Risultati di vendita da record per Volvo Cars nel 2017

MotoriVolvo

Volvo Cars, la Casa automobilistica specializzata in vetture di lusso, ha registrato risultati di vendita da record nel 2017, concretizzatisi in un aumento delle vendite globali pari al 7% rispetto al 2016, per un totale di 571.577 unità, e riconducibili a una crescita che ha interessato tutte le regioni geografiche.

La crescita è stata stimolata in particolare dalle vendite della nuova XC60 e delle vetture della Serie 90, che hanno messo in risalto l’effetto dell’Architettura di Prodotto Scalabile – un’architettura modulare per la realizzazione dei veicoli sviluppata internamente da Volvo Cars – in termini di design, tecnologia e brand.

Nell’area Asia-Pacifico, le vendite sono aumentate di un buon 20,9% grazie agli ottimi risultati ottenuti in Cina, il mercato più grande di Volvo, dove le vendite sono cresciute del 25,8% rispetto al 2016. Le vendite in Europa, Medio-Oriente e Africa sono aumentate del 3,3% nel 2017 rispetto al 2016, mentre i mercati americani hanno fatto registrare un incremento dello 0,7%.

Il 2017 è stato un anno importante per Volvo Cars sotto numerosi punti di vista. La nuova XC60, che ha sostituito il modello più venduto della Casa e il SUV medio più venduto in Europa, ha debuttato in anteprima al Salone dell’Auto di Ginevra nel mese di marzo.

Volvo Cars ha inoltre annunciato la sua intenzione di porre l’elettrificazione al centro delle sue attività future e dichiarato che ogni modello introdotto a partire dal 2019 avrà un propulsore elettrico, segnando così la fine delle vetture nate esclusivamente con motore endotermico.

Per rafforzare ulteriormente il proprio impegno verso l’elettrificazione, Volvo ha poi lanciato Polestar, un nuovo marchio a sé stante di auto elettrificate pienamente integrato all’interno di Volvo Car Group.

Nel corso dell’anno, Volvo Cars ha inoltre consolidato la propria partnership con Geely Holding attraverso la creazione di una società tecnologica in joint-venture che avrà l’obiettivo di garantire le economie di scala che consentiranno alle due aziende di velocizzare lo sviluppo della tecnologia di prossima generazione a supporto dei veicoli elettrici. Volvo ha anche annunciato che avrebbe acquisito il 30% del nuovo marchio automobilistico di Geely, LYNK & CO, basato sull’Architettura Modulare Compatta condivisa dai due Gruppi.

Settembre ha visto il lancio della XC40, la prima proposta di Volvo per il florido segmento dei SUV compatti. Volvo ha inoltre inventato una nuova modalità di accesso all’automobile con il servizio in abbonamento ‘Care by Volvo’, che semplifica al massimo e rende più trasparente la gestione e il possesso di una vettura, quasi fosse un telefono cellulare. Il nuovo concetto di fruizione dell’auto è stato introdotto con la nuova XC40.

Volvo Cars ha continuato i lavori di realizzazione del nuovo impianto di produzione che sorgerà nella Carolina del Sud, il suo primo negli Stati Uniti. Si è annunciato che, oltre all’imminente berlina media S60, lo stabilimento produrrà la XC90 di prossima generazione a partire dal 2021. Ciò porta l’investimento complessivo stanziato da Volvo Cars per le attività produttive statunitensi a oltre 1,1 miliardi di dollari e determinerà un incremento del numero complessivo di nuovi posti di lavoro creati presso il sito di Charleston, che si attesterà attorno a 4.000.

Verso la fine dell’anno, Volvo Cars ha aperto un mercato completamente nuovo grazie alla sottoscrizione di un accordo-quadro con Uber – la società specializzata nell’erogazione di servizi di trasporto automobilistico privato – per la vendita a quest’ultima di decine di migliaia di veicoli compatibili con i futuri sistemi di guida autonoma fra il 2019 e il 2021.

Questo l’andamento delle vendite sul mercato retail (consegne a clienti finali) per Volvo Car Group:

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 4|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *