Moto2 e Moto3, gli pneumatici Dunlop protagonisti a Misano

DunlopSport

Il circuito di Misano ha visto protagonisti i pneumatici Dunlop, fornitore unico delle gare di Moto2 e Moto3 del Moto Mondiale 2012. Le gare, disputate a corollario di una settimana di eventi, si sono svolte su un circuito con un tracciato dal fondo più o meno abrasivo a seconda delle temperature dell’asfalto e con una scivolosità dovuta a condizioni climatiche ventose e causata dalla salsedine e dalla sabbia del mare. A tutto ciò si è aggiunta la pioggia caduta nei giorni precedenti le gare, che di fatto ha lavato la pista privandola di un po’ di grip.

I tecnici Dunlop hanno lavorato sodo e ancora una volta hanno portato in pista materiale altamente performante che ha permesso ai piloti di Moto2 e Moto3 di poter ottenere ottimi tempi sul giro e sulla distanza. Nella classe più piccola, la Moto3, Fenati ha optato per un anteriore duro, mentre Antonelli, anch’egli in prima fila, e Cortese hanno scelto la gomma media ampiamente testata in prova.

Romano Fenati ha regalato emozioni: partito a testa bassa è rimasto per tre quarti di gara in testa. Poi a tre giri dalla fine Cortese ha rotto gli indugi e ha confermato di essere il più veloce. Si è portato in testa e vi è rimasto fino al traguardo, mentre alle spalle si è consumata una lotta al cardiopalma. All’ultima curva Salom, Rins e Vinales, questi ultimi due in lotta per il terzo posto, sono andati larghi permettendo così a Fenati di conquistare l’ultimo gradino del podio e riprendersi così un piazzamento importante che sembrava sfumato fino a poche curve dal termine.

La Moto2 invece ha visto una doppia partenza a causa della perdita d’olio di Rea. I piloti hanno potuto scegliere tra le soluzioni del pacchetto Dunlop ATR05: mescola morbida 3757 e 3854. Tutti hanno optato per la 3854 che offre prestazioni costanti per tutto l’arco della gara e Marquez ha confermato le qualità di questo pneumatico ottenendo il nuovo record della pista proprio all’ultimo giro (1’38”453). Lo spagnolo con un forcing finale degno del suo talento ha piegato in volata Espargaro e Iannone, terzo dopo essere stato in testa fino a tre giri dalla conclusione.

Prossimo appuntamento con il Motomondiale il 30 settembre sul tracciato di Aragon, in Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *