Michelin: la Sicurezza Stradale entra nelle Università

MichelinMotori

Il 6 e 7 ottobre 2015 Michelin, in partenariato con il Politecnico di Torino, rivolge agli studenti universitari un nuovo progetto di sicurezza stradale. Con la collaborazione della Polizia di Stato e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, #MICHELIN 4 Safety Campus Tour si focalizza sulle fasce più a rischio di utenti della strada, i ragazzi tra i 20 e i 24 anni, per cui si registrano i maggiori decessi in seguito a incidenti. Anche nel caso di incidenti non mortali, “le età per le quali si registrano frequenze più elevate, per entrambi i sessi, sono quelle comprese tra i 15 e i 44 anni, con un picco nella classe di età 20-24.” (ISTAT, Incidenti stradali in Italia, periodo 2013).

L’obiettivo è la promozione di un comportamento responsabile e la diffusione della consapevolezza che, contrariamente a quanto si possa pensare, i rischi non si trovano solo nelle situazioni difficili o estreme, ma si presentano quotidianamente, su ogni strada.

Così, un luogo familiare e quotidiano per gli studenti, come il cortile centrale del Politecnico, si trasforma in un teatro di simulazioni di guida dell’auto in stato di ebbrezza, in condizioni meteorologiche difficili e in caso di impatto e ribaltamento, o in sella a moto o scooter. Saranno proiettati video di grande impatto sul tema della sicurezza stradale, attiva e passiva, e su una prevenzione consapevole.

Leitmotiv di #MICHELIN 4 Safety Campus Tour sono le 10 Regole d’Oro per la sicurezza stradale (www.goldenrules-fia-michelin.com) per cui Michelin con FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile, ha lanciato una campagna mondiale di comunicazione già dal 2011. La campagna fa parte del progetto FIA Action for Road Safety, nell’ambito del Decennio di Azione per la Sicurezza Stradale voluto dall’ONU (2011-2020), che si prefigge di salvare cinque milioni di vite in dieci anni.

“Quest’anno, il Villaggio Michelin per la Sicurezza Stradale è matricola al Politecnico di Torino. Non è passato molto tempo dall’ultima edizione del nostro Villaggio, il maggio scorso a Livorno, ma idealmente vogliamo immaginare già cresciuti quei bambini, dai due anni in su, che in tante piazze italiane hanno partecipato alle attività del Villaggio sulle loro biciclette. Oggi ci troviamo già nel futuro, di fronte a studenti creativi e appassionati di innovazione, che guidano uno scooter, una moto o un’auto e sanno progettarne una per un futuro sostenibile. In questi due giorni vogliamo fermarci qui con loro, nel cortile del Politecnico, per riflettere “attivamente” sui comportamenti sulla strada e su come questi possano essere influenzati anche, per esempio, dalle tecnologie di cui i ragazzi sono padroni, a partire dal cellulare. Insieme al Politecnico, con la Polizia di Stato e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, abbiamo un obiettivo: cambiare i numeri dei rapporti ISTAT sugli incidenti stradali. Perché nessuno di questi studenti è un numero.
Lorenzo Rosso, Presidente Michelin Italiana

Il Prorettore del Politecnico Laura Montanaro ricorda l’importanza della collaborazione sui temi della sicurezza stradale: “Come Ateneo riteniamo prioritario sviluppare le regole della cittadinanza e favorire nei nostri studenti la crescita dei valori “del rispetto di sé e degli altri”; per raggiungere questo obiettivo, la collaborazione con le altre Istituzioni dello Stato, unita al supporto di aziende private che, come Michelin, hanno messo a disposizione risorse e competenze specifiche, è fondamentale. Queste giornate saranno quindi sicuramente un’occasione importante per approfondire tematiche tecniche, ma anche per contribuire alla crescita umana dei nostri studenti.”

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *