Nuovo Kia Sportage, prova su strada

Foto GalleryKIAMotoriTest

Debutta sul mercato  la quarta generazione di Kia Sportage, una vettura che ha trovato negli anni una formula di grande successo e che adesso compie ulteriori passi avanti in termini di design, contenuti, qualità e sicurezza. L’evoluzione estetica di Kia Sportage ha portato alla realizzazione di una linea imponente, capace di esprimere sportività ed energia da qualsiasi angolazione. Il nuovo design è stato sviluppato dal Centro Stile europeo Kia di Francoforte, in collaborazione con gli altri centri Kia di Namyang in Corea e di Irvine in California. Al frontale, la classica e inconfondibile griglia a naso di tigre è più bassa e allargata, così da conferire una maggiore aggressività al frontale e una più forte sensazione di aderenza al terreno anche se la larghezza della carrozzeria resta invariata a 1855 mm. La vista posteriore del nuovo Sportage è definita da linee orizzontali che ne esaltano la muscolatura. Nel design delle luci posteriori si riconosce l’ispirazione del concept Kia Provo, con i gruppi ottici collegati da una striscia trasversale, mentre gli indicatori di direzione e le luci di retromarcia separate e disposte in basso accentuano la sensazione di stabilità.

Rispetto alla generazione precedente, l’abitacolo del nuovo Sportage presenta un consistente miglioramento proponendo una plancia ancora più raffinata e “driver oriented” caratterizzata dal dual zone design che vede la “display zone” nella parte superiore e la “control zone” in quella inferiore,  in modo da presentare tutte le informazioni utili nella posizione più facilmente raggiungibile dagli occhi del pilota.

Grande attenzione è stata dedicata alla vita a bordo. L’aumento del passo di 30 mm fino a 2.670 mm ha comportato un maggior spazio per l’abitacolo e l’incremento di 40 mm della lunghezza (ora 4.480 mm) assieme alla variazioni degli sbalzi (+20 mm per l’anteriore e -10 mm per quello posteriore) ha concesso di modificare l’architettura malgrado la dimensioni di larghezza e di altezza (rispettivamente 1.635 mm e 1.855 mm) siano rimaste invariate.

E’ così aumentato lo spazio a disposizione dei passeggeri, con l’altezza sopra la testa a 997 mm (+5 mm) e 993 mm (+16 mm) rispettivamente davanti e dietro, mentre lo spazio per le gambe è cresciuto fino a 1.129 mm (+ 19 mm) anteriormente e 970 mm (+7 mm) posteriormente.

Dal punto di vista della sicurezza, il nuovo Sportage ha raggiunto livelli di eccellenza sia per quella attiva che per quella passiva. La scocca è straordinariamente robuste grazie all’utilizzo esteso di acciai speciali ad altissima resistenza (passato dal 18% al 51% del nuovo modello) con la conseguenza di un miglioramento della rigidità torsionale del 39% e della resistenza agli urti.

Nell’equipaggiamento di serie figurano gli airbag frontali, laterali e a tendina per la protezione integrale degli occupanti; nei sedili posteriori sono previsti gli attacchi ISOFIX con punti di ancoraggio per i più evoluti seggiolini per bambini. Migliorata anche la protezione dei pedoni con l’abbassamento della linea del cofano e l’aumento dello spazio di deformazione che ora utilizza più materiali assorbenti per una maggiore efficienza in caso di impatto.

Fra gli obiettivi del lavoro di sviluppo della nuova generazione di Sportage, uno dei principali  era l’evoluzione dei motopropulsori per rispondere alle normative Euro 6 e migliorandone l’efficienza. La gamma a benzina parte dal classico 1600 GDI che eroga 132 CV e 161 Nm di coppia massima e comprende il nuovo 1600 T-GDI (Turbo Gasoline Direct Injection) da 177 CV per la prima volta disponibile nella gamma Sportage nella versione GT Line, che offrire un nuovo equilibrio fra economicità e brillantezza di guida.

Sul versante dei motori diesel, che in Italia rappresentano la scelta privilegiata, sono disponibili il 1700 CRDi da 115 CV e l’ulteriore evoluzione del 2000 nella versione R, al vertice della categoria in termini di prestazioni, efficienza e silenziosità.

Questo turbodiesel è offerto in due versioni: 136 CV con coppia di 373 Nm e 185 CV con 400 Nm di coppia che beneficia di un monoblocco in lega di 5 kg più leggero, sistema di controllo della batteria e pompa dell’olio a portata variabile. Anche la nuova Sportage beneficerà della trasmissione Kia DCT a doppia frizione che è offerto in abbinamento con il motore 1600 T-GDI da 177 CV. Questa nuova trasmissione è stata sviluppata per gestire anche motori di coppia elevata e messa a punto in modo da offrire un feeling sportivo quando utilizzato in modalità manuale-sequenziale e la massima fluidità di marcia in modalità totalmente automatica.

I prezzi: si parte da 21.000 euro per la versione d’entrata 2WD con il 1.6 benzina da 132 CV e si superano i 35.000 per la versione top di gamma 4WD con il turbodiesel da 185 CV.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 9|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *