Nuova Mercedes Classe A 180 CDI, prova su strada

Foto GalleryMercedes-BenzMotoriTest

In Italia, Classe A è il modello più venduto della gamma Mercedes-Benz. L’ultima generazione della compatta con la Stella è ancora più femminile, accattivante ed attenta all’ambiente, grazie ad un design rivisitato, equipaggiamenti completi ed innovazioni tecniche per i massimi livelli di sicurezza, comfort e riduzione dei consumi. Per le motorizzazioni di maggiore successo (A 160 ed A 180) è disponibile la comoda funzione ECO start-stop, che consente di ridurre i consumi di benzina fino al 9% nel ciclo urbano. Classe A 160 CDI Coupé è disponibile in versione BlueEFFICIENCY, con consumi ridotti ad appena 4,5 litri per 100 chilometri.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Classe A è stata la prima compatta al mondo a ricevere la Certificazione Ambientale internazionale rilasciata da Enti indipendenti, a testimonianza degli enormi progressi raggiunti in termini di eco-sostenibilità.

Dal lancio sul mercato nel 1997, Classe A si è fatta straordinariamente apprezzare nel segmento per il ruolo di trendsetter e la grande capacità innovativa. Massimi livelli di sicurezza, versatilità elevata e affidabilità tipica Mercedes-Benz sono i punti di forza di questo modello che, grazie al concept unico, ha entusiasmato in tutto il mondo oltre 1,7 milioni di automobilisti.

In Italia, fin dal lancio del primo modello nel 1997, Classe A è riuscita ad emozionare e conquistare il cuore dell’universo femminile grazie alle sue doti di eleganza, sicurezza e comfort. E’ stato un vero e proprio amore a prima vista che non conosce flessioni e che oggi, con le nuove versioni STYLE e PREMIUM, è destinato a rinnovarsi con successo.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Classe A vanta consumi particolarmente contenuti (4,5 – 8,1 litri per 100 chilometri). Grazie ad interventi mirati, il consumo del moderno propulsore diesel ad iniezione diretta è inferiore di oltre l’8% (ovvero 0,5 litri in meno per 100 chilometri) rispetto al modello precedente. La versione BlueEFFICIENCY comprende anche una mascherina del radiatore ottimizzata dal punto di vita aerodinamico. Chiusa sul lato interno, questa mascherina riduce l’afflusso d’aria al motore, garantendo comunque sempre un efficace raffreddamento del propulsore CDI. Inoltre la carrozzeria è ribassata di dieci millimetri per ridurre ulteriormente la resistenza aerodinamica.

Ad una riduzione dei consumi di Classe A 160 CDI BlueEFFICIENCY concorre anche una gestione ottimizzata e razionale dell’alimentazione. Un apposito sensore controlla costantemente la batteria e, quando lo stato di carica è sufficiente, consente di ridurre temporaneamente la potenza dell’alternatore. In questo modo si riduce anche il carico del motore che, di conseguenza, consuma meno carburante. Per ricaricare la batteria in modo efficiente, la gestione dell’alternatore sfrutta in modo sistematico le fasi di rilascio del motore per produrre energia elettrica.

Funzione start-stop: il motore si spegne automaticamente al regime minimo
Con la nuova funzione ECO start-stop gli ingegneri Mercedes sono riusciti a ridurre i consumi dei modelli benzina di 0,4 litri per 100 chilometri nel ciclo di marcia europeo. Si tratta di un dispositivo che spegne automaticamente il motore quando il guidatore mette il cambio in folle a velocità ridotta, azionando contemporaneamente il pedale del freno. Se esistono i presupposti per lo spegnimento automatico del motore, il guidatore viene informato con una speciale segnalazione visualizzata sul display della strumentazione.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Il motore si riaccende in una frazione di secondo, e quasi impercettibilmente, non appena viene premuto il pedale della frizione o si rilascia il freno. Questo sistema di avviamento del motore, tanto rapido quanto confortevole, rappresenta un vantaggio fondamentale della funzione ECO start-stop rispetto a sistemi simili. Per questo sistema, Mercedes-Benz si avvale di un alternatore-starter collegato all’albero motore attraverso la trasmissione a cinghia. Il motore è così in grado di avviarsi molto più rapidamente e silenziosamente di quanto non avvenga con il tradizionale motorino di avviamento. Durante la marcia, l’alternatore-starter alimenta la rete di bordo.

Nel traffico urbano il consumo si riduce del 9%
Con la funzione ECO start-stop il consumo si riduce di circa il 6,5% nel ciclo di marcia europeo. Classe A 160 BlueEFFICIENCY (70 kW/95 CV) ha registrato nel test un consumo di 5,8 litri per 100 chilometri (pari a 139 grammi di anidride carbonica ogni chilometro). Nell’utilizzo su strada si può ottenere un enorme risparmio di carburante, come hanno dimostrato i numerosi test effettuati. I collaboratori Mercedes hanno testato questo sistema in 175 vetture sperimentali, percorrendo complessivamente circa 1,2 milioni di chilometri. Circa la metà di questa “maratona” si è svolta nel traffico urbano, dove la nuova funzione ECO start-stop ha permesso risparmi di carburante fino al 9%.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Ecologia: Classe A è la prima compatta con certificazione ambientale
Per Mercedes-Benz, tali risultati sono fondamentali quando si tratta di dare un giudizio sulle nuove tecnologie. La Casa automobilistica di Stoccarda valuta la compatibilità ambientale dei propri modelli non solo sulla base dei consumi e delle emissioni, ma prende anche in considerazione tutto il ciclo di vita della vettura: dalla produzione all’utilizzo di molti anni fino al riciclaggio. Dall’analisi di oltre 40.000 singoli processi si ricava un quadro generale che consente di effettuare una valutazione obiettiva del lavoro di sviluppo e progettazione.

Questo bilancio ecologico costituisce la base per la certificazione ambientale secondo la severa norma ISO 14062 «Design For Environment» e Mercedes-Benz è l’unica Casa automobilistica in assoluto ad aver ottenuto questo riconoscimento. Esso vale anche per la Classe A Nuova Generazione, a conferma dei considerevoli progressi ottenuti nel campo della tutela ambientale. Su un percorso di 150.000 chilometri, le emissioni di CO2 sono risultate del 7% circa inferiori a quelle registrate per il modello precedente (W 168) del 2004. Le emissioni di ossido d’azoto sono state ridotte addirittura del 13%.

Ancora migliori sono i risultati registrati da Classe A 160 BlueEFFICIENCY con funzione ECO start-stop. Questa nuova tecnica riduce di un ulteriore 5% le emissioni di biossido di carbonio per l’intero ciclo di vita, perciò il bi-lancio ecologico mostra una considerevole diminuzione (oltre il 12%) delle emissioni di CO2 rispetto al modello precedente (W 168).

Oltre al contenimento di consumi ed emissioni, per la certificazione ambientale sono importanti anche altri aspetti quali, ad esempio, il sistema di rici-claggio della vettura. Classe A ottempera già oggi alla norma UE che entrerà in vigore dal 2015 e che prescrive una quota riciclabile del 95%. I componenti in materiale sintetico con un peso complessivo di 30,8 kg possono essere prodotti con pregiati materiali riciclati, pari a due volte e mezzo il modello precedente.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Il concept ecologico di Classe A si basa anche sull’impiego di materie prime rinnovabili. Mercedes-Benz realizza diversi componenti della vettura con materiali quali lino, noccioli di oliva, cotone, cocco, impiallacciatura di legno e fibre di canapa. Rispetto al precedente modello, il peso di questi compo-nenti è salito di circa un terzo.

Sicurezza: luci di stop adattive
Classe A Nuova Generazione si presenta rinnovata anche in termini di sicurezza e comfort, con un livello di dotazione tipico delle vetture di categoria superiore. Classe A è dotata, tra gli altri, di un importante sistema per la prevenzione degli incidenti: le luci di stop adattive. In presenza di una eventuale frenata d’emergenza da velocità superiori ai 50 km/h, le luci di stop iniziano a lampeggiare velocemente avvertendo il guidatore che segue della situazione di potenziale pericolo, in modo che questi possa reagire più rapidamente. Le luci di stop adattive sono il frutto di approfondite ricerche condotte sul comportamento degli automobilisti in caso di frenata. Gli ingegneri Mercedes hanno appurato che il tempo di reazione degli automobilisti si riduce in media di 0,2 secondi se in una situazione di emergenza viene im-piegato un segnale di avvertimento con luci lampeggianti rosse al posto delle tradizionali luci di stop. Ad una velocità di 80 km/h lo spazio necessario per l’arresto della vettura può ridursi di circa 4,40 metri, a 100 km/h di ben 5,50 metri circa. Se la vettura si arresta da una velocità superiore a 70 km/h, oltre alle luci di stop adattive si attiva automaticamente anche l’impianto luci di emergenza.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
In merito alla protezione dei passeggeri, Classe A è dotata di airbag anteriori a doppio stadio di attivazione, pretensionatori sulle cinture anteriori e posteriori esterne, limitatori della forza di ritenuta, poggiatesta attivi anteriori e sidebag anteriori per testa e torace, stabilendo così nuovi parametri di riferimento nella categoria. La ricca gamma di equipaggiamenti per la sicurezza è stata completata dall’illuminazione interna d’emergenza, che si accende automaticamente in seguito ad un eventuale incidente di una determinata gravità, al fine di facilitare l’orientamento agli occupanti e le operazioni di soccorso.

Park Assist: ultrasuoni e sterzo elettrico per le manovre di parcheggio
Classe A “assiste” il guidatore nella ricerca di un posto auto e nelle manovre di parcheggio in retromarcia con il Park Assist attivo, di serie su ELEGANCE e STYLE (a richiesta su altre versioni). Con l’ausilio di nuovi sensori ad ultrasuoni laterali, mentre la vettura avanza questo sistema è in grado di individuare e di segnalare con un apposito display la presenza di un posto auto di dimensioni adeguate alla Classe A su entrambi i lati della carreggiata. Fino a una velocità di 35 km/h i sensori scansionano la zona a destra e sinistra della Classe A, misurano lunghezza e profondità dello spazio libero e segnalano con una “P” nella strumentazione che la ricerca è in corso.

Una volta trovata una possibilità di parcheggio, sul display compare una freccia che indica al guidatore su quale lato della carreggiata si trova il posto auto. Se il guidatore inserisce la retromarcia, confermando così di voler parcheggiare, e preme il pedale dell’acceleratore, il Park Assist effettua autonomamente tutte le manovre e parcheggia la vettura in linea con la carreggiata. Il guidatore non deve fare altro che azionare acceleratore e freno. I sensori ad ultrasuoni del PARKTRONIC assistono il sistema durante il parcheggio indicando la distanza tra Classe A e le vetture parcheggiate davanti e dietro.

Il Park Assist comprende complessivamente 10 sensori ad ultrasuoni, collocati nel paraurti anteriore e posteriore, e una centralina elettronica che elabora i segnali inviati dai sensori calcolando la traiettoria migliore per entrare nello spazio di parcheggio. Queste informazioni vengono trasmesse al servosterzo elettromeccanico di Classe A, il cui motorino elettrico esegue au-tomaticamente i movimenti di sterzata necessari. Perché il sistema possa effettuare autonomamente le manovre di parcheggio, il posto auto deve essere appena 1,30 metri (65 cm anteriori e 65 cm per il posteriore) più lungo di Classe A, tanto è precisa la tecnica di cui si avvale. Date le dimensioni particolarmente compatte di Classe A, il posto auto quindi deve essere lungo appena 5,18 metri circa: nessun’altra automobile al mondo è in grado di parcheggiare autonomamente in un posto auto così piccolo.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
Gli ingegneri Mercedes hanno inoltre integrato nel noto Electronic Stability Program (ESP®) una nuova funzione: l’ausilio alla partenza in salita, che impedisce l’arretramento involontario di Classe A quando il guidatore sposta il piede dal pedale del freno all’acceleratore. In queste situazioni l’ESP® mantiene inalterata la pressione frenante per un breve momento, agevolando così la partenza.

Sette motorizzazioni 4 cilindri
Per Classe A sono disponibili sette propulsori 4 cilindri, abbinati a un cambio manuale a cinque o sei marce. A richiesta è disponibile anche il cambio automatico a variazione continua AUTOTRONIC. La gamma di potenza dei motori varia da 60 kW/82 CV (A 160 CDI) a 142 kW/193 CV (A 200 TUR-BO). Con consumi compresi tra i 4,5 e gli 8,1 litri per 100 km (ciclo di marcia europeo combinato), questi 4 cilindri sono tra i più parsimoniosi nella loro classe di cilindrata e potenza.

La gamma 2010 di Classe A si articola nelle versioni EXECUTIVE, STYLE, ELEGANCE, PREMIUM ed AVANTAGRDE. Le nuove versioni STYLE e PREMIUM, in particolare, sono dedicate ad un pubblico femminile, che in Italia apprezzano da sempre il modello Mercedes-Benz. Classe A STYLE, disponibile in versione Coupé e Berlina e su tutte le motorizzazioni ad ecce-zione della 200 TURBO Coupé, dispone di serie, tra gli altri, del sistema di assistenza al parcheggio Park Assist, rivestimenti in pelle Artico e tessuto, volante e leva del cambio in pelle, inserti interni in mirto naturale, radio cd/mp3 e cerchi in lega a dieci razze da 16’’ con pneumatici 195/55.

Classe A PREMIUM presenta di serie, tra gli altri, il navigatore satellitare COMAND APS, rivestimenti interni in pelle Artico e tessuto, inserti interni in alluminio, bracciolo anteriore con portaoggetti, cerchi in lega a cinque razze da 16’’ con pneumatici 195/55.
Nuova Mercedes Classe A 180 CDI
La versione EXECUTIVE di Classe A incontra i gusti e l’attuale tendenza del mercato italiano a privilegiare un vantaggioso rapporto prezzo-dotazioni an-che nel segmento delle compatte premium. Classe A EXECUTIVE risponde in maniera esemplare alle nuove richieste del mercato italiano grazie ad una dotazione di serie che comprende gli equipaggiamenti tipicamente più ri-chiesti nel segmento quali, ad esempio, climatizzatore e Radio CD/MP3 con interfaccia AUX-IN.

I prezzi? Si parte dai 19.170 euro della versione benzina 160 BlueEFFICIENCY, fino a 26.470 euro della versione diesel 200 CDI.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

1 Commento

  1. carletto86 ha detto:

    19.170€ non sono assolutamente pochi , però apprezzo il fatto che si acqusta una macchina molto ben fatta e specialmente ricca di accessori !!!! quindi i 19 e rotti k€ questo gioellino li vale tutti !!!!. ps: qualche giorno fa sono andato a farmi fare un preventivo per l’audi A1…. dire che i prezzi rasentanto la pazzia è poco , cioè con 19000 mi davano il modello 1.2 abition sprovvisto persino dell’aria condizionata !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! davvero una macchina scandalosa in tutti sensi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *