a benzina a trazione posteriore della Quattroporte, che già vantava un miglioramento del 20 percento nelle emissioni e nei consumi rispetto al modello precedente.  Pur con queste riduzioni, che fanno l’occhiolino all’ambiente,  mantiene comunque tutte le qualità prestazionali di una Maserati, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 6,4 secondi e una velocità massima di 250 km/h.

Il turbo Diesel V6 è stato progettato da Maserati Powertrain in collaborazione con gli specialisti italiani dei motori Diesel, VM Motori, per assicurare tutto il sound, la raffinatezza e la forza tipici di Maserati. Si avvale  della tecnologia Start-Stop per contribuire a ridurre i consumi a circa sei litri per 100 km nella formula NEDC (6,2 litri/100 km) che corrisponde ad una emissione di Co2/Km  di soli 163 grammi. Anche questa, come le altre Maserati, può essere identificata  istantaneamente dal sound del suo motore e, grazie al nuovo sistema Maserati Active Sound. Due attuatori acustici, installati vicino ai tubi di scarico, accentuano i toni più distintivi del motore e li modulano in base alla modalità di guida della vettura.
Maserati Quattroporte diesel
Quando il pilota preme il pulsante Sport sul tunnel centrale, il sound diventa ancora più intenso ed emozionante. Come nella migliore tradizione Maserati, sound e prestazioni del sistema di scarico della Quattroporte sono controllati da valvole pneumatiche nei condotti di ciascuna bancata per mantenere il classico e ricco timbro del marchio. La Quattroporte Diesel è equipaggiata con il cambio automatico a otto rapporti ZF e da la possibilità di scegliere cinque modalità di guida dedicate: Auto Normal, Auto Sport, Manual Normal, Manual Sport e I.C.E. (Increased Control & Efficiency).
Maserati Quattroporte diesel
Auto Normal è l’impostazione predefinita della Quattroporte ed esegue cambi marcia fluidi ai bassi regimi per enfatizzare il comfort dell’auto riducendo i consumi.

In modalità Auto Sport la trasmissione permette cambi marcia più rapidi a regimi più elevati, assicurando un innesto preciso dei rapporti per un feeling decisamente sportivo.

In entrambe le modalità l’auto riconosce numerose condizioni come tragitti in salita o in discesa oppure brusche frenate o curve impegnative, e seleziona di conseguenza il rapporto e la tipologia di cambiata migliori. La trasmissione può anche essere controllata manualmente selezionando il pulsante M sul tunnel centrale.
Maserati Quattroporte diesel
In modalità Manual Normal il guidatore può cambiare marcia con i paddle allungati (opzionali) posizionati sul piantone di sterzo o utilizzando la leva del cambio. La marcia viene selezionata dal guidatore nonostante il sistema intervenga scalando se il regime del motore diminuisce troppo o passando alla marcia superiore nel caso opposto.

È nella modalità Manual Sport comunque che i cambi marcia sono più veloci e brillanti e il guidatore assume il pieno controllo della trasmissione.

La modalità I.C.E. (Increased Control & Efficiency) è studiata per assicurare una considerevole riduzione dei consumi e una guida rilassata anche in condizioni di bassissima aderenza. La trasmissione cambia marcia nel modo più morbido possibile sia passando alle marce superiori sia in scalata.

Tutte le modalità di guida possono essere selezionate tramite i pulsanti alla sinistra della leva cambio.
Maserati Quattroporte diesel
Chi già guida Maserati, ritroverà intatte le grandi doti di stabilità figlie del programma MSP (Maserati Stability Program) ulteriormente perfezionato. L’MSP si avvale di numerosi sensori per stabilire quando è necessario intervenire a supporto del guidatore, aggiungendo sicurezza alla stabilità intrinseca della scocca della nuova Quattroporte, e consentendo ai guidatori di godere in tutta serenità del suo grande piacere di guida,  in qualsiasi condizione di guida. Il programma misura costantemente handling e grip della Quattroporte e coordina numerosi sistemi di gestione della sicurezza e delle prestazioni  intervenendo  soprattutto su motore e freni.

Prezzi
Buono il prezzo se si considerano il prestigio del marchio e la assoluta qualità della vettura:  si parte da 98.373 euro

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 7|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *